Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




Essere John Malkovich (1999)


Essere John Malkovich (Being John Malkovich) è un film grottesco e drammatico del 1999 diretto da Spike Jonz ed interpretato da John Cusack, Cameron Diaz e John Malkovich.






Trama

Craig Schwartz è un inconcludente burattinaio sposato con Lotte, una donna ossessionata dagli animali (in casa hanno un cane, un gatto, uno scimpanzé, un'iguana, un furetto e un pappagallo). Spronato dalla moglie riesce finalmente a trovare un impiego presso la LeaserCorp gestita dal D. Lester. Le cose iniziano subito a sembrargli strane quando scopre che l'azienda è situata al settimo piano e mezzo e che gli edifici hanno il soffitto molto basso per ridurre i costi. Si innamora a prima vista dell'impiegata Maxine, ma questi non sembra esserne interessata... ciò fa andare su tutte le furie Craig che scaraventando a terra uno schedario, scopre che dietro di esso si trova un portale che porta direttamente nella mente del famoso attore John Malkovich. Per 15 minuti vede, sente e fa le stesse cose che fa John Malkovich, salvo poi cadere in un fosso vicino a un casello australe. Craig ha adesso un nuovo "burattino" con cui giocare...

Paese: USA
Durata: 112 min
Voto: 7,8
Guarda il 🎬 TRAILER ►



Commento

Il film è assolutamente geniale. Il surreale entra a far parte del reale con tutta naturalezza, senza la minima forzatura, scivola tra di noi e ci fa vedere e comprendere il meraviglioso con tutta tranquillità e naturalezza. È sorprendente il lavoro che sono riusciti a portare a termine Jonze e Kaufman, tenendo conto del fatto che erano entrambi al loro primo film. La caratterizzazione dei personaggi è infatti eccellente, ognuno con le sue malsane passioni, e i propri intimi drammi, così come i dialoghi, fantastici, surreali, a volte spassosi, a volte drammatici. Il ritmo cala un po' nella seconda parte ma, una volta iniziato, diventa difficile smettere di guardarlo.

Avvertenza [VM14]: l'unica nudità è quella del seno di Catherine Keener che si intravede dalla camicia, per il resto vi è John Malkovich che si vede nudo da dietro, poi altri scene di sesso da vestiti o sotto le coperte che mostrano il movimento delle lenzuola, e poi tante altre allusioni sessuali e discorsi sulla transessualità.



Spiegazione




Interpreti e personaggi

John Cusack (Craig Schwartz), Cameron Diaz (Lotte Schwartz), Catherine Keener (Maxine Lund), John Malkovich (John Malkovich), Orson Bean (Dr. Lester), Mary Kay Place (Floris), Charlie Sheen (se stesso), Ned Bellamy (Derek Mantini), Sean Penn (se stesso), Spike Jonze (assistente di Derek Mantini).



Curiosità

- Nel finto speciale televisivo su John Malkovich appaiono, in piccoli camei, nella parte di loro stessi anche Sean Penn e Brad Pitt. David Fincher interpreta il ruolo di un intervistato. Nelle immagini di repertorio compaiono anche Winona Ryder, Andy Dick e gli Hanson tra il pubblico degli MTV Video Music Awards del 1998. Nel film è presente un altro cameo, quello dell'attrice Michelle Pfeiffer che interpreta se stessa. La nota attrice per un breve periodo fu anche la compagna di Malkovich.

- Il brano che John Malkovich legge ad alta voce e registra è tratto da Il giardino dei ciliegi di Anton Čechov.

- Charlie Kaufman spedì la sceneggiatura a Francis Ford Coppola il quale l'apprezzò molto e la fece vedere a Spike Jonze, all'epoca fidanzato con Sofia Coppola.

- Ne Il ladro di orchidee del 2002, il successivo film di Spike Jonze e Charlie Kaufman, è presente un finto "dietro le quinte" di Essere John Malkovich.

- Nel film John Malkovich prende il nome di "John Horatio Malkovich" mentre il suo vero secondo nome è "Gavin".

- John Malkovich e il suo team di produzione, pur apprezzando il copione, hanno ritenuto che un altro attore si sarebbe adattato meglio al ruolo. Malkovich si è offerto di aiutare nella produzione del film, e aiutare Spike Jonze in qualsiasi modo, ma si rifiutò di recitare in essa. Dopo un paio di anni Malkovich si convince e accetta di recitare nel film.

- Come prima scelta, nel ruolo dell’amico famoso di Malkovich al posto di Charlie Sheen c’era Kevin Bacon.

- Nonostante glielo dicano in tanti, John Malkovich non ha mai interpretato il ruolo di un ladro di gioielli prima di questo film. Lo farà invece dopo, in “Johnny English” (2003).

- Charlie Kaufman spedì la sceneggiatura a Francis Ford Coppola il quale la apprezzò molto e la fece vedere a Spike Jonze, all'epoca fidanzato con Sofia Coppola.

- Tra i nomi che Craig dice prima di indovinare il nome di Maxine e quindi uscire con lei, c’è anche Emily; alla fine del film, Emily è il nome che Maxine ha dato a sua figlia.

- Quando Craig è nell’ascensore, la donna di colore che entra dopo di lui pronuncia la frase “Settimo piano e mezzo, eh?”. Dall’inizio del film sono passati sette minuti e trenta secondi.

- La scena in cui una lattina viene scagliata in testa a John Malkovich è reale. John Malkovich ha rivelato come Spike Jonze avrebbe voluto tagliare la scena perché fossero in ritardo e pensava che nessuno sarebbe stato in grado di colpirlo sulla testa con una lattina mezza piena di birra da una macchina in corsa. Ci provarono molte persone del set, quello che ci riuscì al primo tentativo fu il compagno di scrittura di John Cusack.

- Spike Jonze ha sostenuto in un'intervista che quando stava acquistando la sceneggiatura intorno a Hollywood, uno dei produttori ha chiesto se avrebbe potuti riscrivere il film come "Essere Tom Cruise", ma non gli piacque l'idea.

- Il nome del personaggio John Cusack è un chiaro riferimento a Edward Gordon Craig e Bruce Schwartz. Schwartz è un burattinaio compiuto americano, mentre Craig era un attore di teatro che ha suggerito di sostituire gli attori con delle marionette.

- John Cusack in realtà ha preso alcune lezioni dai burattinai al fine di essere preparato in vista del film.

- Quando Cameron Diaz si è vestita del personaggio di Lotte ed ha iniziato a parlare con alcuni membri del cast, hanno pensato che fosse un'estranea.

- La trama originale era ben diversa: Craig avrebbe dovuto annunciare al pubblico che lui è il burattinaio e Malkovich il burattino. Mertin Flemmer avrebbe dovuto rappresentare il diavolo che avrebbe messo cattive idee a Craig al fine di conquistare iil mondo con la sua arte. Il tunnel che va in Malkovich sarebbe dovuta essere la gola di Flemmer quando ride.



Colonna sonora

  1. Allegro, from Music for Strings (The Cleveland Orchestra)
  2. Song of the Soul
  3. Prologue (Les Hooper)
  4. One (Madsaaski Kono)
  5. Pace, pace, mio Dio (Eva Urbanová e The Prague Symphony Orchestra)
  6. Malkovich Malkovich (Nick Peck)
  7. Te Quiero (Ruperto)
  8. Tchaikovsky: Swan Lake (Boston Symphony Orchestra)
  9. Minuetto
  10. Just Relaxin'
  11. Summer (Les Hooper)
  12. Amphibian (Björk)



Frasi celebri

Continua a leggere su Le più belle frasi del film Essere John Malkovich


CONDIVIDI SU 👇

Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".