Frasi del film City Hunter Special 1 - Amore destino e una 357 Magnum

«Certe donne riescono ad amare anche per tutta la vita; io invece ci riesco solo per poco.»
(Frase celebre del film)

Titolo Originale:
"Shitī huntā: Ai to shukumei no magunamu" (1989)
Genere: Film d'animazione
Regia di: Kenji Kodama
Personaggi principali: Ryo, Kaori, Saeko, Nina

Trama breve: 
La famosa ed avvenente pianista Nina arriva in Giappone non solo per tenere un concerto di beneficienza, ma per cercare il padre che sospetta essere ancora vivo, nonostante tutti cerchino di convincerla del contrario. Per l'indagine assolda il City Hunter Ryo Saeba.
(Scheda completa)


Frasi celebri

Ciao Nina, beh visto che siamo già seminudi, spogliamoci delle nostre inibizioni. (Ryo)

Se il denaro apre molte porte, l'amore le apre tutte. (Ryo)

È difficile da credere ma, a volte un uomo può essere costretto a separarsi da colei che ama, anche se non vuole. (Ryo)

Lo sa signor Saeba, quando impugna la pistola, lei cambia espressione. Di solito ha un'aria poco raccomandabile, da mandrillo. (Nina)

Certo che è ben scomodo fare il poliziotto, io sono più fortunato perché posso muovermi più liberamente. (Ryo)

Certe donne riescono ad amare anche per tutta la vita; io invece ci riesco solo per poco. (Ryo)

Saeba, finalmente ho trovato la risposta che cercavo. Ora tocca a voi due trovare la vostra. (Colonnello Hersen)

Sei stato grande Ryo, usando un proiettile caricato con poca polvere da sparo, il colpo è stato assorbito senza che quello arrivasse a penetrare cuore. Hai fatto correre un bel rischio al colonnello. (Saeko)



Dialoghi

  • Reika: Ascoltami Ryo, ho davvero una montagna di lavoro da fare. Ti prego, dammi una mano.
    Ryo: Reika, mi stai forse chiedendo di offrirti una collaborazione più intima?
    Reika: Esatto, anima e corpo mio caro.
    Ryo: Youu, ma se è così prendiamo subito una stanza in albergo!
    Kaori: [Colpisce Ryo all'improvviso] E perché vorresti andare in albergo?
    Ryo: Beh, semplice. Perché insieme si lavoro con molto più entusiasmo ed energia se c'è mokkori.
    Kaori: Se così fosse perché quando lavoriamo non facciamo mokkori anche noi? [Arrossisce per quello che si è lasciata sfuggire di bocca]. Ad ogni modo sono assolutamente contraria, me ne torno a casa!
  • Ryo: Cosa hai detto? Chi devo cercare? Senti, adesso ho per le mani un caso talmente complicato che non puoi neanche immaginare. Quindi mi dispiace ma non se ne parla proprio.
    Ryo: [Urlando] Non puoi trattarmi così! Bene, vengo subito lì a prendermi quello che mi spetta.
    Saeko: Ehm, ecco, oggi non sono proprio in gran forma. Anzi, ti dirò, sono a pezzi. Senti, perché non ti fai aiutare da Reika, lei è una vera specialista, ma no, non in quel senso.
    Ryo: Reika dici? Ma a quanto ne so anche lei ha da fare fin sopra i capelli. Sei sicura che accetterà?
    Saeko: Ma certo, però con questo mi scali un mokkori. Fai il bravo, poi te ne pago due o tre in una volta sola. Allora siamo intesi? Ciao, ciao. [Si gira è vede tutti i colleghi che la fissano] Che cosa c'è? Ho forse detto qualcosa di strano? [Sottovoce per l'imbarazzo] Voglio morire...
  • Kaori: [Riferendosi ai vestiti prestati] Ti vanno bene?
    Nina: Sì, i pantaloni sono un po' larghi in vita, ma la lunghezza è giusta. Piuttosto è la camicia che mi va un po' stretta sul seno.
    Kaori: [A bassissima voce] Infierite, su avanti infierite... Accidenti ma come fanno tutte a essere così rotonde là davanti.
  • Nina: Scusa se te lo chiedo, non sei innamorata del signor Saeba?
    Kaori: [Con estremo imbarazzo] Ma ma ma ma, che sciocchezze, di quel mandrillo? Fra noi ci sono solo rapporti di lavoro.
    Nina: Ma certo, non so come ho potuto pensarlo. Il signor Saeba da quel che ho visto è un tale farfallone. [Ride]
    Kaori: Sai, è la prima volta ridi.
    Nina: Come? Dici davvero? Forse hai ragione, ma vedi, quando penso come si è comportato stasera il signor Saeba mi viene subito il buon umore.
    Kaori: A volte invece è in grado di agire con una freddezza e una determinazione sorprendenti. Ma d'altra parte è meglio che per stanotte tu dorma in albergo.
    Nina: Ma no, anche se il signor Saeba ha sbagliato, io mi fido di lui.
    Kaori: Guarda fuori e dimmi che la pensi ancora così.
    Nina: [Vede Ryo spiare e origliare dalla finestra]
  • Kaori: [Dopo aver colpito brutalmente Ryo] In Giappone abbiamo un detto che non scordiamo mai: la prudenza è la virtù dei saggi.
    Nina: Da noi si dice: paese che vai, usanze che trovi.
  • Saeko: Uomo affascinante, vero? Ma estremamente pericoloso.
    Ryo: Saeko, che cosa ci fai qui tu?
    Saeko: Beh, sto indagando sull'assassinio di Kirchmann, così sono arrivata a lui.
    Ryo: Quindi tu sai chi è quell'uomo.
    Saeko: È un agente segreto della Galeria Est, colonnello Johann Von Hersen, negli ambienti internazionali è conosciuto come "la morte rossa". Pare che non abbia rivali come killer, forse nemmeno tu saresti in grado di batterlo.
    Ryo: Sottovaluti la mia abilità, potrei sorprenderti. Se poi pensi che quel matusa possa battermi a mokkori ti sbagli di grosso!
    Saeko: Si può sapere come diavolo funziona il suo cervello?
  • Nina: Vorrei farle una domanda personale, mi scusi. Potrei sapere perché fino ad ora non ha mai ricambiato i sentimenti che Kaori prova per lei?
    Ryo: Certe donne riescono ad amare anche per tutta la vita; io invece ci riesco solo per poco.
  • Miki: In un vero duello chi sarebbe stato il vincitore fra quei due? Falcon: Beh, non so. L'importante che la nostra messa in scena sia riuscita a ingannare quelli della Galeria Est. Come professionisti Hersen e Ryo si equivalgono, comunque c'è una sola persona che può battere Ryo ed è il sottoscritto.
  • Kaori: Scusami Ryo, a quanto pare non faccio altro che crearti problemi. Come assistente sono un vero disastro.
    Ryo: Se tu non ti fossi aggrappata all'elicottero non avrei mai potuto scoprire il covo di quei maledetti. È stato un ottimo lavoro socio.
    Kaori: [Con faccia sorpresa e soddisfatta] Socio?


Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".