Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




The Truman Show (1998)


The Truman Show è un film drammatico del 1998 diretto da Peter Weir e interpretato da Jim Carrey.






Trama

È un film ispirato alla moda nascente dei reality show dove ognuno può raccontare la propria vita in televisione. Narra la storia di un uomo, Truman Burbank, la cui vita è oggetto di un reality show (il Truman Show) a sua insaputa, fin da quand'è nato. Il mondo che crede essere reale in realtà è uno studio televisivo, i suoi amici, colleghi e perfino sua moglie sono tutti attori e parte di un gigantesco cast, amaro e spietato. Il Truman Show riscuote un successo mondiale e si differenza dagli altri reality per il fatto che è reale. Un giorno Truman si rende conto che la sua vita è tutti i giorni uguale, arriva a essere ripetitiva, come un "attore" della stessa serie di scene che tutte le mattine si susseguono. Inizia dunque a dubitare che la "realtà" intorno a se, non sia vera realtà ma sia come pilotata da qualcuno. Le paure che poi diventano certezze vengono confermate dai vari episodi che Truman causa, così, all'improvviso e dal fatto che vorrebbe partire per visitare il mondo e tutti glielo impediscono.

Paese: USA
Durata: 103 min
Voto: 8,1
Guarda il 🎬 TRAILER ►



Commento

Dopo vari film comici e demenziali Jim Carrey riesce a farsi apprezzare attraverso la recitazione in un film di tutt'altro genere. La regia coinvolge lo spettatore riuscendo a immedesimarlo in uno spettatore del Truman Show... tutti a chiedersi: "ma cosa farà il protagonista?"
Se dovessi riassumere il film in un'unica frase, direi: "Una bella sorpresa!"

Avvertenza [VM14]: Non è un film violento o che insegna cose brutte, tutt'altro ma, per via di alcuni comportamenti "strani" andrebbe visto assieme la presenza di un adulto.



Spiegazione




Interpreti e personaggi

Jim Carrey (Truman Burbank), Ed Harris: (Christof), Laura Linney (Hanna Gill/Meryl Burbank), Noah Emmerich (Marlon), Natascha McElhone (Lauren/Sylvia), Holland Taylor (Angela Burbank, madre di Truman), Brian Delate (Kirk Burbank, padre di Truman), Peter Krause (Lawrence), Blair Slater (Truman da piccolo), Paul Giamatti (direttore della sala di controllo), Ron Taylor (Ron), Don Taylor (Don), Ted Raymond (Spencer), Philip Baker Hall (direttore del Network), Lorin Moore (bigliettaio al molo), Kevin D. Ross (voce annunciatore in TV).



Curiosità

- Ed Harris e Jim Carrey non si sono mai incontrati durante le riprese.

- La scena in cui Truman disegna sullo specchio usando il sapone è stata completamente improvvisata da Jim Carrey.

- Christopher Hopper fu originariamente scelto per il ruolo di Christof, ma se ne andò il primo giorno di riprese.

- Il film è stato girato in 1.66:1 per dar l'idea della tv, ma solo il dvd ha questo taglio. La versione cinematografica risulta in 1.85:1.

- Prima che la nave si fermi vediamo il numero 139. Il dialogo successivo tra Christof e Truman parafrasa alcune parti del Salmo 139.

- Il compositore al piano che vediamo nello studio è Philip Glass.

- Ogni strada nel film si riferisce ad un attore come "Lancaster Square" o "Barrymore Road". Anche gli attori stessi hanno nomi di altri attori: Meryl, Marlon, Lauren, Kirk ecc.

- Secondo un articolo del New York Times del 2008, gli psicologi in Gran Bretagna e negli Stati Uniti hanno riportato un certo numero di persone che vivono la "Sindrome di Truman", la convinzione che essi siano della star all'interno di un proprio reality show.

- Truman è un nome composto dalle due parole inglesi "True=vero" e "Man=uomo", in quanto unico personaggio reale dello show. Il suo cognome (Burbank) deriva dallo Studio City Burbank, CA.

- Meryl e Marlon, rispettivamente la moglie e il miglior amico di Truman all'interno del reality, sono così chiamati in riferimento a Meryl Streep e Marlon Brando, appunto per sottolineare che sono attori e non hanno vincoli reali con Truman.

- Il nome di Christof, il creatore dello show è un evidente riferimento a Cristo, in quanto creatore, appunto, e poiché guarda tutto dall'alto come una sorta di entità.

- Quando gli fu proposto, David Cronenberg rifiutò di dirigere il film.

- In una delle prime scene, una bottiglia di vitamina D si trova sul tavolo da cucina di Truman e Meryl, necessaria per coloro che non si espongono al (vero) sole.

- Alla gente sul set è stato proibito di pronunciare le tipiche frasi stupide pronunciate da Jim Carrey nei suoi ultimi film.

- Jim Carrey è sempre stata la prima scelta di Peter Weir per interpretare Truman.

- Il manifesto con il volto di Jim Carrey composto da un centinaio di singole foto, è stato creato dall'artista Rob Silverman e si vocifera che sia stato acquistato per 75.000 $.

- Jim Carrey è stato pagato 12.5 milioni $ per recitare in questo film.

- Il nome della barca a vela di Truman è "Santa Maria", lo stesso nome di una delle navi di Cristoforo Colombo.

- L'avvio della produzione è stato ritardato di un anno, in modo che Jim Carrey potesse recitare in Il rompiscatole (1996) e Bugiardo bugiardo (1997).

- Judy Clayton, l'attrice che interpreta l'agente di viaggio, era in Ace Ventura - L'acchiappanimali (1994), un film con Jim Carrey uscito quattro anni prima. Interpretava la donna che aveva assunto Ace per ritrovare il suo cane.

- La storia di base di un uomo inconsapevolmente essere costretti a vivere in una realtà alternativa è identica alla trama del romanzo di fantascienza "Tempo fuor di sesto" (1959) di Philip K. Dick.

- Truman sarebbe dovuto essere un ragazzo appena uscito dal liceo, ma dal momento che Jim Carrey aveva circa trent'anni, hanno trasformato l'angoscia adolescenziale con la crisi di mezza età.



Colonna sonora

  1. Piano Sonata No. 11 in La Maggiore K. 331 (Wolfgang Amadeus Mozart)
  2. The Beginning (Philip Glass)
  3. Living Waters (Philip Glass)
  4. Anthem - Part 1 (Philip Glass)
  5. Opening (Philip Glass)
  6. Twentieth Century Boy (The Big Six)
  7. Concerto per Piano n°1 in Mi minore, Opus 11 - Secondo tempo (Frédéric Chopin)
  8. Scales to America (David Hirschfelder e Orchestra)
  9. Concerto per corno n°1 in Re maggiore (Wolfgang Amadeus Mozart)
  10. Love Is Just Around the Corner (Jackie Davis)
  11. Wiegenlied (Johannes Brahms)
  12. Father Kolbe's Preaching (Polish State Philharmonic Orchestra)
  13. Truman Sleeps (Philip Glass)
  14. Raising the Sail (Burkhard von Dallwitz)
  15. It's a Life (Burkhard von Dallwitz)
  16. Anthem - Part 2 (Philip Glass)



Frasi celebri

Continua a leggere su Le più belle frasi del film The Truman Show


CONDIVIDI SU 👇

Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".