Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV






Ogni film contiene una frase, un monologo, una scena che rimane impressa nella mente. Qui potete trovare le migliori frasi, le più belle citazioni e i monologhi di film, serie tv e cartoni animati. Inoltre le schede dei film contengono anche info aggiuntive come la lista degli interpreti e dei personaggi, le curiosità, il giudizio personale sul film, la colonna sonora e la spiegazione del finale e delle parti più ingarbugliate.

Frasi e argomenti più letti

Frasi di Lupin III (Serie animata)



«Il ladro gentiluomo.»
(Uno dei suoi soprannomi)

Titolo Originale:
"Lupin III" (1969-1980)
Genere: Anime avventura, azione, umoristico
Autore: Monkey Punch
Personaggi principali: Arsenio Lupin III, Jigen, Goemon, Fujiko, Zenigata

Trama breve: 
Le avventure del ladro più astuto e intelligente al mondo, Lupin III, e quelle dei suoi aiutanti alle prese con furti di oggetti di valore mentre vengono per tutto il tempo inseguiti dal tenace ispettore Zenigata.
(Scheda completa)


Frasi celebri

La libertà è il bene più prezioso dell'uomo, ma per te Lupin la libertà è finita. E ora non mi puoi più sfuggire. Ha capito amico? E ora andiamo a regolare i conti con la legge. (Zenigata)

Tutto diventa molto semplice e facile quando il trucco viene spiegato. (Jigen)

Attacca il tuo nemico come un falco e scappa come il vento. (Lupin III)

Ti prenderò, Lupin! (Zenigata)

Ciao, ciao Zazzà. (Lupin III)

Noi andiamo alle Hawaii! Viene anche lei, ispettore? (Lupin III)

Ogni volta lo stesso ritornello, vero Zazà? (Lupin III)

[Lupin è in prigione] Mi chiedo dove sarà Fujiko, avrebbe potuto aspettare. Un anno è stato lungo... certo, sarei potuto evadere facilmente, ma non potevo dimenticare il momento dello sparo. Se avessero usato delle cartucce vere e non quelle anestetiche a quest'ora sarei morto. Mi sono sentito umiliato, il mio orgoglio è stato ferito e avevo promesso a Zenigata di dargli la stessa umiliazione. (Lupin III)

Penso sia scortese rifiutare la sfida di uno straniero, quindi sparami quando vuoi. Ripeto: quando vuoi! (Goemon)

Pare che la famosa lama Masamune fosse capace di tagliare in due una foglia senza toccarla. (Goemon)

Una cosa fantastica. Quest'arma è stata fatta col metallo fuso delle famosissime spade Kadetzu, Yoshikane e Masamune. (Goemon)

Il destino di tutti i furfanti è di non morire mai nel proprio letto. (Lupin III)

Anche se una volta era considerato un maestro nell'arte di uccidere e il killer più esperto del mondo, non si può lottare contro l'età. (Goemon a Momochi)

Ti ho introdotto i segreti della tecnica dell'assassinio, ma c'è una cosa che non ti ho insegnato. E cioè il modo per sfuggire alle fauci della morte usando il cervello. In altre parole non conosci l'arte del vivere. (Momochi a Goemon)

Due Re sono di troppo nel regno dei killer. (Goemon)

Quando si tratta di una vera organizzazione tutti gli associati devono eseguire esattamente gli ordini del capo che a sua volta deve conoscere i suoi uomini alla perfezione. (Lupin III)

Il nostro motto: andare avanti non voltarsi indietro. (Lupin III)



Dialoghi

  • [Lupin è in prigione]
    Zenigata: È già primavera.
    Agente: Anche Lupin sembra rassegnato al suo destino.
    Zenigata: Sei proprio uno stupido. Non conosci la sua furbizia. Il noto Lupin III: l'uomo per il quale ho impiegato anni della mia vita per catturarlo.
    Agente: Da come parla si direbbe che desideri che Lupin scappi.
    Zenigata: Non dire sciocchezze, lo dicevo solo per avvertirti di stare molto attento.
  • [Jigen e Fujiko sono circondati e in pericolo]
    Lupin: Molto bene, iniziano i fuochi d'artificio.
    Goemon: Non corri in aiuto dei tuoi amici?
    Lupin: Non credo proprio che sia il caso, ho una vita soltanto io.
    Goemon: Perché, non sono tuoi seguaci?
    Lupin: Uh, ma che c'entra?
    Goemon: Beh, se la pensi così rompo i nostri patti.
    Lupin: Hey Goemon, aspetta!
    Goemon: Un vero samurai va incontro alla morte senza paura.
    Lupin: [osserva Goemon allontanarsi] Decisamente fuori moda.
Continua a leggere »


Migliori film con Lauren German



Lauren German, il cui nome completo è Lauren Christine German (Huntington Beach, 29 novembre 1978) è un'attrice statunitense. È nota per essere stata la co-protagonista nella serie televisiva Lucifer.


Fra i suoi migliori film vi sono:
Hostel: Part II,
The Divide.


Di seguito trovate la lista completa di tutti i film con Lauren German, compresi quelli in cui non è la protagonista e i cameo; per ogni film trovate in breve la descrizione del ruolo e del personaggio che ha interpretato.


Filmografia:

Pazzo di te! (2000)

Shotgun Love Dolls (2001)

I passi dell'amore - A Walk to Remember (2002)

Dead Above Ground (2002)

A Midsummer Night's Rave (2002)

Non aprite quella porta (2003): qui è l'autostoppista che i protagonisti incontrano lungo la strada.

The Lone Ranger (2003)

RX - Strade senza ritorno (2005)

Standing Still (2005)

Piggy Banks (2005)

Arrenditi, Dorothy (2006)

You Are Here (2007)

It Is Fine! Everything Is Fine (2007)

Love and Mary (2007)

Hostel: Part II (2007)

What We Do Is Secret (2007)

Mating Dance (2008)

Made for Each Other (2009)

Dark Country (2009)

The Divide (2011)
Continua a leggere »


Migliori film con Calista Flockhart



Calista Flockhart, il cui nome completo è Calista Kay Flockhart (Freeport, 11 novembre 1964) è un'attrice statunitense. È nota per il ruolo di protagonista nella serie televisiva Ally McBeal, ma anche lavorato nella serie drammatica Brothers & Sisters - Segreti di famiglia e nella serie fantascientifica Supergirl.


Fra i suoi migliori film vi sono:
Fragile: A Ghost Story,
Le cose che so di lei.


Di seguito trovate la lista completa di tutti i film con Calista Flockhart, compresi quelli in cui non è la protagonista e i cameo; per ogni film trovate in breve la descrizione del ruolo e del personaggio che ha interpretato.


Filmografia:

Vado a vivere a New York (1993)

Getting In (1994)

Quiz Show (1994)

Pictures of Baby Jane Doe (1995)

Drunks (1995)

Piume di struzzo (1996)

Milk & Money (1996)

Telling Lies in America (1997)

Sogno di una notte di mezza estate (1999)

Le cose che so di lei (2000)

Bash: Latter-Day Plays (2001)

Last Shot (2004)

Fragile - A Ghost Story (2005)
Continua a leggere »


Frasi di You (Serie tv)



«Non tutti vogliono essere seguiti.»
(Tagline della serie TV)

Titolo Originale:
"You" (2018-in corso)
Genere: drammatico, thriller
Regia di: Greg Berlanti e Sera Gamble
Protagonisti: Penn Badgley, Elizabeth Lail

Trama breve:
Un gestore di una libreria si affida alle sue ottime conoscenze di internet per catturare l'attenzione di una cliente casuale di cui si è perdutamente innamorato... e quando questo non basta la stalkera di persona per arrivare ad altre informazioni o agisce come un violento maniaco per eliminare gli ostacoli fra lui e la donna dei suoi sogni.
(Scheda completa)


Frasi celebri

Io credo all'amore a prima vista... (Joe)

Ed eccoti qua. Tutti gli account sono pubblici. Tu vuoi essere vista. Sentita. Conosciuta. Ovviamente, io ti ho accontentata. (Joe)

Se continuo a essere il fidanzato perfetto tu capirai che non sono un forse, sono Lui. (Joe)

L'amore è traditore. (Joe)

In ogni rapporto ci sono ostacoli da superare. (Joe)

Sì, le persone trovano l'anima gemella. Io ci credo e cerco di essere aperto. Mi sono innamorato una volta, lei mi ha spezzato il cuore. Mi ha proprio sistemato per le feste. Avrei dovuto accorgermi dei segnali, ma non lo facciamo mai quando siamo innamorati. (Joe)

Il fatto che tu non mi abbia condiviso con i tuoi follower conferma solo che siamo davvero connessi. (Joe)

L'altra cosa che il nostro caro internet mi ha regalato è stato il tuo indirizzo. Eccolo lì, con le sue grande finestre senza tende. È carino, troppo carino, penso che sia un alloggio studentesco sovvenzionato. Oddio, ma tu non lo hai mai visto un film horror o il telegiornale? (Joe)

Possiamo essere sinceri per un momento? Hai gusti discutibili in fatto di amiche, Beck. (Joe)

[Parlando a se stesso del fidanzato di Beck] Non voglio sembrare un criticone, ma questo tizio rappresenta tutto ciò che c'è di sbagliato in America. Ecco perché faccio le mie ricerche: tu ti innamori degli uomini sbagliati, brutta gente, li fai entrare, gli permetti di farti male. (Joe)

Sono troppo lontano per essere sicuro ma io dico che se lui ti avesse lontanamente fatto godere, tu ne avresti fatto uno show di Broadway. Ma non lo hai fatto, perché lui non c'è riuscito. (Joe)

Quando si deve valutare un libro dipende tutto dalle condizioni. Sono sempre a 18° gradi, umidità al 40%. Troppo umido e le pagine ammuffiscono, troppo secco e diventano friabili. Tieni sempre i libri in verticale, così il dorso non si schiaccia o deforma o svirgola in gergo. E non dobbiamo mai far piegare o sgualcire le pagine, e poi per le copertine niente sostanze chimiche. Sempre verso il dorso. E non deve mai entrare la luce del sole in questa stanza. La luce del sole rovina un libro peggio del fuoco. (Vecchio gestore della biblioteca)

Le cose più preziose nella vita di solito sono le più indifese. (Joe)

È evidente che sei accecata dall'amore e quello che ami scrivere... questa città, le tue amiche, e soprattutto gli uomini come Benji, hanno tutti una cosa in comune: non ricambieranno mai il tuo amore. Mentre tu dai tutta te stessa. È pazzesco a che punto si arriva. Siamo molto simili Beck: gli ultimi veri romantici. (Joe)

Ecco cosa ho imparato questa settimana: sei speciale, hai talento, sei piena di passione, sei furba, tranne in cose in cui non lo sei affatto, come non bloccare il tuo telefono, e innamorarti di uomini come Benji. Lo sai che è sbagliato, ma non riesci a smettere perché... beh, perché tutti hanno bisogno di qualcuno. In realtà tu hai bisogno di qualcuno che ti salvi. Ti aiuto io, Beck. Lascia che ti aiuti. (Joe)

Cavolo. Forse sono solo un pazzo innamorato, ma ho ragione su di te. E ti aiuterò ad avere la vita che meriti, Beck. (Joe)

Non ti puoi permettere vestiti nuovi ma, siamo realisti, saresti perfetta anche con un sacco di patate. (Joe)

Qualche volta per sopravvivere devi mostrare i denti. E secondo me i tuoi sono piuttosto affilati. (Joe)

Adesso ti racconto una cosa, dopodiché io saprò il tuo peggior segreto e tu il mio. E mi lascerai andare. (Benji)

[Dopo aver ucciso Benji] Ha mentito su tante cose, chi poteva saperlo, l'allergia alle noccioline era vera. Credo che Benji morirà da uomo onesto. (Joe)

[Riferendosi al film Bella in rosa] Invisibile ragazza di città si innamora follemente dell'unico ragazzo che in realtà la vede. Sei un po' prevedibile, Beck. Sarò io quel ragazzo, quello che ti vede, te lo meriti dopo Benji... (Joe)

Nessuno si compra mai il primo paio di Jean che ha provato, anche se sono perfetti. (Joe)

Chi è insignificante non si preoccupa di essere insignificante. (Joe)

Quanto è facile imbrogliare la gente, come questi poliziotti. Io sono il bravo ragazzo perbene, perché sospettare di me? La gente crede a qualunque cosa confermi le loro idee. (Joe)

Ho tipo un autismo facciale, per cui non riesco a nascondere quello che penso. (Blythe)

A volte intrometterti tra due persone è il modo migliore per peggiorare le cose. (Joe)

[Dopo aver colpito in testa Peach e averla creduta morta] Non farei mai del male a una donna, ma lei, lei è una pericolosa arpia cannibale. Mi ha forzato la mano. È colpa sua e della sua famiglia che l'ha rovinata. Dovevo farlo Beck, dovevo. Sapevo che non mi avresti perdonato ma non mi ha lasciato scelta. Non sono una persona cattiva, lei ti avrebbe rovinato. Ma adesso sei al sicuro, grazie a me. Voglio solo che tu viva la miglior vita possibile. Coraggioso è quello che faccio per te. Non è facile è difficile. A volte mi fa schifo, sono coraggioso. Quanti sono disposti a fare di tutto per la persona che amano. Sul serio Beck, sei fortunata ad avere me. (Joe)

Familiari, amici, amanti e tutti gli altri vi chiedo perdono, ma non potete certo dire che non ve l'aspettavate. Ho sempre avuto un rapporto complicato con la mia esistenza. Mi è stata data un'altra possibilità di vita dopo l'aggressione nel parco e ho deciso di non coglierla. Pensavo di poter cambiare e cambiando me stessa sperare in un mondo intorno a me, ma cambiare è l'illusione degli sciocchi. Questo mondo è brutto e volgare. Le persone mentono e ti lasciano e la bellezza seppure esiste è fugace e non sincera, tuttavia, ogni tanto, arriva qualcuno che ti fa credere all'amore, e se trovate quella persona, non lasciatela andare. Magari insieme potrete tenere a bada il mostro. Io non ho mai avuto questa fortuna. Quindi concludo le cose a modo mio. Sappiate che vi amo tutti e spero che ci rivedremo nell'autostrada cosmica. Restate fantastici, con amore Pearch Anais Salinger. (Lettera di Peach)

INSIEMEMENTE: la fusione di due menti, due corpi e due anime. (Joe)

È l'amore che fa davvero una famiglia. (Paco)

La verità è che certe persone hanno la sola funzione di dimostrarti cosa non va per te, e altre, ti dimostrano esattamente quello che vali. (Joe)

Un libro è molto più importante della maggior parte delle mani in cui passa. Alcuni non ne sono degni. Per questo dipende dalle persone come noi, persone che credono in una seconda occasione. (Joe)

Qualche volta facciamo cose brutte per le persone che amiamo. Non significa che sia giusto, ma che l'amore è più importante. (Joe)

Ci sto provando, davvero. Ma lo ammetto, diventa sempre più difficile vivere con questa sofferenza. E ci sono giorni in cui non credo nell'amore, dico a me stesso di tenere aperto il cuore, che alla fine mi ero sbagliato su di te. Ma che ogni relazione ci insegna una lezione dura: è il loro regalo per prepararci al giorno in cui arriverà qualcuno, forse l'anima gemella, che possa amarci davvero, e che noi potremo amare davvero. (Joe)
Continua a leggere »


Frasi di Lucifer (Serie TV)



«È bello essere cattivi.»
(Tagline della serie tv)

Titolo Originale:
"Lucifer" (2016-in corso)
Genere: fantastico, drammatico, horror, azione
Regia di: Tom Kapinos
Protagonisti: Tom Ellis, Lauren German, Kevin Alejandro

Trama breve:
Lucifer Morningstar (l'angelo-demone Lucifero, punito da Dio) ne ha abbastanza di essere il servitore diligente nell'inferno e di fare parte della "commedia" del proprio padre. Così decide di trascorrere un po' di tempo sulla Terra per capire meglio l'umanità. Si stabilisce a Los Angeles - la città degli angeli.
(Scheda completa)


Frasi celebri

In principio... l'angelo Lucifero fu bandito dal Paradiso, e condannato a governare l'Inferno in eterno. Finché non decise di prendersi una vacanza... (Incipit)

Ho la capacità di fare emergere i desideri proibiti delle persone. Più è semplice la persona, più è facile. Più è complessa e più è impegnativo e stimolante. (Lucifer Morningstar)

E ora sono un consulente civile del LAPD. Anche se il Diavolo non è civile, che divertimento sarebbe?(Lucifer Morningstar)

È stato incredibile. Musicale. Poetico. Eravamo come fish and chips, sale e pepe, modaioli e snob... (Lucifer Morningstar a Chloe)

Il tuo aiuto mi serve quanto una terza tetta! Aspetta... non dire niente. Mi sono pentita appena l'ho detto. (Chloe Decker a Lucifer)

Non sono uno che fa caso ai sentimenti, di solito, ma mi sembri veramente stressata. Tutto ok? Vuoi, non lo so, ti va di parlarne... magari? O possiamo sempre fare sesso. (Lucifer Morningstar a Chloe)

Un diavolo bruciato dal fuoco. Può esserci qualcosa di più ironico? (Lucifer)

Vuoi distruggermi? Beh, mettiti in fila. (Lucifer)

Vuoi proteggermi me dal male o il mondo dal male che c'è in me? (Lucifer a Chloe)

Un tizio va dallo psichiatra e gli dice "Dottore, deve aiutarmi, mio fratello è pazzo. Si crede una gallina."
E il dottore "Perché non lo fa rinchiudere?"
E il tizio "Sa, lo farei... e che mi servono le uova".
(Barzelletta di Chloe Decker)

[Dopo aver visto un uomo con inguine carbonizzato] È un lavoro crudele, all'Inferno riservavo questo trattamento a gente orribile. Pedofili, nazisti, chi reclina il sedile in aereo... (Lucifer)

Ti starò sempre accanto. Considerami come il tuo Diavolo custode. (Lucifer)

Io credo che la gente venga a vivere a Los Angeles per due motivi: o sta scappando da qualcosa o sta cercando qualcosa. (Linda)

Sono così bravo a far cambiare sponda agli uomini che mi chiamano il traghettatore. (Lucifel)

Siamo tutti nati nel fango, ma alcuni di noi guardano alle stelle. (Linda, citando Oscar Wilde)

Come è possibile che uno che controlla il tempo abbia il tempismo pessimo. (Lucifer ad Amenadiel)

La scelta è una cosa bizzarra. Uno ha opzioni diverse, circostanze diverse, finiranno per essere diversi a loro volta? Di certo potrebbero ritrovarsi con un lavoro diverso o trovare ispirazione da persone diverse, ma nel profondo continueranno a essere la stessa persona? [inquadratura su Ella Lopez]. Qualcuno continuerà a percorrere un sentiero oscuro senza mai sapere che c'era un percorso diverso, il potenziale sepolto giù in profondità, ma comunque presente [Inquadratura su Mazikeen]>. Qualcuno farà scelte immorali invece di quelle morali, ma avrà comunque la stessa coscienza, la domanda è: sceglierà mai di ascoltarla? [inquadratura su Linda Martin]. E a volte nella vita di qualcuno non è il momento giusto di fare determinate scelte, e per quanto tu voglia fortemente spingerlo nella direzione giusta, sai che deve essere lui a scoprirla [inquadratura su Amenadiel]. E alcune persone trovano l'amore nelle situazioni più strane [inquadratura Charlotte e Dan] e in qualche modo sono più felici per questo. E altre non importa quanto mescoli le carte, finiscono per fare le stesse scelte [inquadratura su Lucifel e Chloe], essere attratti dalle stesse persone, dalle stesse passioni... tutto è bene quel che finisce bene. Non avrei dovuto manipolare le cose per cominciare? Ho una domanda migliore: non avreste fatto la stessa cosa al posto mio? Dopotutto un genitore vuole solo il meglio per i propri figli... (Dio)



Dialoghi

  • Poliziotto: Sa perché l'ho fermata?
    Lucifer: Beh, ha sentito il bisogno di esercitare i suoi pochi poteri per punirmi per eccesso di velocità. Va bene, la capisco. Anche a me piace punire la gente. O almeno mi piaceva.
  • Lucifer: Amenadiel, come va, ragazzone?
    Amenadiel: È stato richiesto un tuo rapido ritorno negli Inferi.
    Lucifer: Oh, bene, ok. Fammi solo controllare l'agenda. Si, ecco qui. Dal 7 di mai fino al 15 di non se ne parla, va bene, per voi, ragazzi? Ah, senti, ricorda a papà che me ne sono andato perché ero stufo di avere una parte alla sua commedia.
    Amenadiel: Non mancare di rispetto a nostro Padre, Lucifer.
    Lucifer: Sì, beh, nostro Padre mi manca di rispetto fin dalla notte dei tempi, quindi da che pulpito... non credi?
    Amenadiel: Tu... sei la parodia di tutto ciò che è divino.
    Lucifer: Grazie.
  • Delilah: C'è una cosa che devo sapere.
    Lucifer: Che cosa?
    Delilah: Non avrò venduto la mia anima al diavolo?
    Lucifer: Dai per scontato che al diavolo interessi la tua anima. Senti, quello che ho fatto è stato presentati a persone influenti in debito con me, tutto qui.
    Delilah: Con le cose belle, ne sono venute anche di brutte.
    Lucifer: Giusto. Ed è stato il diavolo, vero? L'alcol, la droga, i selfie in topless... sono scelte tue, mia cara.
  • Chloe: Come si chiama?
    Lucifer: Lucifer Morningstar...
    Chloe: Ed è tipo, non so, un nome d'arte?
    Lucifer: Temo me lo abbia dato Dio.
    Chloe: [senza parole]
    Lucifer: Mi sembra di conoscerla, ci siamo incontrati?
    Chloe: Sì, cinque minuti fa, e le domande le faccio io.
  • Chloe: Vuole dirmi una cosa? Perché la ragazza è morta sotto a una pioggia di proiettili e lei non ha nemmeno un graffio, interessante non crede?
    Lucifer: Vantaggi dell'immortalità.
    Chloe: Immortalità? Ma certo. Si scrive con uno M o con due? Non lo ricordo mai.
  • 2Vile: Hai un problema con la gente nera?
    Lucifer: No, per niente. Detesto questa musica, e con questa musica intendo la tua, non quella fatta da altre persone di colore. Senza il Blues non esisterebbe la musica del Diavolo, ci sono molti grandi musicisti... ma tu, non lo sei, mi spiego?
  • Trixie: Io mi chiamo Beatrice ma tutti mi chiamano Trixie.
    Lucifer: È un nome da prostituta.
    Trixie: E che cos'è?
    Lucifer: Chiedilo a tua madre.
  • Prete: Ognuno ha i suoi demoni.
    Lucifer: Il mio dirige il bar.
  • Dr. Linda Martin: Quindi tu sei il diavolo?
    Lucifer: Sì. Sì. Beh, Satana, Belzebù, il tentatore.... lui è il mio preferito. Ma quelli erano il vecchio me. Oggi sono solo il vecchio Lucifer.
    Dr. Linda Martin: E hai lasciato l'inferno per prenderti una vacanza a Los Angeles?
    Lucifer: Beh, dove altrimenti?
  • Lucifer: Non funziona con te, detective. Perché sei diversa?
    Chloe: Entrambi abbiamo i nostri misteri.
    Lucifer: Ah. Ti svelo i miei se mi dici i tuoi.
  • Linda: Fra tutte le città del mondo, Lucifer. Perché hai deciso di venire a Los Angeles?
    Lucifer: Per lo stesso motivo degli altri: il clima, le pornostar, il cibo messicano...
    Linda: Dici che qui la gente è falsa. Io penso che si venga qui per reinventarsi. Ecco perché anche tu sei qui, perché vuoi reinventarti.
    Lucifer: Perché cambiare la perfezione?
  • Padre Frank: A volte non riusciamo a capirlo, ma Dio ha un piano.
    Lucifer: Sì, lo so. Ma perché tutti pensano sempre che sia un buon piano?
  • Lucifer: Non c'è bisogno che credi a quello che dico, detective. Analizza il mio sangue! Che cosa aspetti? Temi di scoprire la verità?
    Chloe: Temo solo di scoprire di che malattia sessualmente trasmissibile soffri.
    Lucifer: Molto divertente.
  • Charlotte: Saranno cambiate tante cose... chi immaginava che avresti fatto questo lavoro umano.
    Lucifer: Sono un punitore, madre. L'ho sempre fatto. È cambiato solo il luogo in cui opero.
  • Chloe: Hai un aspetto infernale.
    Lucifer: Non me l'avevano mai detto.
  • Chloe: Questo tizio ha una lista. Dio, chi è il prossimo?
    Lucifer: Dio non te lo dirà.
  • [Chloe riceve il regalo di compleanno da Lucifer]
    Chloe: Oh, è bellissimo, che cos'è?
    Lucifer: È il proiettile, di quando mi hai sparato, ricordi? Nel magazzino, eravamo all'inizio.
    Chloe: Oh, certo. Ricordo bene.
    Lucifer: Visto che non ti penetrerò mai, ho onorato la volta in cui tu hai onorato me.
    Chloe: [Ride divertita]
    Lucifer: Perciò... buon compleanno detective!
Continua a leggere »


Frasi del film L'aereo più pazzo del mondo... sempre più pazzo



«Nello spazio nessuno può sentirti ridere."»
(Tagline del film)

Titolo Originale:
"Airplane II: The Sequel" (1982)
Genere: Film comico, demenziale, avventura
Regia di: Ken Finkleman
Protagonisti: Robert Hays, Julie Hagerty, Lloyd Bridges

Trama breve: 
Un computer difettoso fa in modo che lo Space Shuttle, diretto verso una base lunare, cambi rotta in direzione del Sole. A causa di un malinteso, Ted Striker, l'eroe del primo film, è stato portato in un ospedale psichiatrico. Riuscirà a scappare e a riportare lo shuttle sulla pista di atterraggio?
(Scheda completa)


Frasi celebri

I matti vanno trattati col mattarello. (Dottore) [all'interno di una clinica psichiatrica]

Qui centro operativo: 1h43 minuti al lancio. Personale di terra ai posti preposti! (Voce all'altoparlante)

Perché io ti ho amato pazzamente come una pazza, ma sei stato un pazzo ad uscire dall'ospedale dei pazzi! (Elaine)

Quindi per la mia sicurezza, niente norme di sicurezza. (Il commissario)

È stato uno sballo, si ballava come non ho mai ballato e credetemi io sono uno che balla spesso. I piloti erano sballati e così l'aereo continuava a ballare, ma poi è arrivato Superman, cioè Ted Striker, e l'aereo non ha più ballato e una volta a terra siamo andati tutti a ballare al night. (Testimone di colore che parla napoletano) [durante il processo a Ted Striker]

Poi le cose sono cominciate a precipitare quando quello shuttle è precipitato. E più lui parlava dello shuttle che precipitava e più le cose precipitavano. Anche a letto è precipitato tutto, insomma non riuscivamo più a decollare. (Elaine)

Ted io, io non so come dirtelo ma è pazzesco ma sono stata una pazza a credere che tu fossi pazzo, ma io ti amavo pazzamente. Sai quelli che dicono che l'amore è cieco sbagliano, dovrebbero dire che l'amore è pazzo. Oh mio Dio ma che sto dicendo... forse sto impazzendo... È pazzesco! Forse così farò diventare pazzo anche te. (Elaine)

Il passato non è il presente, e il presente non è il passato. Solo il futuro è futuro. (Ted Striker)

L'importante nel panico, è non farsi prendere dal panico. (McCroskey)

Tutti i passeggeri che non hanno una bomba sono pregati di recarsi nella sala convegni. (Hostess)

Le frequenze non sono molto frequentate in questo momento, quindi possiamo permettere a Buck Murdock di frequentare la frequenza. (Controllore di volo)

E come posso controllare senza la torre di controllo? (Buck Murdock)

Gli ordini sono ordini, non disordini! (Buck Murdock)

Partire è un po' morire, ma è meglio partire. Spegni le luci si va a casa. (Buck Murdock)

L'atterraggio si chiama atterraggio perché si atterra a terra, ma in questo caso sarebbe più corretto dire allunaggio. Se si atterrasse sul sole, si potrà dire assolaggio, oppure assolo se uno è solo. (Buck Murdock)

Voglio confessarti un segreto, sto scrivendo le mie memorie. Ti dedicherò un capitolo se non capitolerai. (Buck Murdock)

Non dimenticate le cinture! Non c'è sicurezza, senza le cinture di sicurezza! (Buck Murdock)



Dialoghi

  • Simon: Capitano, il Secondo Pilota, il Sig. Dose, ed il Navigatore, il Sig. Craft.
    Capitano Oveur: Oveur.
    Navigatore Craft: Craft.
    Capitano Oveur: Oveur.
    Secondo pilota Dose: Dose.
  • Copilota: La situazione antigravitazionale non è gravosa.
    Oveur: Sicuro?
    Copilota: Se fosse gravosa non sarebbe antigravitazionale.
    Oveur: Giusto!
    Copilota: Ma potrebbe diventare gravosa se lei lo volesse.
  • McCroskey: Mi volete spiegare cosa ci fa una donna un po' mignotta al comando di una navicella?
    Johnny Jacobs: Solo quelle un po' mignotte arrivano ai posti di comando.
  • Elaine: Signore e signori non facciamoci prendere dal panico. Vi chiedo cortesemente di ascoltarmi, vorrei darvi le ultime notizie sulla navicella... Grazie. Siamo un po' fuori rotta, ma soltanto di un Ted...
    Passeggera: Signorina mi scusi, cosa significa "Ted"?
    Elaine: Be' in termini spaziali significa mezzo milione di miglia! I sobbalzi che sentite sono degli asteroidi che colpiscono violentemente lo scafo della navicella, in questo momento inoltre siamo privi di sistema di navigazione per qui non ci è possibile ritrovare la rotta!
    Passeggero: Mi scusi, lei è sicura di averci detto tutto signorina?
    Elaine: Oh... Ecco... Vorrei aggiungere che abbiamo finito il caffé. [I passeggeri urlano terrorizzati]
  • Buck Murdock: Tenente, lei cosa farebbe?
    Tenente Pervis: Io farei finta di niente, signore.
    Buck Murdock: Ah sì? Ma se noi facciamo finta di niente, loro faranno finta di non accorgersene?
    Tenente Pervis: Facciamo finta di sì.
    Buck Murdock: E se non fanno finta? Eppure ci deve essere un modo, Cristo!
  • Donna Soldato: Signore abbiamo identificato un disco.
    Buck Murdock: Quale?
    Donna Soldato: Tutte le polke di Striker.
    Buck Murdock: Non entrerà mai in hit parade!
  • Passeggera: Chi custodisce il parcheggio custodito?
    Addetto al servizio informazioni: Gli angeli custodi. [...]
    Passeggero: Qual è l'uccello che vola più in alto?
    Addetto al servizio informazioni: Quello degli astronauti.
Continua a leggere »


Frasi del film American Sniper



«Il cecchino più letale della storia americana."»
(Tagline del film)

Titolo Originale:
"American Sniper" (2014)
Genere: Film biografico, guerra, drammatico, azione
Regia di: Clint Eastwood
Protagonisti: Bradley Cooper, Sienna Miller, Jake McDorman, Luke Grimes

Trama breve: 
Il texano Chris Kyle è sempre stato un abile tiratore sin da quando era solo un bambino. Diventato adulto, decide di unirsi ai SEAL per diventare un cecchino. Nel frattempo incontra la splendida Taya in un bar e presto si sposano e hanno due figli. Viaggia per quattro volte in Iraq e, durante le sue missioni, protegge i soldati americani con i suoi precisi colpi diventando una vera e propria leggenda. Tuttavia, ogni volta che torna a casa, ha problemi a riadattarsi alla sua famiglia e alla vita sociale.
(Scheda completa)


Frasi celebri

Ci sono tre tipi di persone a questo mondo: le pecore, i lupi e i cani da pastore. Ci sono persone che preferiscono credere che nel mondo il male non esista. E se mai si affacciasse alla loro porta, non saprebbero come proteggersi. Quelle sono le pecore. E poi ci sono i predatori, che usano la violenza per sopraffare i deboli. Quelli sono i lupi. E poi ci sono quelli a cui Dio ha donato la capacità di aggredire e il bisogno incontenibile di difendere il gregge. Questi individui sono una specie rara, nata per affrontare i lupi. Sono i cani da pastore. In questa famiglia noi non alleviamo pecore, e io vi ammazzo a cinghiate se diventate dei lupi. [...] Ma proteggiamo chi amiamo. Se qualcuno prova a picchiarti, se c'è chi fa il bullo con tuo fratello, vi autorizzo a farlo smettere. (Wayne Kyle)

Eccolo là! Quello è uno che molla. Meglio per lui e meglio per noi! Chi vi molla qui vi molla anche sul campo di battaglia! Se siete nella merda vi ci lascia, se vi sparano non vi porta in salvo! (Sergente)

Bersaglio minimo, minimo errore. Miri ad un bottone e sbagli di 5 centimetri, se è una camicia magari sbagli di mezzo metro. (Sergente)

Vaffanculo questo posto! (Jeff Kyle)

Queste guerre si vincono e si perdono nella testa del nemico. (Sergente)

Da piccolo, vicino a casa c'era un recinto elettrificato, noi ci aggrappavamo e vedevamo chi resisteva di più. La guerra fa lo stesso effetto: ti da la scossa e non riesci più a tenerti stretto a niente. (Marc Lee)

[Ultime parole di Marc Lee lette al suo funerale] «La gloria è qualcosa che certi uomini inseguono e in cui altri si imbattono per caso, senza aspettarsi di trovarla. In un modo o nell'altro è un gesto nobile che a volte ci si vede attribuire. La mia domanda è: quand'è che la gloria svanisce e diventa una crociata sbagliata o un fine ingiustificato in virtù del quale ci si consuma completamente? Ho... visto la guerra e ho visto la morte!» (Debbie Lee)

Sono pronto ad incontrare il Creatore. E a rispondere di ogni singolo sparo! (Chris Kyle)

Sai, è una cosa grossa fermare un cuore che batte! (Chris Kyle)

Sono pronto a tornare a casa. (Chris Kyle)

Un’altra domanda che ti fanno spesso è: "ti sei mai preoccupato di avere ucciso così tante persone in Iraq?". Io rispondo di no. E lo penso davvero.
La prima volta che uccidi qualcuno diventi un po’ nervoso; pensi: "Posso davvero sparare a quel tipo? È davvero giusto?". Ma dopo che uccidi il tuo nemico, ti accorgi che è tutto ok. Dici: "Grandioso!" Lo fai ancora e ancora. Lo fai perché il nemico non possa uccidere te e i tuoi uomini, lo fai finché non c’è nessuno da ammazzare. Questa è la Guerra. (Chris Kyle)

Questi ragazzi sanno chi sei e si sentono invincibili con te là sopra. (Ryan Job)

Questi ragazzi sanno chi sei e si sentono invincibili con te lì sopra. - Non lo sono... - Lo sono se credono di esserlo.

Solo perché la guerra è l’inferno, non vuol dire che non ti puoi divertire un po'. (Chris Kyle)

Voglio beccare il nemico, ma se non lo vedo come faccio a sparargli?! (Chris Kyle)

Queste guerre si vincono e si perdono nella testa del nemico.

Sono Marines, non sono addestrati come noi, metà di loro sei mesi fa erano civili. (Marc Lee)

Non lasciare mai il tuo fucile per terra! (Padre di Chris)



Dialoghi

  • Reclutatore: Quindi sei texano.
    Chris Kyle: Sissignore!
    Reclutatore: ...e sei un patriota.
    Chris Kyle: Sissignore!
    Reclutatore: ...e sei incazzato.
    Chris Kyle: Voglio rendermi utile.
    Reclutatore: Ti piace combattere?
    Chris Kyle: Sissignore!
    Reclutatore: Ti piace combattere... allora ti presento... il nostro reparto di elite!
    Chris Kyle: I Seals.
    Reclutatore: Esatto: mare, aria e terra.
    Chris Kyle: L'acqua non è il mio forte.
    Reclutatore: No, beh... qui ci vuole coraggio! Sono molti quelli che mollano.
    Chris Kyle: Non sono uno dei molti, io non mollo.
  • Recluta: Ma io non sono nero.
    Capitano: No?
    Recluta: Sono un nero nuovo modello. Corriamo piano, saltiamo poco, nuotiamo bene e ci vestiamo da bianchi. E rendo orgogliosi i bianchi quando mi sbatto le loro donne. Io me le sbatto.
  • Taya Renae: Cioè, ma come funziona con voi? Diventate tutti single dopo 3 birre?
    Chris Kyle: No, io dopo 3 birre penso solo a farmi la quarta.
    Taya Renae: Ah, ma certo, come no. Un bifolco del sud...
    Chris Kyle: Non sono del sud, sono texano.
    Taya Renae: Umh... che differenza c'è?
    Chris Kyle: Noi cavalchiamo i cavalli, quelli si cavalcano le cugine.
  • Taya Renae: So tutto di voi, mia sorella doveva sposare un SEAL.
    Chris Kyle: Ah davvero?
    Taya Renae: Sì!
    Chris Kyle: Aspetta, in che senso sai tutto di noi? Che vuoi dire?
    Taya Renae: Voglio dire che siete un branco di coglioni arroganti ed egocentrici, che credono di poter mentire e fare tutto il cazzo che gli pare. Non uscirei mai con un SEAL.
    Chris Kyle: Perché sono egocentrico? Io darei la vita per il mio paese.
    Taya Renae: Perché?
    Chris Kyle: È il paese più bello del mondo e farei di tutto per proteggerlo. Mi dispiace per tua sorella, ma io non sono così.
  • Taya Renae Kyle: Hai sempre voluto fare il soldato?
    Chris Kyle: Oh no, volevo fare il cowboy, ma sentivo che ero nato per qualcosa di più.
    Taya Renae Kyle : E hai cominciato a salvare ragazze nei bar?
    Chris Kyle: Mi sa che ho salvato il bar da te.
  • Soldato: Tieni giù la testa texano! Anche quei bastardi hanno i cecchini.
    Chris Kyle: I cecchini non ti sparano in testa.
    Soldato: Sì, quelli ne hanno uno che spara in testa alla gente da 500 metri di distanza. Lo chiamano Mustafa, è stato alle olimpiadi.
  • Militare 1: Lei è l'uomo più ricercato in Iraq.
    Militare 2: 180.000 dollari per la sua pelle.
    Chris Kyle: Non lo dite a mia moglie, magari ci fa un pensierino
  • Chris Kyle: Addestriamoli, gli faccio vedere come si fa. Mi metto al comando della squadra.
    Marc Lee: No, non puoi. Ci servi per la copertura.
    Chris Kyle: Dai, e se vado giù in strada, Mark...
    Marc Lee: Andare giù in strada è il lavoro più rischioso. Chi credi di essere, un supereroe?
    Chris Kyle: Io voglio beccare il nemico. Se non lo vedo non gli posso sparare.
    Marc Lee: Senti, questi ragazzi sanno chi sei e si sentono invincibili con te lì sopra.
    Chris Kyle: Non lo sono.
    Marc Lee: Invece sì se ci credono. Dacci dentro col fucile e lascia che quei segugi trovino Zarkaoui.
  • Navy Doctor: Ho una domanda per te, Chris. Quanto tempo ha passato al fronte?
    Chris Kyle: Ho fatto 4 turni quindi...
    Navy Doctor: Sono quanti, 1000 giorni?
    Chris Kyle: Sì, più o meno.
    Navy Doctor: Sarebbe sorpreso se le dicessi che la Marina le attribuisce più di 160 uccisioni?
    Chris Kyle: [Hums]
    Navy Doctor: Pensi mai di... aver visto cose laggiù o... fatto cose che adesso rimpiange?
    Chris Kyle: Oh, io non sono fatto così.
    Navy Doctor: In che senso?
    Chris Kyle: Proteggevo i miei compagni, loro ammazzavano i nostri... e io pronto a incontrare il Creatore e rispondere di ogni singolo sparo.
    Chris Kyle: La cosa che mi tormenta sono quelli che non ho salvato.
    Chris Kyle: Sono perfettamente in grado di combattere lì... ma sono qui, ho mollato.
    Navy Doctor: Vorrebbe aver salvato più soldati?
    Chris Kyle: Sissignore.
    Navy Doctor: Si faccia un giro in qualunque reparto dell'ospedale. Siamo pieni di soldati da salvare. Ci facciamo un giro?
    Chris Kyle: Certo.
Continua a leggere »


Migliori film con Pino Caruso



Pino Caruso, il cui vero nome è Giuseppe Caruso (Palermo, 12 ottobre 1934 – Roma, 7 marzo 2019), è stato un attore e scrittore italiano.


Fra i suoi migliori film vi sono:
Quella piccola differenza,
Malizia,
La donna della domenica,
La matassa.


Di seguito trovate la lista completa di tutti i film con Pino Caruso, compresi quelli in cui non è il protagonista e i cameo; per ogni film trovate in breve la descrizione del ruolo e del personaggio che ha interpretato.


Filmografia

La più bella coppia del mondo (1968)

La mano (1969)

Gli infermieri della mutua (1969)

Un elmetto pieno di... fifa (1970)

Quella piccola differenza (1970)

Gli amici degli amici hanno saputo (1973)

Malizia, regia di Salvatore Samperi (1973)

La seduzione (1973)

La governante (1974)

Vacanze di sangue (1975)

L'ammazzatina (1975)

La donna della domenica (1975)

Dimmi che fai tutto per me (1976)

Il marito in collegio (1977)

Il... Belpaese (1977)

Ride bene... chi ride ultimo (1977)

Gegè Bellavita (1978)

Il ficcanaso (1980)

L'esercito più pazzo del mondo (1981)

Canto d'amore (1982)

Lei è colpevole, si fidi! (1985)

Scugnizzi (1989)

Per quel viaggio in Sicilia (1991)

La strategia della maschera (1998)

Ultimo (1998)

Eravamo solo mille (2007)

La matassa (2009): qui è il prete don Gino, che sta confessando Valentino Picone in punto di morte.

Un Natale per due (2011)

Abbraccialo per me (2016)
Continua a leggere »


Migliori film con Luke Perry



Luke Perry, il cui nome completo è Coy Luther Perry III (Mansfield, 11 ottobre 1966 – Burbank, 4 marzo 2019), è stato un attore statunitense. È noto per essere stato il personaggio Dylan McKay nella serie televisiva Beverly Hills 90210 e per il ruolo da protagonista nella serie televisiva Jeremiah.


Fra i suoi migliori film vi sono:
Buffy - L'Ammazza Vampiri,
Otto secondi di gloria,
Occhi indiscreti.


Di seguito trovate la lista completa di tutti i film con Luke Perry, compresi quelli in cui non è il protagonista e i cameo; per ogni film trovate in breve la descrizione del ruolo e del personaggio che ha interpretato.


Filmografia

L'ultimo viaggio (1990)

A letto in tre (1991)

Buffy - L'Ammazza Vampiri (1992)

A casa con i Webber (1993)

8 secondi di gloria (1994)

Vacanze di Natale '95 (1995)

Crocevia per l'inferno (1996)

Il quinto elemento (1997)

Riot (1997)

Randagi (1997)

Lifebreath (1997)

Invasione letale (1997)

Occhi indiscreti (1998)

Partita col destino (1998)

Uragano (1999)

Impatto letale (1999)

Attention Shoppers (2000)

The Enemy (2001)

Dirt (2001)

Mistero alle Bermuda (2001)

Fogbound (2002)

La guerra di Johnson County (2002)

Down the Barrel (2003)

The Descent - Al centro della terra (2005)

Supernova (2005)

Dishdogz (2006)

Le avventure dei ragazzi vincenti (2007)

Alice una vita sottosopra (2007)

La promessa di un pistolero (2008)

La figlia della sposa (2008)

L'ultima conquista (2009)

Äntligen midsommar! (2009)

Upstairs (2009)

Silent Venom (2009)

Sam Steele and the Junior Detective Agency (2009)

Good Intentions (2010)

The Final Storm (2010)

Redemption Road (2010)

Un'estate al ranch (2010)

Goodnight for Justice (2011)

Battle Scars: The Bud Moore Story (2011)

Goodnight for Justice: Il valore di un uomo (2012)

Flat Chested (2013) - cortometraggio

Red Wing (2013)

Scoot poliziotto a 4 zampe (2013)

Goodnight for Justice: Regina di cuori (2013)

A Fine Step (2014)

The Beat Beneath My Feet (2014)

Scoot poliziotto a 4 zampe 2 (2014)

Black Beauty (2015)

Dragon Warriors (2015)

Welcome Home (2015)

Jesse Stone - Delitti irrisolti (2015)

Love in Paradise (2016)

Race to Redemption (2016)

It's a Gawd! (2017)
Continua a leggere »


Frasi del film I pirati di Silicon Valley



«La vera storia di come Bill Gates e Steve Jobs hanno cambiato i mondo."»
(Tagline del film)

Titolo Originale:
"Pirates of Silicon Valley" (1999)
Genere: Film biografico
Regia di: Martyn Burke
Protagonisti: Noah Wyle, Anthony Michael Hall

Trama breve: 
Film che narra la storia degli uomini che hanno fondato Apple e Microsoft. Mette a confronto il loro diverso modo di lavorare e di pensare, la diversità delle loro imprese e, soprattutto, la loro rivalità.
(Scheda completa)


Frasi celebri

[All'inizio del film] Non voglio che pensiate sia, solo un film. Un processo di conversione di elettroni e impulsi magnetici in forme figure e suoni. No, è ben altro. Siamo qui, per cambiare l'universo, altrimenti perché saremmo qui? Stiamo creando una coscienza completamente nuova come fanno gli artisti, o i poeti. Così dovete vedere la cosa. noi stiamo riscrivendo la storia del pensiero umano. (Steve Jobs)

Si credono rivoluzionari, ma i rivoluzionari siamo noi. (Steve Jobs)

Steve non è mai stato un ragazzo comune, vedeva sempre le cose in modo diverso. Per me si parlava di kilobyte o piastre a circuitali, ma lui ci vedeva il karma e i significato dell'universo. (Steve Wozniak)

L'informazione è il potere. (Steve Jobs)

Woz, ci servono le scatole non i computer! (Steve Jobs)

Forse in un'altra vita ero un poeta o un'artista. (Steve Jobs)

Dobbiamo scoprire quello che lui non sa di aver bisogno, ma di cui ha bisogno. E accertarsi che capisce di averne bisogno e poi dargli la risposta. (Bill Gates)

Hey Bill, non so se sono i vestiti o se sei tu, ma sicuramente c'è qualcosa che va lavato qui. (Steve Ballmer)

Cominciavo a pensare che Steve fosse nato con l'ossessione di annientare l'IBM. E in un certo senso si può capire, insomma, all'epoca per quanto ci riguardava, l'IBM era praticamente come il Pentagono. Voglio dire erano un gruppo di ragazzi vestiti nello stesso modo e cantavano filastrocche aziendali. Noi, invece, eravamo dei pazzi trasandati e ci divertivamo con oggetti che l'IBM considerava giocattoli. Ma che ne sapevano loro... (Steve Wozniak)

La Microsoft? Nessuno ne aveva mai sentito parlare, e neanche di Bill Gates. Insomma, erano sconosciuti, ma eravamo tutti degli sconosciuti. Il che era perfetto per noi, perché gli altri tizi rispettabili perbene, erano impegnati a fare quello che fanno di solito, cioè essere rispettabili. E così noi potevamo continuare a comportarci da pazzi, cosa che ci veniva benissimo. Mi mancano quei giorni. (Steve Wozniak)

Steve, stiamo lavorando più duramente dei nostri padri. E prima ridevamo di quanto lavorassero loro. È assurdo! (Steve Wozniak)

Sai cosa dicono i mafiosi? Tieni vicino gli amici, ma ancora più vicino i nemici. (Bill Gates)

Altro che molto fumo e niente arrosto, noi non avevamo neanche il fumo. (Steve Ballmer) [mentre Bill Gates espone il DOS ai dirigenti IBM]

Se volete la verità, ero felicissimo di essere il presidente della Pepsi Cola finché Steve Jobs non mi ha contattato dicendomi: "vuoi vendere acqua zuccherata per il resto della tua vita o vuoi entrare nella storia?". (John Sculley)

Ricordate che la vita non la si vive e basta, la si cambia, la si forma, si cerca di lasciare un segno. Ed è questo che, abituatevi al nome, Lisa riuscirà a fare. (Steve Jobs)

Vorreste che la Xerox lanciasse un aggeggio che si chiama topo?! (Dirigente Xerox)

Steve, hai detto che questo aggeggio che hai costruito è destinato alla gente comune. Ma che diavolo può farsene la gente comune dei computer? (Dirigente Hewlett Packard)

Ogni volta che Steve andava a chiedere un prestito era come se loro fossero eschimesi ai quali noi volessimo vendere un frigo. (Steve Wozniak)

Dobbiamo pensare a noi stessi come artisti, e come disse Picasso: "I bravi artisti copiano, i grandi artisti rubano". (Steve Jobs)

Steve, tutte le auto hanno le ruote, eppure nessuno afferma di esserne l'inventore. (Bill Gates)

È come fare affari con una mantide religiosa, che prima ti seduce e dopo ti mangia vivo. (Steve Jobs)

Tu e io avevamo un ricco vicino di casa, la Xeros, che lasciava sempre la porta aperta: si poteva entrare e rubare qualsiasi cosa. Solo che quando sei arrivati hai capito che c'ero prima io, IO HO PRESO IL BOTTINO, Steve!!! E ora mi dici "Oh no, non è giusto, volevo rubarlo io per primo!". È troppo tardi. (Bill Gates)

È strano ma a volte scopri cose che sono più importanti di quelle che hai sempre considerato importanti. Forse perché si invecchia... (Steve Wozniak)



Dialoghi

  • Mike: Wozniak è l'impiegato numero uno e tu il numero due.
    Jobs: No un momento... Io sono il numero uno. Woz?
    Wozniak: Per me è lo stesso...
    Jobs: Sono io il numero uno qui.
    Mike: Non volevo offendere, non volevo insinuare niente...
    Jobs: Allora io sono lo zero, Woz puoi essere il numero uno!
  • Steve Jobs: Tu ci stai derubando Bill!
    Bill Gates: Non sto rubando proprio niente! Non dire certe cose!
    Steve Jobs: E allora che cazzo fai? Che cos'è questa storia che continuo a sentire, che stai sviluppando quel... come si chiama... Windows?
  • Steve Jobs: Siamo meglio di voi. La nostra roba è migliore.
    Bill Gates: Allora non hai capito, Steve. Questo non ha importanza!
Continua a leggere »