Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




Frasi del film Lion - La strada verso casa


Le più belle e celebri frasi del film "Lion - La strada verso casa", film biografico-drammatico con Dev Patel.

«La vera storia di una vita perduta e ritrovata."»
(Tagline del film)

Titolo Originale:
"Lion" (2016)
Genere: Film biografico, drammatico
Regia di: Garth Davis
Protagonisti: Dev Patel, Nicole Kidman, Rooney Mara

Trama breve: 
Un ragazzo indiano di cinque anni si perde per le strade di Calcutta, a migliaia di chilometri da casa. Sopravvive a molte sfide prima di essere adottato da una coppia in Australia. 25 anni dopo, si mette alla ricerca della sua famiglia naturale.
(Scheda completa)


Frasi celebri

Ogni notte mi addormento immaginando di percorrere la strada di casa... E di rivedere mia madre, per sussurrarle all'orecchio: sono qui. (Saroo)

Sto iniziando a ricordare una vita che avevo dimenticato. (Saroo)

Devo ritrovare la via di casa. (Saroo)

Ci sono migliaia di stazioni in India. Ci vorrebbe una vita per trovare quella giusta. (Amico)

[Lasciando un messaggio telefonico] Ciao, mamma. So che state domendo. Voglio dirvi che sono sano e salvo. Sto bene e ho trovato la risposta alle mie domande. Non ci sono più vicoli ciechi. Ho trovato mia madre e ... vi ringrazia per avermi cresciuto. Sa che la mia famiglia siete voi. Ma è ... felice, di sapere che sono vivo. L'ho trovata, ma questo non cambia ciò che siete per me. Ti voglio bene mamma ... tantissimo. Anche a te papà. E Mantosh. (Saroo)

C'è già tanta gente nel mondo... (Sue Brierley)



Dialoghi

  • Donna: Abbiamo messo un annuncio sul giornale ma non ha risposto nessuno.
    Bambino: Nemmeno la mia mamma?
  • Saroo: Mi dispiace che tu non abbia figli tuoi.
    Sue: Cosa stai dicendo?
    Saroo: Beh insomma, noi non eravamo pagine vuote, no? Loro lo sarebbero stati. Non hai adottato solo noi, ma anche il nostro passato. E mi sembra che ti stiamo uccidendo.
    Sue: Io avrei potuto averli.
    Saroo: Cosa?
    Sue: Abbiamo scelto di non fare figli. Noi abbiamo voluto voi due. Era quello che volevamo. Volevamo avere voi due nelle nostre vite. È questo che abbiamo scelto.
    [pausa]
    Sue: Anche per questo mi sono innamorata di tuo padre.
    [pausa]
    Sue: Pensavamo entrambi che nel mondo c'erano già abbastanza persone. Con un figlio nostro forse non avremmo contribuito a niente, ma adottare un bambino che soffriva, come soffrivate voi, per il mondo sarebbe stata una cosa importante.
  • Saroo: Avevo un'altra famiglia: una madre, un fratello...
    Lucy: Tua madre com'era?
    Saroo: Bellissima.
  • Insegnante: Sei nato in Australia?
    Saroo: Sì...No, a Calcutta.
    Uomo: Quale zona?
    Saroo: Mi hanno adottato, non sono proprio indiano.
    [Più tardi ai suoi amici]
    Saroo: Non sono di Calcutta... mi sono perso.
  • Lucy: E non parlavi il bengali?
    Saroo: Non sapevo neanche che si chiamasse così!
  • Bharat: Quanto sei stato sul treno?
    Saroo: Un paio di giorni.
    Bharat: Un paio di giorni? Saroo, ripetimi qual'era la tua città?
    Saroo: Garestlay. Ma forse ricordo male, perché non esiste.
    Bharat: No, ma potresti ricordare qualche dettaglio, dei particolari.
    Saroo: Al binario dove dormivo c'era un serbatoio per la pioggia. Era a pochissime fermata da Garestlay.
    Sami: In India ci sono migliaia di stazioni con quei serbatoi.
    Saroo: È successo molto tempo fa...
    Amica di Lucy: Hai mai sentito parlare del programma Google Earth? È incredibile, trovi qualunque posto da qualsiasi punto.
    Bharat: Ascolta, possiamo vedere a che velocità viaggiavano i treni locali dell'epoca. Prendiamo quella velocità, la moltiplichiamo per le ore che sei stato sul treno. Ed è fatta. Creiamo un raggio di ricerca. E troverai la stazione con il serbatoio per la pioggia.
    Sami: Sì, ma ci vorrà una vita per cercare tutte le stazioni dell'India.
    Bharat: Perché, ho detto tutte le stazioni forse?
    Sami: Ok, anche se fossero la metà...
    Saroo: Davvero ragazzi non mi va di parlarne.
  • Sami: I tuoi genitori ti hanno cercato?
    Amica di Lucy: Sì che lo hanno cercato. È ovvio.
    Sami: No, volevo dire che se lo hanno cercato potrebbero aver lasciato una documentazione.
    Bharat: Quale documentazione, non sapeva il suo cognome!
    Saroo: Mia madre era un'analfabeta
    Sami: Cosa faceva?
    Saroo: La bracciante ... trasportava le pietre.
    Sami: Tua madre?
    Bharat: Hey, zitto!



Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".