Frasi del film So cosa hai fatto

«Alcuni segreti vi perseguiteranno per sempre...»
(Tagline del film)

Titolo Originale:
"I Know What You Did Last Summer" (1997)
Genere: Film horror
Regia di: Jim Gillespie
Protagonisti: Sarah Michelle Gellar, Jennifer Love Hewitt, Ryan Phillippe e Freddie Prinze Jr.

Trama breve:
Quando quattro amici investono un uomo in una strada di notte e scoprono di averlo ucciso, cominciano ad andare nel panico e alla fine decidono di scaricare il corpo in mare. L'anno seguente tutti cercano di farsi una vita, ma uno degli amici riceve una biglietto con scritto: "So cosa hai fatto l'estate scorsa". Quello che temevano di più è diventato realtà, qualcuno sa cosa è successo quella notte, e ora è in cerca di vendetta.
(Scheda completa)



Frasi celebri

Se avete intenzione di seppellire la verità, assicuratevi che rimanga sepolta. (2° Tagline)

Qualcuno conosce il loro segreto, qualcuno sa che sono spaventati, e qualcuno sa quello che hanno fatto l'estate scorsa. (Frase promozionale)

Hey verme da pesca, cercati un amo. (Barry a Max)

Dai vieni, ti metti dietro con me, mi farò toccare un po'. (Helen)



Dialoghi

  • Julie: C'è poco da fare ragazzi, sembra nata per questo. [riferito a Helen]
    Ray: Non me lo aspettavo, un seno così ampio.
    Barry: Fa una caterva di esercizi per pomparlo.
    Julie: Ragazzi, già si respira un maschilismo schifoso, risparmiatemi i commenti.
  • Ray: Il ragazzo e la ragazza stanno per arrivare al punto, ci siamo? Quando sentono alla radio che un pazzo assassino è evaso dal manicomio e che al posto di una mano ha un gancio lungo e appuntito.
    Barry: No, no, no, aspetta... non è così la storia.
    Ray: Ma sta zitto! Allora, la ragazza si spaventa, è chiaro? E quindi vuole tornare a casa. Il ragazzo eccitato come un toro si incazza e parte sgommando e, quindi...
    Barry: No, no, le cose non stanno così. Allora, il ragazzo va a cercare aiuto. La ragazza resta in macchina e sente come grattare sul tetto dell'auto.
    Helen: Non sentiva grattare, sentiva gocciolare... plick plick.
    Barry: Sentiva grattare perché il ragazzo era appeso a un ramo e i piedi grattavano sul tetto dell'auto.
    Helen: No, no, era stato decapitato e il sangue che gli usciva dal collo gocciolava sulla macchina e faceva... plick, plick, plick.
    Julie: No, non era stato decapitato. Era stato sbudellato con un gancio. Io la so così.
    Ray: Sbagliate tutti! Fanno ritorno a casa della ragazza e trovano il gancio insanguinato attaccato alla maniglia della macchina. Ecco, questa è la version originale. Le cose sono andate in questo modo.
    Barry: Hey, hey, non è successo un bel niente. È una banalissima storia di fantasmi.
    Ray: No, sbagli. È vera, lo giuro.
    Julie: È una storia inventata esclusivamente per spaventare le ragazzine, così non fanno sesso.
    Ray: Veramente tesoro, e sai quanto mi spiace contraddirti ma, è una leggenda metropolitana, folklore americano, e di solito prendono spunto da situazioni realmente accadute.
  • Poliziotto: E questo pescatore avrebbe usato l'uncino anche per tagliarle i capelli? [Ride]
    Helen: No! Ha usato le forbici, stronzo!
  • Julie: Ray!
    Ray: Julie, che cosa ci fai qui?
    Julie: Non abbiamo ucciso David Egan, era un altro quello sulla strada!
    Ray: Non capisco, spiegati"
    Julie: Abbiamo investito Ben Willis, un pescatore! Il padre di Susy!
    Ray: Hanno trovato il corpo di David qua!
    Julie: Si Ray ma penso che Ben abbia ucciso David
    Ray: Fammi capire, Ben ha ucciso David e noi abbiamo ucciso e buttato in mare Ben?
    Julie: Esatto, ma se non fosse morto Ray? Se fosse ancora vivo?
  • Barry: [sfera un pugno a Ray]Devi svegliarti Julie, c'è lui dietro tutto. Quanti pescatori assassini ci saranno eh?
    Ray: Sentite, ce l'ha anche con me quello! Ho ricevuto una lettera.
    Barry: Hai ricevuto una lettera? Io sono stato messo sotto. A Helen sono stati tagliati i capelli. Julie ha trovato un cadavere nel bagagliaio e a te manda una lettera. C'è differenza!
  • Presentatore Bob: Allora, sentiamo, bellissima e incantevole fanciulla... quale sarà il tuo contributo alla nostra comunità e più in generale al mondo?
    Helen: Ecco Bob, finita l'estate la mia intenzioni sono andare a New York, dove intraprenderò seriamente la carriera di attrice. Il mio obiettivo è rendermi utile attraverso l'espressione artistica. Attraverso l'arte servirò il mio paese.
    Ray: Sono tue queste stronzate, vero? [rivolto a Julie]
  • Helen: E quale sarebbe il nostro piano? Insomma, andiamo lì, suoniamo al campanello e diciamo... abbiamo ucciso suo figlio, passavamo di qui?
    Julie: Diamo un'occhiata alla situazione e improvvisiamo.
    Helen: Non credi che dovremo avere una specie di piano? La Signora in Giallo ne ha sempre uno.
  • Helen: E se ci stanno aspettando? E se ci riconoscono? Se hanno una pistola e ci ammazzano?
    Julie: Helen, è passato un anno, lo avrebbero già fatto.
    Helen: Quando Jodie Foster ha bussato alla porta si è trovata davanti un serial killer. [riferimento a "Il silenzio degli Innocenti"]
  • Barry: Non è un bel niente, "so cosa hai fatto l'estate scorsa", uhhh... che razza di stronzata!
    Helen: Ci serve aiuto! Barry: Sì, hai ragione. Dovreste guardarvi allo specchio, sembrate cacca schiacciata da un rullo compressore.
    Helen: Sei uno stronzo!
    Julie: Non possiamo ignorare la cosa.
    Barry: Andiamo Julie, non sai neanche a cosa si riferisce. Hai fatto un sacco di cosa l'estate scorsa.
    Julie: Già però mi viene in mente soltanto un omicidio.
    Barry: Non lo devi mai dire più. [dà uno sguardo a sua madre]. Non abbiamo ucciso nessuno.
    Julie: Era ancora vivo quando lo abbiamo buttato in acqua.
    Helen: Perché tornarci sopra, è stato un incidente, quello stava in mezzo alla strada.


Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".