Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV






Ogni film contiene una frase, un monologo, una scena che rimane impressa nella mente. Qui potete trovare le migliori frasi, le più belle citazioni e i monologhi di film, serie tv e cartoni animati. Inoltre le schede dei film contengono anche info aggiuntive come la lista degli interpreti e dei personaggi, le curiosità, il giudizio personale sul film, la colonna sonora e la spiegazione del finale e delle parti più ingarbugliate.

Frasi e argomenti più letti

Frasi del film 10 giorni senza mamma


>
«Tu non sei in grado di gestire tre figli da solo»
(Frase celebre del film)

Titolo Originale:
"10 giorni senza mamma" (2019)
Genere: Film commedia
Regia di: Alessandro Genovesi
Protagonisti: Fabio De Luigi, Valentina Lodovini, Antonio Catania

Trama breve:
Cosa succede se una madre sempre presente decide di partire per dieci giorni, lasciando i tre figli con un padre fino a quel momento praticamente assente?
(Scheda completa)


Frasi celebri

E poi non so se hai capito che inferno ti aspetta, tu non sei in grado di gestire tre figli da solo. (Camilla)

Ha idea di cosa pensano i suoi figli di lei? (Babysitter)

È una famiglia tutta matta! (Bianca)

Ti dico che non ce la fa mamma! (Camilla)

È rassicurante sapere che avrai sempre un punto debole, lo sai? (Giulia)

Mi sei un po' mancato in questi anni papà. (Camilla)

È la cosa più bella e più brutta che tu mi abbia mai detto. (Carlo)

Cortesemente, mi dice dove metto il bambino oggi? (Carlo)

Quello che dobbiamo far capire ai nostri dipendenti precari è che il contratto a tempo indeterminato presenta vari aspetti negativi. Il tempo indeterminato vuol dire un futuro già stabilito. Quindi un futuro senza speranze, senza sogni. La certezza del futuro di per sé è una cosa negativa, destabilizzante. Del resto che cos'è l'unica cosa di cui abbiamo la certezza nel futuro? LA MORTE. E invece il precariato è vita, è la categoria di chi ambisce all'immortalità contrattuale. (Alessandro Minervini)

Ma tu sei uno di quei perdenti a cui piace essere fottuto immediatamente, o preferisci essere cucinato a fuoco lento? (Alessandro Minervini)

Invece per il problema è che voi anziani vedete noi giovani come una minaccia. Siete tutti attaccati alle vostre poltrone come se avere tanti anni fosse un merito... (Camilla)



Dialoghi

  • Giulia: Comunque io vi volevo dire una cosa...Sentite! Vado dieci giorni a Cuba con vostra zia Caterina!
    Tito: E noi con chi restiamo, scusa?!
    Giulia: Con papà!
    Carlo: Con papà?
  • Alessandro Minervini: Mia moglie e io facciamo tutto insieme ed abbiamo sempre fatto tutto insieme, a cominciare dall'allattamento.
    Carlo: Non voglio pensare da dove usciva il latte.
    [Il capo fa un'occhiataccia a Carlo]
  • Direttore: Carlo, tu sai che questo è un momento importante per la Family Market. C'è in ballo la ristrutturazione aziendale, l'accordo con i cinesi... e io non vorrei che tu ti fossi un po' seduto visto che sei ritornato a lavorare qui in sede dopo tanti anni. Che lo vivessi come un approdo, una fine del viaggio.
    Carlo: No, anzi, figuriamoci. È uno stimolo in più per me.
    Direttore: È anche Alessandro è uno stimolo per te?
    Carlo: Sì, dobbiamo ancora un po' affiatarci ma...
    Direttore: E perchè? Ma il mondo non è andato avanti a botta di affiatamento. I progressi avvengono con la concorrenza.
    Carlo: Quindi io e Alessandro siamo in concorrenza?
    Direttore: Il leone capo del branco viene sfidato dai più giovani. È la natura.
    Carlo: Ma qui non siamo nella savana, giusto?
    Direttore: E chi l'ha detto? L'azienda è mia. Sono io che decido se è un circo, un formicaio, la casa di Ken e Barbie, o la savana. Tu cosa vuoi essere: un Ken o un leone?
    Carlo: Oddio, messa giù così...
    Voglio dire... Ken non ha neanche i genitale, giusto?
    Carlo: Appunto, dico...
    Direttore: Tira fuori la grinta Carlo, so che ce l'hai.
    Carlo: Ce l'ho, ce l'ho.
  • Camilla: Mi sa che mi sono venute.
    Carlo: Chi?
    Camilla: Il ciclo.
    Carlo: Amore non è possibile, sei una bambina ancora. Ti sarai sbagliata, non è possibile.
    Camilla: Papà, ho 13 anni e ho il sangue nelle mutande.
    Carlo: [l'abbraccia] La mia bambina, non ti devi preoccupare, è tutto normale. È il bruco che sanguina e diventa farfalla!
    Camilla: La pianti?
    Carlo: Si, si, scusa. Sei un po' nervosa eh? È normale, quando si hanno le mestruazioni si diventa un po' nervosi... [inizia a commuoversi] Mi sembra ieri che ti portavo in giro con la biciclettina...
    Camilla: Ma che cazzo stai dicendo?
    Carlo: Hai ragione scusa, adesso io parlerei ma davvero mi sto cagando addosso. Poi finiamo eh? [si chiude in bagno col mal di pancia per aver mangiato cibo scaduto]
  • Capo: Ma ti sono cresciuti i denti?
    Carlo: No, è che ho sfumato alto il taglio di capelli e allora c'è questo effetto di allungamento del viso...
Continua a leggere »

Attrici statunitensi (americane) famose



In questa sezione trovate una lista di attrici statunitensi o americane famose che comprende sia le attrici del passato che quelle recenti brave o più cercate sul web.


Lista

Attrice Anno
1
1972
2
1985
3
1986
4
1974
5
1975
6
Annalise Basso
1998
7
Anne Hathaway
1982
8
Annette Bening
1958
9
1968
10
Ashley Olsen
1986
11
Ava Gardner
1922-1990
12
Barbara Stanwyck
1907-1990
13
Barbra Streisand
1942
14
Bette Davis
1908-1989
15
Blake Lively
1987
16
1986
17
1972
18
1986
19
Carol Alt
1960
20
1975
21
Chloe Bennet
1992
22
Christina Aguilera
1980
23
1964
24
Danielle Bisutti
1976
25
Demi Moore
1962
26
Denée Benton
1991
27
Diane Lane
1965
28
1975
29
D'Jamin Bartlett
1948
30
1974
31
1989
32
1991
33
1988
34
Eszter Balint
1966
35
Ginger Rogers
1911-1995
36
1929-1982
37
1972
38
Haley Bennett
1988
39
Halle Berry
1966
40
1970
41
1982
42
1963
43
Helon Blount
1929-2005
44
1974
45
Ingrid Bergman
1915-1982
46
Jacinda Barrett
1972
47
1984
48
Jean Harlow
1911-1937
49
1969
50
Jennifer Bassey
1942
51
Jennifer Beals
1963
52
1979
53
Jennifer Connelly
1970
54
1990
55
Jennifer Lopez
1969
56
Jenny Beck
1974
57
1981
58
1982
59
Joan Crawford
1904-1977
60
1962
61
1962
62
Judy Garland
1922-1969
63
1960
64
1967
65
1972
66
1955
67
Katharine Hepburn
1907
68
1948
69
Kaye Ballard
1925-2019
70
Kim Basinger
1953
71
1965
72
Kim Kardashian
1980
73
Kim Novak
1933
74
1982
75
1990
76
1973
77
1981
78
Lauren Bacall
1924-2014
79
1967
80
1983
81
Lillian Gish
1893-1993
82
Linda Hamilton
1956
83
Liz Taylor
1932-2011
84
Mae West
1893-1980
85
Maggie Gyllenhaal
1977
86
Margot Bingham
1987
87
1967
88
Marilyn Monroe
1926-1962
89
Mary-Kate Olsen
1986
90
1952
91
Mayim Bialik
1975
92
Megan Fox
1986
93
Meg Ryan
1961
94
Meryl Streep
1949
95
1976
96
1958
97
Miley Cyrus
1992
98
Natalie Wood
1938-1981
99
Nikki Blonsky
1988
100
1984
101
1981
102
1968
103
Rachel Bilson
1981
104
Raquel Welch
1940
105
Rebecca Romijn
1972
106
Reese Witherspoon
1976
107
Rita Hayworth
1918-1987
108
1979
109
Rowan Blanchard
2001
110
Sandra Bernhard
1955
111
1964
112
Sarah Jessica Parker
1965
113
1974
114
1984
115
1958
116
Shirley Temple
1928-2014
117
Susan Sarandon
1946
118
Talia Balsam
1959
119
1969
120
Traci Bingham
1968
121
Troian Bellisario
1985
122
1970
123
Valerie Bertinelli
1960
124
Vivien Leigh
1913-1967
125
1971
126
1955
127
1980
Continua a leggere »

Migliori film con le gemelle Olsen



Mary-Kate Olsen e Ashley Fuller Olsen , note come le gemelle Olsen, sono due attrici, stiliste e imprenditrici statunitensi. Hanno preso parte anche a serie e miniserie televisive come: Gli amici di papà, Due gemelle e una tata, Due gemelle e un maggiordomo. La loro carriera cinematografica termina nel 2005 e iniziano quella di stiliste per diverse linee di alta moda come The Row.


Fra i loro migliori film vi sono:
Matrimonio a 4 mani,
Due gemelle quasi famose,
Due gemelle a Roma,
Due gemelle a Londra,
Due gemelle a Parigi.


Di seguito trovate la lista completa di tutti i film con le gemelle Olsen, compresi quelli in cui non sono le protagoniste e i loro cameo; per ogni film trovate in breve la descrizione del ruolo e del personaggio che hanno interpretato.


Filmografia

Nonna stiamo arrivando (1992) – film TV

Our First Video (1993) – cortometraggio

Due magiche gemelle (1993) – film TV

Due gemelle nel Far West (1994) – film TV

Piccole canaglie (1994) – cameo

Matrimonio a quattro mani (1995): qui sono due bambine che non si conoscono ma che si incontrano per caso e si scambiano i ruoli, quella povera va a vivere nella casa di quella ricca e viceversa.

Our Music Video (1997) – cortometraggio

Due gemelle per un papà (1998) – film TV

La valle dei pini – soap opera, 1 episodio (1998)

Due gemelle a Parigi (1999)

Due gemelle nel pallone (1999) – film TV

Due gemelle in Australia (2000)

Mary-Kate & Ashley's Fashion Forward (2001) – documentario

Due gemelle a Londra (2001)

Holiday in the Sun (2001)

Due gemelle on the road (2002)

Due gemelle a Roma (2002)

Due gemelle quasi famose (2003)

Charlie's Angels - Più che mai (2004) – cameo

Una pazza giornata a New York (2004)
Continua a leggere »

Frasi del film Matrimonio a 4 mani



«Due teste sono meglio di una, se poi sono identiche... ancora meglio!»
(Tagline del film)

Titolo Originale:
"It Takes Two" (1995)
Genere: Film commedia
Regia di: Andy Tennant
Protagonisti: Kirstie Alley, le gemelle Olsen, Steve Guttenberg

Trama breve:
Alyssa e Amanda sono due bambine identiche, ma non si conoscono, vivono in ambiente molto diversi e non condividono alcun grado di parentela. Un giorno s'incontrano per caso e si rendono conto di avere entrambe un problema familiare in comune che possono risolvere solo unendo le proprie forze e i cuori di due persone innamorate...
(Scheda completa)


Frasi celebri

Essere orfani è come crescere in un rifugio per cani abbandonati. Vogliono tutti un cucciolo. (Amanda)

Io non dico mai che non faccio promesse. Dico solamente che non faccio mai promesse che non riesco mantenere. C'è una bella differenza. (Diane)

Guarda che ti ho segnato una meta non lo sai! (Alissa) [parlando ad Amanda]

Non ci mangio, non ci dormo, tocco le stelle, sto per fare gol alla finale della coppa del mondo! (Amanda) [parlando a Diane]

Fermo rottame umano, io t'ammazzerei molto volentieri prima di denunciarti per sfruttamento di minori! (Diane) [parlando al padre adottivo di Amanda]

La grande cena!? Senti grassone io non vado bene sono tuttossa, ci sono tanti bambini grassocci, sono lì fuori, cenati loro! (Amanda) [Parlando al maggiordomo]

Io faccio il parrucchiere... non il custode di animali! (Parrucchiere) [parlando di Amanda]

Roger… Roger… Una brutta giornata è quando mi si rompe un'unghia… oggi ho avuto un cataclisma! (Clarice)

Ok ma non parlre così bene, dì qualche parolaccia ogni tanto: Porca Vacca non posso manco fare la cacca quando cavolo dico io!! (Amanda)

Ci puoi scommettere il tuo bel culetto che lo farò, compagna. (Alissa)

Tu non lo sai, ma è una botta terribile per me. Poteva scoppiare una cosa grossa tra noi due. Una cosa grossa del genere: non ci dormo la notte, non ci mangio, tocco le stelle, sto per fare goal alla finale della coppa del mondo. Pazienza! (Diane)

Se andasse più piano camminerebbe all'indietro. (Roger Callaway)



Dialoghi

  • Diane Barrows: D'accordo, non sarà un quartiere di lusso ma non sempre si può giudicare un libro dalla copertina. E poi non puoi restare orfana per tutta la vita.
    Amanda Lemmon: E allora adottami, che aspetti?
    Diane Barrows: La legge non me lo permette con il mio stipendio, e c'è un altra cosa: tu hai bisogno di una madre e di un padre.
    Amanda Lemmon: Trovati un marito allora.
    Diane Barrows: Non è mica come comprare una macchina, sai.
    Amanda Lemmon: Lo so. Deve essere una cosa tipo oddio, non ci dormo, non ci mangio, tocco le stelle, sto per fare goal alla finale della coppa del mondo, dico bene?
    Diane Barrows: Beh, ogni ragazza ha il suo decoro.
    Amanda Lemmon: Beh anch'io ho il mio e dico a questi "stateci voi in questa topaia".
  • Amanda: Cavolo, ce ne sono due di noi eccome.
    Alyssa: Tu non trovi che sia strano?
    Amanda: No! Questo è un casino, questo è proprio un vero casino.
  • Clarice: Se tu mi metti in imbarazzo davanti a tutti questi invitati io farò in modo che tu non possa più suonare nei secoli dei secoli dei secoli... sono stata chiara?
    Amanda: Chiara!? Un cristallo! Infatti io ti vedo come sei fatta dentro!
  • Cameriere: Escargots, Miss Callaway?
    Amanda: Sto crepando di fame, cioè volevo dire... le assaggio volentieri! Uhmm... Sembra gomma americana...
    Cameriere: Sono lumache miss...
    Amanda: Buone, saporose, callose! [il cameriere va via]
    Amanda: Ricchi sfondati e mangiano queste schifezze!
  • [Amanda suona terribilmente il piano alla festa di Clarice]
    Roger: Tu non pensi che mia figlia stia chiedendo un po' di attenzione?
    Maggiordomo Vincent: In maniera disperata direi!
  • Vincent: In nome di Dio, che succede quì?
    Amanda: Oh, ciao Benny... voglio dire, Vincent... io mi sono... distratta!
    Vincent: Oh, tu non devi mai chiedere scusa!
    Amanda: Davvero? Che culo! Cioè, voglio dire... che ho una terribile urgenza di andare a fare... la piscia.
    Vincent: Oh... la piscia, miss? Be', senti... vai a farla. E poi vestiti, per favore... e fatti acconciare da Carlos, d'accordo? [sottovoce, rivolgendosi a Carlos] Preferivo quando sveniva!
  • Amica di Clarice: Possiamo chiederti di suonarci qualcosa?
    Amanda: Ma naturalmente, ne sarei lusingata! Cosa vuole che io suoni per lei... un disco, un campanello...
  • Alyssa Calloway: Allora, non vieni?
    Diane Barrows: Uh, no, io credo che l'aspetterò qui fuori Amanda.
    Alyssa Calloway: DIANE BARROWS! MUOVI IL CULO E VIENI QUI... ADESSO! SUBITO!
    Diane Barrows: D'accordo, d'accordo. Magari resterò fuori a dare un'occhiata.
  • Clarice Kensington: Io non sono mai stata così umiliata in vita mia!
    [Clarice si gira per allontanarsi e sbuffa]
    Alyssa Calloway: Si può fare di meglio?
    [calpesta l'abito da sposa di Clarice in modo che tutti possano vedere la sua biancheria intima]
  • Diane Barrows: Scusa se ho rovinato la festa. Ma non volevo che andasse all'altare quella sbagliata. Vo vo volevo dire la bambina sbagliata.
    Roger Callaway: Non ti correggere, avevi detto bene.
Continua a leggere »

Frasi del film Selvaggi



«Piombati dal cielo nel cuore di una natura selvaggia.»
(Dal trailer promozionale)

Titolo Originale:
"Selvaggi" (1995)
Genere: Film commedia
Regia di: Carlo Vanzina
Protagonisti: Ezio Greggio, Leo Gullotta, Antonello Fassari

Trama breve:
Aeroplano in volo con turisti italiani, sotto le festività natalizie, effettua un atterraggio di fortuna su un'isoletta deserta caraibica. Fortunatamente tutti si salvano e nell'attesa che venga qualcuno in loro soccorso si arraggiano con quello che hanno e che trovano.
(Scheda completa)


Frasi celebri

Dov'è il pirlota? (Bebo)

We, Christina Onassis, per favore! Io un mese ancora in barca con questi due PORCI non ce lo passo! Per cui deve fare una scelta, l'armatrice Bellotti: o me o Elena di Troia! ...Più Troia che Elena... (Bebo)

Incredibile. Roba da matti. Sono qui su atollo cubano e gli unici indigeni che si vedono in giro chi sono? ITALIANI. (Bebo) Com'è Cuba? Un paradiso completamente rovinato dal barrrrbone comunista! (Bebo)

Me frega, me frega sì. Ancora con questa storia del comunismo? Almeno Fidel Castro le ha fatte le scuole, gli ha fatti gli ospedali, in Italia quei ladroni che vota lui [Bebo] si sono fregati pure le siringhe. (Mario)

Ao, er compagno tuo Fidel, farà costruire bene le scuole, gli ospedali, ma gli aeroporti son precisi come l'Italia. (Cinzia)

Hai sentito? Ma lo sai chi ce passa le ferie a Saint Moritz? Il Cavaliere Nero! Ma che niente niente questo oltre a esse stronzo fosse pure amico de Berlusconi... (Nardone Mario)

Ancora co sto Berlusconi Mario?!?? Mario sei noioso, Mario tu mi preoccupi, perché tu sei monotematico. Adesso quando torniamo a Roma io ti porto dritto dritto dallo psicanalista della Usl, e sì Mario perché tu sei un caso patologico Mario, sei una caso paranoico Mario! (Cinzia)

Alberobellooo! (Mario) [rivolto a Felice]

Sto gran cafone, graninpunito, sto gran maleducato. (Cinzia)

[A Carlina] Giuro che se mi salvo e tu esci sfigurata ti opero gratis. (Bebo) [L'aereo sta precipitando] Scusate, posso cagarmi addosso? (Jimmy)

Chi non salta Pavarotti è! (Mario)

Efficienza Cubana. (Cinzia)

Io devo fare due giri di Valzer, mica il Mambo del materasso. (Bebo)

Siamo in democrazia. Siamo persone civili. Siamo persone educate. Ognuno dorme a 'ro cazzo vuole. (Professor Luigi)

Il ritorno dei pirla viventi! (Bebo)

Felice, ma cosa usa i preservativi di piombo, venga qui mi dia una mano a trovarli, ma va a cagare. (Bebo)

Ma che volete da me!? Io faccio la casalinga, mica so Pagliuca! (Cinzia)

Do you conosce karaoke? (Felice)

Marisa, non ti mettere gli occhiali che poi vedi cose che non hai mai visto e ti spaventi. Te le sogni la notte. Capito Marisa? (Professore)

Mi dispiace, oceano ostile. Purtroppo il mare è poco pescoso. Si vede che quelli della Findus hanno portato i pesci in vacanza in Alaska. (Bebo)

Ma quante volte te lo devo dire che contano di più gli ideali? (Mario Nardone)

Andiamo bene, Dio bonino. (Carlina)

[Durante i festeggiamenti per la notte di Capodanno] La volete abbassare la musica che qui ci sono della gente che vuole riposare? (Mario)

"Mi scusi, sono l'idraulico dell'isola... è quella la doccia che perde?"

Scusate, devo dire una cosa importantissima: mi son rotto le balle, arrivederci. (Bebo)

Abbiamo raggiunto o compromesso storico! (Professor Luigi)

La bruna me la prendo io e se mi girano le bobine mi prendo pure la bionda. (Felice)

Noi in Veneto mangiamo riso e mona... e se non c'è riso... fa stesso. (Jimmy)

Er biscione de Canale 5. (Mario)

Le tette così OO, il culo così o. (Bebo)



Dialoghi

  • Cinzia: Una volta, all'area di servizio di Teano, abbiamo visto scendere dal suo pullman il professor Prodi.
    Professor Luigi: Che persona squisiiiita.
    Felice: A me questa persona squisita ancora non me l'ha trovato il lavoro.
    Mario: Perché invece Berlusconi te l'ha trovato? Alberobellooo!
  • Cinzia: Mi scusi, ma che per caso lei è chirurgo plastico?
    Bebo: In silicone e ossa.
    Cinzia: Me la tolga una curiosa?
    Bebo: Dica.
    Cinzia: Per esempio a me una bella risistematina quanto mi costerebbe?
    Bebo: [dopo averla osservata dalla testa ai piedi] Signora scusa ma lei questa domanda non la deve fare a me. L'unica persona che può fare qualcosa per lei è la Madonna di Lourdes.
  • Marisa: Qui stiamo precipitando, qua stiamo andando a mare, io non so nuotare Luigi.
    Professor Luigi: Ma vafangulo, sì puru nata a pusillipo!
  • Carlina: Senta comandante hai idea di dove siamo?
    Pilota: Azzolutamente no, totalmente perdido.
    Carlina: Andiamo bene. Dio bonino.
  • Professor Luigi: Guardate qua c'ho la cartina. Noi in grosso modo stiamo in sto puntino che non si vede tanto bene. Esattamente al tropico del Cancro. Sutta o Tropico do Cancro.
    Bebo: Scusi, ma lei chi è il cugino di Piero Angela?
    Professor Luigi: Mannaggia, weei, ma come si permette. Io mica parlo a vanvera sa? Io so u professor di geografia dell'istituto tecnico Cesare Volta ex Alessandro di Napoli. È chiaro, no?
    Bebo: Minchia.
  • Felice: Professore non è per dire ma io qui non vedo nessun isola.
    Professor Luigi: Perché probabilmente quest'isola è troppo piccola per essere riportata in questa mappa della turistica. Per vederla ci vorrebbe la carta nautica.
    Pilota: Io la tiengo la carta nautica.
    Carlina: Oh ecco bravo, si dia da fare. Ci faccia vedere il punto in cui siamo e chiama i soccorsi via radio, su.
    Pilota: Oh, la radio esta muerta.
    Carlina: Dio sempre più bonino.
  • Bebo: Ho capito, qui c'è qualcuno che porta sfiga... Scusi, lei è il Signor...?
    Mario: Au non ci provare bello...
    Professor Luigi: Saltare.
    Felice: Hey, non guardate a me eh. Io sono fortunatissimo. Questo viaggio l'ho vinto con un gratta e vinci.
    Mario: Ecco grattamose che è meglio.
    Carlina: Seee se era così fortunato non sarebbe caduto come un bischero su questa isola deserta.
  • [Sbatte la testa contro un ramo]
    Marisa: Ma io senza gli occhiali non ci vedo niente.
    Professor Luigi: La cieca di Sorrento.
    Felice: Tanto non c'è niente da vedere, qua son tutte foglie, rami, alberi...
  • Professor Luigi: Dobbiamo seguire l'esempio di Robinson.
    Felice: Robinson il negro di Italia Uno?
  • Felice: Se io trovo un cannibale lo chiamo Guerrero!
    Professor Luigi: E chi è?
    Felice: Come chi è? Come chi è Guerrero? La punta di diamante del Bari! Cioè lei è proprio ignorante professore...
  • Felice: Ragazzi! Tadaaa, abbiamo 5 bottiglie di acqua minerale.
    Carlina: Gasata? Per carità gasata gonfia.
  • Felice: Bestiale, la pistola lanciarazzi!
    Mario: Ma che aspettiamo. Spariamo subito uno, no?
    Pilota: Hai pistola ma non ha i razzi.
    Cinzia: E ti pareva, efficienza cubana! Scusa Mario racconta un po' che volevano fare questi, volevano pigliare di petto l'America? E no perché è na comica.
  • Bebo: ...Ha fatto il "Balzero"!
    Cinzia: Balzero??? Che buffa parola "Balzero"... E che vuol dire "Balzero"???
    Bebo: Vuol dire che si è rotto le palle del comunismo, e adesso pagaia verso la libertà!
  • Mario: Compagni oggi alle diciasette riunone!
    Cinzia: Mario siamo affamati, disperati, senza viveri e tu me te metti a fa un comizio?
  • Mario: E meno male che sto carciofo era un sub professionista!
    Bebo: Ha parlato Folco Quilici! Ma scusi anziché criticare perché non ci fa lei sott'acqua? La zavorra ce l'ha già incorporata!
    Cinzia: Per carità Mario mio soffre d'otite!
  • Bebo: Ohe, ohe, ohe! Ma chi si crede di essere lei, Mussolini, che prende, prende le decisioni al posto degli altri?
    Mario: Mussolini a me? Mussolini a me? Ma lo sai con chi stai a parlà? con Nardone Mario! Iscritto al Partito dal 1970! Dai tempi der mitico Berlinguer! E tu dai del fascio a me?
  • Jimmy: Guardate cosa ho preparato: la tombola!
    Professor Luigi: Marì, vieni a vedere, ci sta a tombola!
    Marisa: Oddio che meraviglia: la tombola! Che idea meravigliosa!
    Professor Luigi: Eggià oggi è il 26 dicembre. A casa nostra ci giochiamo sempre.
    Carlina: Io mai.
    Cinzia: Chissà se i ragazzi sono andati pure loro a giocare a tombola a casa di zia Iole.
    Mario: Ma te pare che stanno a giocà a tombola? A quest'ora saremo finiti su tutti i TG.
    Cinzia: Davvero? Mamma mia chissà che angoscia porelli.
    Mario: Porelli loro? Ma poracci noi.
    Jimmy: Ragazze mi date una mano?
    Cindy: Cosa è?
    Jimmy: Tombola! Bingo!
    Cindy: [nauseate e con sarcasmo] Oh Bingo, That's fun!
    Professor Luigi: Allora tutti a vedere le carte, io il cartellone. Pronti via, si parte! Allora...
    Jimmy: 22!
    Professor Luigi: Le carruzzelle! Sono un esperto in smorfie io, modestamente.
    Jimmy: 77.
    Cinzia: Le gambe delle donne. Mi scusi professore ma pure io sono preparata.
    Felice: Hey ambo!
    Bebo: Eh ma che culo. Ma chi gliel'ha rifatto, mi scusi?
    Felice: Che cosa vi avevo detto all'inizio che sono fortunato. Al gioco e anche in amore. [guarda Linda]
    Bebo: Ma cosa fa. Ma lasci perdere, non è roba per lei. Lasci stare su.
    Jimmy: 54.
    Felice: Terno.
    Carlina: E no, non vale sulla stessa riga.
    Felice: Hey a Bari vale eccome.
    Carlina: E ai Caraibi no.
    Bebo: Scusate devo dire una cosa importantissima: mi sono rotto le balle. Arrivederci.
    Professor Luigi: Signor Bebo non vada via, dopo giochiamo anche a mercante in fiera.
    Bebo: Ah anche mercante in fiera?
    Professor Luigi: Sì.
    Bebo: Me ne vado. Arrivederci.
  • Bebo [riferendosi alle due top model Cindy e Linda]: Certo che se tutte le mie clienti avessero un fisico così avrei già chiuso bottega!
    Jimmy: Io la bottega l'aprirei volentieri!
    Bebo: Tanto è vuota!
    Felice: Adesso ve ne accorgete? Io sono due giorni che lo dico... Solo che quelle non ci stanno, e non ci stanno!
    Bebo: Scusi, parli per lei! Perché se io decido di scendere in campo, qui cambia la musica!
    Jimmy: A proposito di musica: anch'io quest'anno giù al villaggio... Certe "suonatine", una strage ho fatto!
    Bebo: Sì, col mitra. Ma stia zitto "Fiorello", va, mi lasci lavorare! Io mi butto sulla mora.
    Jimmy: E io mi butto sulla bionda!
    Felice: Scusate, e io?
    Bebo: Lei? Eh, fa come parte del Partito Popolare Italiano: va in bianco!
  • Felice: Ma che sigaretta è?
    Bebo: Roba buona, marca libidine...
    Felice: Ma è droga?
    Bebo: Ma quale droga, io al massimo fumo sigari! È un'erbetta che ho trovato qui nella giungla... Il sapore non è male: è a metà tra la camomilla e il copertone di un camion!
  • Mario: Ma siamo ritornati al punto di partenza! [qualche giorno dopo aver lasciato l'isola con una zattera e aver usato, per orientarsi, l'orologio-bussola di Luigi]
    Bebo:[rivolto a Luigi] Complimenti... Veramente complimenti professore... guardi Cristoforo Colombo con la sua bussola anziché l'America scopriva l'Isola d'Elba!
  • Felice: [Rivolgendosi a Bebo] Non saranno mica lesbiche?
    Bebo: Ma chi, Cinzia e Marisa?
    Felice: No, le top model.
    Bebo: Ma chi se ne frega, facessero quello che vogliono... Sembra che ce l'hanno soltanto loro! Sa quando io vado a Milano, di queste qui ne trovo... [conta fino a tre con le dita della mano]... ne trovo!
  • Cinzia: E allora sentiamo sentiamo sti bei cacciatori che hanno pijato...
    Mario: Un par de ciufoli.
    Marisa: Un par di?
    Mario: Di ciufoli...
    Professor Luigi: Espressione tipicamente romana che sta a significare che siamo tornati a mani vuote.
  • Felice: Anche noi in Puglia di questo periodo mangiamo sempre le orecchiette alle cime di rapa... buone...
    Jimmy: Ma sempre quelle mangiate?
    Felice: Oh... ci piacciono scus ci piacciono.
  • Felice: Ragazzi... avete visto che giorno è oggi? Il 31 dicembre!! L'ultimo dell'anno!
    Jimmy: È vero! Stasera si festeggia! Si fa baldoria!
    Felice: Baldoria? Non c'abbiamo neanche un botto, un tric trac, un fuoco d'artificio! E poi sai che bella cena... banane!
  • Mario: Cinzia, andiamo via. Io in questo personaggio di stronzi non ce rimango. Andiamo in casa propria, andiamo vivere in periferia... come i proletari!
    Carlina: Ancora con la lotta di classe? AntiHo!
  • Cinzia: Beh certo Mario se c'avessi avuto der sangue finto, na stretta de mano ca'a scossa, 'e puntine da mette su 'e sedie, 'n palloncino pe'e puzze, inchiostro simpatico, carta forbici e colla sarebbe stata tutta n'artra solfa eh...
    Mario: Ah Ci' è 'mpesce mica è na porchetta.
  • [Le due modelle sono nude e si stanno facendo il bagno alla cascata]
    Bebo: Hey girls! Posso disturbare? I'm plastic doctor. Vogliamo fare una visita?
    Felice: Vi interessa come è fatto un trullo di alberobello?
    Jimmy: Scusate, sono l'idraulico dell'isola: è quella la doccia che perde?
    Cindy e Linda: Fuckin' bastards get out of here!!!!
  • Cinzia: Mario si è rotto l'impianto elettrico Mario intervieni! Mario fai qualcosa!
    Mario: E che posso fa mica posso chiamare l'Enel!
  • Professor Luigi: Marisaaaaa Marì. Ma che fai nun te vergogni?
    Marisa: Senti Luigi non mi scocciare. Finalmente ho trovato l'uomo della mia vita. Non voglio prediche.
    Professor Luigi: Macché u vu cumprà è l'uomo da to vita?
    Marisa: E lo sapevo che eri pure razzista!
    Professor Luigi: Ma quale razzista. Soltanto che io non ti ci vedo abbracciato a quello. Per via dei mille.
    Marisa: E tu allora co pappagall in classe?
    Pappagallo: Zoccola, fatti i cazzi tuoi.
Continua a leggere »

Frasi del film Cenerentola (2015)



«La mezzanotte è solo l'inizio.»
(Tagline del film)

Titolo Originale:
"Cinderellla" (2015)
Genere: Film drammatico, fantastico, sentimentale
Regia di: Kenneth Branagh
Protagonisti: Lily James, Richard Madden, Cate Blanchett

Trama breve:
Una rivisitazione dal vivo della classica fiaba di Cenerentola che narra la storia di una figliastra che viene maltrattata dalla sua matrigna gelosa e dalle dispettose sorellastre dopo la morte del padre. Costretta ad essere una serva in casa propria, non si perde d'animo e pur non permettendo a nessuno di schiacciare il suo spirito mantiene un comportamente gentile e affettuoso anche verso chi le rema contro. Finché un giorno non incontra un affascinante sconosciuto nel bosco. Un incontro che stravolgerà la vita di entrambi.
(Scheda completa)


Frasi celebri

Voglio svelarti un segreto, un grande segreto che ti aiuterà ad affrontare le prove quando la vita vorrà sottoporti: devi essere gentile e avere coraggio! (Madre di Ella)

Solo perché è così che si fa non vuol dire che si debba fare! (Ella)

Cenerentola...I nomi hanno un potere, come gli incantesimi! E a un tratto le sembrò che la matrigna e le sorellastre l'avessero davvero trasformata in una creatura tutta cenere e fatica. (Fata Madrina)

Ed è questo che voglio veramente, che tu torni da me a qualsiasi costo! (Ella)

Io penso ormai che non serva cercare oltre il confine, ciò che ci serve lo abbiamo davanti a noi! E per vederlo bisogna avere coraggio ed essere gentili. (Principe Kit)

Gli animali ci ascoltano e ci parlano, se noi abbiamo orecchie per sentirli.Solo così impariamo ad averne cura. (Madre di Ella)

Cerca quella sbadata che perde le scarpe! (Il Re)

Gas Gas...Jacquiline..è questo il vostro rifugio...anche il mio a quanto pare.. (Ella)

Non permetterò a nessuno di associare le mie figlie a te. Sarebbe come rinunciare in partenza presentarsi con una servetta stracciona perché questo tu sei e questo sarai sempre! Ora ascoltami bene: tu stracciona non andrai al ballo! (Lady Tremaine)

Oh, Ella, quasi dimenticavo! Rammenta, la magia avrà una sua durata, quando sentirai l'eco dell'ultima campana all'ultimo rintocco di mezzanotte l'incantesimo terminerà e tutto tornerà come era prima... (Fata Madrina)

Vedeva il mondo non per come era, ma per come avrebbe potuto essere: con un pizzico di magia.



Dialoghi

  • Lady Tremaine: Ella?
    Ella: Sì signora madre.
    Lady Tremaine: Oh, non chiamarmi così...Madame può andare.
  • Anastasia: Cenerella...sudicella!
    Drisella: Cenerentola...così ti chiameremo!
    Lady Tremaine: Oh ragazze, siete così argute!
  • Drisella: Scommetto che non hai mai parlato con un uomo..vero?
    Ella: Una volta si...con un gentiluomo.
  • Principe Kit: Non dovreste stare nel cuore della foresta tutta sola!
    Ella: Ma non sono sola, sono con voi!
  • Principe Kit: Come vi chiamate?
    Ella: Non importa come mi chiamo...
  • Lady Tremaine: Niente è dato per niente! Per ogni cosa bisogna pagare e pagare.
    Ella: Non è vero... la gentilezza non si paga, l'amore non si paga!
  • Ella: Fata madrina...la mia matrigna e le ragazze?
    Fata madrina: Non ti preoccupare, farò in modo che non ti riconoscano!
  • Fata madrina: Scusami cara, di solito non lavoro con le zucche, sono troppo molli!
    Ella: Ma allora siete davvero la mia fata madrina…
    Fata madrina: Beh certo, non mi metto mica a trasformare zucche per il primo che passa!
  • Fata madrina: Un momento! Sono le più belle scarpe che hai?
    Ella: Oh, non fa niente, nessuno le vedrà!
    Fata madrina: No, rovineranno l'insieme! Svelta, svelta, toglitele! Inventiamo qualcosa di nuovo per cambiare, me la cavo bene con le scarpe!
    Ella: [Dopo aver visto le scarpe create dalla fata Ma sono scarpe di cristallo!
    Fata madrina: Sì e ti accorgerai che sono anche comode!
  • Ella: Ma voi siete il principe!
    Principe Kit: Non il principe, un principe. Il mondo ne è pieno.
  • Ella: Vi guardano tutti!
    Principe Kit: Credetemi, siete voi che tutti guardano.
  • Ella: Perché siete così crudele con me?
    Lady Tremaine: Perché voi siete giovane, innocente e buona.
  • Ella: Sei pronto?
    Principe Kit: Per qualsiasi cosa, purché sia con te.
Continua a leggere »

Migliori film con Veronica Bitto



Veronica Bitto, il cui nome completo è Veronica Benedetta Bitto (Milano, 22 settembre 1992) è un'attrice italiana.


Fra i suoi migliori film vi sono:


Di seguito trovate la lista completa di tutti i film con Veronica Bitto, compresi quelli in cui non è la protagonista e i cameo; per ogni film trovate in breve la descrizione del ruolo e del personaggio che ha interpretato.


Filmografia:

Famosi in sette giorni (2017)

Arrivano i prof (2018)

Il mio nome è Thomas (2018): qui è una ragazza che diventa compagna di avventure (e sventure) di un solitario motociclista che cerca di ritrovare sé stesso attraverso un viaggio nel deserto dell'Andalusia.
Continua a leggere »

Frasi del film Il mio nome è Thomas



«L'entusiasmo della nostalgia.»
(Frase nel DVD)

Titolo Originale:
"Il mio nome è Thomas" (2018)
Genere: Film drammatico, avventura
Regia di: Terence Hill
Protagonisti: Terence Hill, Veronica Bitto

Trama breve:
Quando Thomas porta la sua Harley nei deserti della Spagna per un po' di solitudine e contemplazione, incontra Lucia, una giovane donna in difficoltà. Sebbene il suo comportamente sembra un freno per il suo cammino, è attraverso il suo spirito speciale, alla fine, che lui trova l'illuminazione che stava cercando.
(Scheda completa)


Frasi celebri

[Raccontando il furto del portafoglio a Thomas] In quel momento sì che mi sono sentita viva. Viva come un pesce in acqua! (Lucia)

[Riferendosi al segno del taglio al polso] Lo sapevi? Sei rimasto con me perché ti faccio pena? Tu pensi che io sono pazza, vero? Guarda che il pazzo sei tu, che te ne vai nel deserto a leggerti una stronzata di libro. Sei uno s.. [trattiene la volgarità]. Vattene nel tuo deserto. Io me la cavo da sola. (Lucia)

Poiché la carne è come l'erba
e tutta la gloria dell'uomo è come il fiore dell'erba.
L'erba si dissecca e il fiore appassisce.
(Ep. I San Pietro I, 24-25)

Questo è il momento più bello della giornata. Non vedo l'ora che venga domani, per sedermi di nuovo qui. (Thomas)

[A Lucia] Forse ti piace guardare le stelle perché desideri qualcosa. Perché la parola desiderio vuol dire nostalgia delle stelle. (Thomas)

[Ultime parole] Guarda, guarda quanto è bello. (Lucia)

Voi ora siete tristi. Tristi. Voi ora siete tristi. Ma io vi rivedrò ancora e il vostro cuore tornerà gioioso. E nessuno potrà togliervi la vostra gioia. Io vi consolerò come solo una madre sa consolare. (Vangelo San Giovanni XVI, 22)

Di sicuro lui è solo nel deserto, e su questo non ci piove. (Freddura del frate)

Qual è la malattia preferita dai vecchi? L'iperPensione. (Freddura del frate)

[Dal biglietto di Lucia per Thomas] Ciao Thomas. Stamane all'alba tu dormivi ancora. Io invece guardavo una volpe che gironzolava dalle tue parti. E mi è venuta un'illuminazione. Avrei scommesso che se fossi volata via tra le stelle, tu ti saresti presa la mia custodia con il flauto. Giusto come ricordo di quella rompiscatole. E ti ho messo dentro questo biglietto. Ma tu le guardi ancora le stelle? Anche senza di me?

[Dal biglietto di Lucia per Thomas] Thomas, pensa che sono nata in Alaska proprio quando la luce del primo sole fa capolino dalla lunga notte polare. Mio padre non era un tipo originale, mi chiamò Lucia. Mia madre ebbe un emorragia, morì, l'ospedale era troppo lontano. Quando avevo due anni mio padre mi lasciò con mia zia, ma prima di sparire dalla circolazione mi racconto che quandò avevo appena un anno rimasi una notte intera con gli occhi spalancati a guardare l'aurora boreale.



Dialoghi

  • Lucia: Vai verso sud?
    Thomas: Sì.
    Lucia: Mi daresti un passaggio?
    Thomas: Io viaggio da solo.
    Lucia: So essere molto invisibile.
  • Thomas: Vado in Spagna per leggere questo libro nel deserto.
    Lucia: In Spagna c'è il deserto?
    Thomas: Piccolo ma me lo faccio bastare.
  • Thomas: Perché cambi sempre discorso?
    Lucia: E tu perché mi fai queste domande?
  • Thomas: Dove abita tua zia?
    Lucia: A Malaga.
    Thomas: A Malaga? Ma è lontano da qui.
    Lucia: Tu vai in quella direzione, vero?
    Thomas: Sì, ma io viaggio da solo.
    [passano alcuni secondi in silenzio]
    Lucia: Che fai, non parti?
    Thomas: E tu che fai, non sali?
  • Benzinaio: Partiamo Thomas? Dove vai stavolta, sempre verso sud?
    Thomas: No, stavolta no.
    [Thomas sente lo spirito di Lucia vicino a sé e con sé]
    Lucia: Va verso nord, vero Thomas? Sai, io adesso l'aurora boreale me la posso vedere quando voglio.
    [Si abbassano da sole le pedane della moto di Thomas]
    Lucia: Ma tu senza di me non te la caveresti.
    [Si vede Lucia che sale sulla sua moto come passeggero e lo stringe forte come un angelo custode]
    Thomas [con un sorriso fiero e sereno]: Stavolta vado verso nord.
Continua a leggere »

Migliori film con Kevin Costner



Kevin Costner, il cui nome completo è Kevin Michael Costner (Lynwood, 18 gennaio 1955), è un attore, regista, produttore cinematografico e musicista statunitense.

In carriera a vinto due premi Oscar e due Golden Globe.

Fra i suoi migliori film vi sono:
Balla coi lupi,
The Untouchables - Gli intoccabili,
Robin Hood - Principe dei ladri,
Un mondo perfetto,
L'uomo dei sogni.


Di seguito trovate la lista completa di tutti i film con Kevin Costner, compresi quelli in cui non è il protagonista e i cameo; per ogni film trovate in breve la descrizione del ruolo e del personaggio che ha interpretato.


Filmografia

Malibu Hot Summer (1981)

Night Shift - Turno di notte (1982)

Frances (1982) - non accreditato

Chasing Dreams (1982)

Tavolo per cinque (1983)

Amore e morte al tavolo da gioco (1983)

Testament (1983)

Indiziato di assassinio (1984)

Fandango (1985)

Silverado (1985)

Il vincitore (1985)

The Untouchables - Gli intoccabili (1987)

Senza via di scampo (1987)

Bull Durham - Un gioco a tre mani (1988)

L'uomo dei sogni (1989)

Trappola per un killer (1989)

Revenge - Vendetta (1990)

Balla coi lupi (1990)

Robin Hood - Principe dei ladri (1991)

JFK - Un caso ancora aperto (1991)

Guardia del corpo (1992)

Un mondo perfetto (1993): qui è un detenuto appena evaso dal carcere che nel mezzo della fuga decide di prendere in ostaggio un bambino di 8 anni.

Wyatt Earp (1994)

The War (1994)

Waterworld (1995)

Tin Cup (1996)

L'uomo del giorno dopo (1997)

Le parole che non ti ho detto (1999)

Gioco d'amore (1999)

Incontriamoci a Las Vegas (1999) - cameo

Thirteen Days (2000)

La rapina (2001)

Il segno della libellula - Dragonfly (2002)

Terra di confine - Open Range (2003)

Litigi d'amore (2005)

Vizi di famiglia (2005)

The Guardian - Salvataggio in mare (2006)

Mr. Brooks (2007)

Swing Vote - Un uomo da 300 milioni di voti (2008)

The New Daughter (2009)

The Company Men (2010)

Field of Dreams 2: Lockout (2011)

L'uomo d'acciaio (2013)

Jack Ryan - L'iniziazione (2014)

3 Days to Kill (2014)

Draft Day (2014)

Black or White (2014)

McFarland, USA (2015)

Batman v Superman: Dawn of Justice (2016) - cameo

Criminal (2016)

Il diritto di contare (2016)

Molly's Game, regia di Aaron Sorkin (2017)

Highwaymen - L'ultima imboscata (2019)

Let Him Go (2020)
Continua a leggere »

Frasi del film Un mondo perfetto



«Un film che vivrà per sempre.»
(Recensione del New York Daily News)

Titolo Originale:
"A Perfect World" (1993)
Genere: Film drammatico, poliziesco
Regia di: Clin Eastwood
Protagonisti: Kevin Costner, Clint Eastwood, T.J. Lowther, Laura Dern

Trama breve:
Un bambino viene rapito da Butch Haynes (Kevin Costner), un detenuto evaso in fuga dalla legge, e tra i due nasce un'insolita amicizia. La ricerca del rapitore è guidata dal rispettato Texas Ranger Red Garrett (Clint Eastwood).
(Scheda completa)


Frasi celebri

Bisogna guadagnarsela, la fiducia. (Butch Haynes)

Io non so proprio niente, non lo so e non lo voglio sapere. (Butch Haynes)

In un mondo perfetto l'avremmo già preso da tanto tempo... In un mondo perfetto non sarebbe neanche successo. (Red Garnett)

Quelli come noi, Phillip, devono stare da soli per correre dietro al destino. Tu mi hai capito, vero? (Butch Haynes)

Non sono un brav'uomo, ma nemmeno il peggiore. (Butch Haynes)

Vedi Buzz, noi abbiamo tantissime cose in comune: siamo entrambi bellissimi, ci piace la Royal Cola e abbiamo un padre che non vale un accidenti! (Butch Haynes)

Solo perché è scritto nero su bianco non è detto che sia vero. (Butch Haynes)

Probabilmente non gli avrei nemmeno sparato... Vedi Phillip, io ho ucciso solamente due persone: una per salvare mia madre l'altra per salvare te. (Butch Haynes)



Dialoghi

  • Sally Gerber: L'idea sarebbe che nei casi di libertà condizionata, la storia individuale del detenuto dovrebbe aiutare il soggetto a evitare le abituali trappole. E nei casi di evasione potrebbe al contrario identificare quelle stesse trappole e accelerare la cattura.
    Red Garnett: Lascia che le dica una cosa, Miss Gerber.
    Sally Gerber: Sally se non le dispiace.
    Red Garnett: Lascia che le dica una cosa, Sally. Questo non è un caso di evasione. Questa è una caccia all'uomo. E girarci intorno a chiacchiere non ci servirà a niente.
    Sally Gerber: E cos'è che serve?
    Red Garnett: Beh, serve avere il fiuto di un segugio, serve un cervello con le antenne... e un bidone di caffè.
  • Terry Pugh: [dopo aver strappato l'elenco telefonico per non esser riuscito a mettersi in contatto con suo cugino] Avranno cambiato casa. E poi potrei anche non aver sentito; questo cavolo di orecchio mi sanguina ancora. Guarda di non riprovarci...
    Butch Haynes: [duramente] Se no?
    Terry Pugh: [perplesso] ...Cosa?
    Butch Haynes: Stai cercando di minacciarmi?
    Terry Pugh: [solleva un revolver] Non è una minaccia, è un fatto.
    Butch Haynes: Vieni piccolo, prendi il volante.
    [Phillip tiene il volante per sterzare mentre Butch si gira per affrontare Pugh sul sedile posteriore]
    Butch Haynes: Fra due secondi ti rompo il naso. Questa è una minaccia.
    [Butch dà un pugno a Pugh sul naso, poi prende la pistola mentre Terry geme]
    Butch Haynes: ... E questo è un fatto.
    Terry Pugh: Io ti potrei ammazzare.
    Butch Haynes: Questa è una minaccia. La capisci la differenza?
  • Butch Haynes: Hey, sei mai stato su una macchina del tempo?
    Phillip Perry: [scuote la testa]
    Butch Haynes: Ma si, secondo te questa cos'è?
    Phillip Perry: Un automobile.
    Butch Haynes: Stai vedendo la cosa nel modo sbagliato. Questa è una macchina del tempo del XX secolo. Io sono il comandante...
    [dà un colpetto sulla testa a Phillip]
    E tu il navigatore.
    Lì davanti [indica il parabrezza anteriore] c'è il futuro.
    Là dietro [tocca lo specchietto retrovisore, poi indica il parabrezza posteriore] beh, quello è il passato.
    Se la vita va troppo piano e ti vuoi proiettare nel futuro devi andare a tutto gas, ecco, così. [preme il pedale del gas].
    Visto? [ridendo leggermente]
    E se vuoi rallentare? Beh, è facile, spingi col piede sul freno e la fai rallentare. [la macchina si ferma]
    Questo è il presente, Phillip. Goditelo finché dura.
  • Robert 'Butch' Haynes: Sai, Phillip, hai il maledetto diritto americano rosso, bianco e blu di mangiare zucchero filato e cavalcare le montagne russe.
    Phillip "Buzz" Perry: E lo faccio?
    Robert 'Butch' Haynes: Diavolo, sì, lo fai!
  • Red Garnett: [interrompendo uno scontro] Come prendi la tua bistecca, Sally?
    Sally Gerber: Al sangue.
    Red Garnett: Beh, gli pulirò il culo, lo lancerò per aria e tu potrai strapparne una pezzo. Come la vedi?
    Sally Gerber: A pensarci bene, forse cottura media.
  • Terry Pugh: [dopo che Butch ha puntato una pistola contro la sua faccia] Sei un fottuto pazzo.
    Robert "Butch" Haynes: E questo è un dato di fatto. Credo che tu ti stia imparando.
  • Sally Gerber: Sai che hai fatto tutto il possibile. Non è vero?
    Red Garnett: Non so nulla. Nulla, dannazione.
Continua a leggere »