Frasi del film Le verità nascoste

«Era un marito perfetto finché il suo unico errore non lo seguì fino a casa.»
(Tagline del film)

Titolo Originale:
"What Lies Beneath" (2000)
Genere: Film thriller, drammatico
Regia di: Robert Zemeckis
Protagonisti: Michelle Pfeiffer, Harrison Ford

Trama breve: 
Norman e Claire Spencer sono una coppia felicemente sposata, almeno fino a quando la moglie non inizia a vedere immagini spettrali e a sentire misteriose voci nella loro casa. Il marito Norman sospetta che sia solo la sua immaginazione dovuta a uno stress emotivo...
(Scheda completa)


Frasi celebri

Qui non si tratta di te. Sta capitando qualcosa a me. E non è per prendermi una rivincita, non è un modo per avere attenzione. Che ti piaccia o no in casa nostra sta succedendo qualcosa! (Claire Spencer)

Senti, la nostra piccola seduta... Norman non deve saperlo per forza. È solo che da quando ho avuto l'incidente, mi tratta come una un po' fragile, stramba... beh, pur vero che io vedo fantasmi nella vasca. (Claire Spencer)

Non sappiamo se è morta. (Norman)

Oddio. È colpa mia. Io le ho aperto la porta. A Madison io ho rubato una treccia dei suoi capelli. Questo le ha dato potere. (Claire Spencer)

Quella ragazza bisogna riportarla fuori. (Claire Spencer)

Sono sicuro che tragicamente il tuo suicidio finirà per avvicinare Kate a me, e ogni volta che la guarderò vedrò te. (Norman)



Dialoghi

  • Norman: Accidenti, Claire. Ma che stai facendo?
    Claire Spencer: Stavo ancora guardando...
    Norman: Spiando.
    Claire Spencer: Spiando il signor Feur.
  • Norman: Siamo sicuramente... [viene interrotto]
    Claire Spencer: ...in un elegante ritardo di 5 minuti.
  • [Claire è preoccupata per il vicino di casa]
    Norman: Cosa stai dicendo, che ha assassinato la moglie?
    Claire Spencer: Uh, è tanto ridicolo? Lei era terrorizzata. Ora non risponde alla porta, però la sua macchina è in garage.
    Norman: Forse era fuori. O a letto con la febbre. Oppure è stata rapita dagli alieni per quanto ne sappiamo.
  • Claire Spencer: Io ho sentito delle voci, dei bisbigli e poi è caduta una foto...
    Dr. Stan Powell: Aspetta. Chi pensi che sia?
    Norman: Io so perfettamente chi è. È mio padre. È incazzato perché gli abbiamo incasinato la casa.
  • Claire Spencer: C'è un fantasma a casa mia. L'ho visto riflesso nell'acqua, accanto a me, nella vasca.
    Psichiatra: Che aspetto ha?
    Claire Spencer: Sembrava me. Oh... solo che aveva gli occhi verdi.
  • Norman: Io ho provato a rompere con lei.
    Claire Spencer: Dovevi farlo con convinzione.
  • Claire Spencer: Senti , io voglio che tu risponda a una domanda. Tu hai a che fare qualcosa con la scomparsa della ragazza?
    Norman: Sì. Ho avuto una storia con lei e quando ho cercato di rompere, lei è come impazzita. È venuta qui a casa, voleva uccidersi o uccidere te. Non credevo che avrebbe fatto nessuna delle due cose. Ma poi dopo lei è scomparsa.
    Claire Spencer: È stata lei Norman. Ha tentato di ucciderti. L'hai detto tu stesso, ti voleva morto.
    Norman: Stai dicendo che sono stato aggredito da un fantasma?
    Claire Spencer: Hai avuto una storia con una ragazza che ha minacciato di uccidersi e adesso c'è una presenza qui in casa nostra. Una ragazza bionda e giovane. Non lo capisci? È stata lei Norman. Lei è morta e ora vuole farti del male, a tutti e due.


Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".