Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




Il gladiatore (2000)


Il gladiatore (Gladiator) è un film epico del 2000 diretto da Ridley Scott ed interpretato da Russell Crowe, Joaquin Phoenix e Connie Nielsen.






Trama

Il generale Massimo, vinta l'ultima battaglia contro i barbari in Germania, viene designato come proprio successore dall'imperatore Marco Aurelio in persona. Commodo, il figlio ambizioso e corrotto di quest'ultimo, uccide il padre prima che si conosca la sua decisione e lo succede al trono: il suo primo ordine è la condanna a morte per Massimo e la sua famiglia. Il generale riesce a fuggire e corre in Spagna per raggiungere moglie e figlio, ma i due sono già stati trucidati e lui viene catturato da un mercante di schiavi che lo porta in Africa. Lì viene venduto ad una sorta di impresario di gladiatori, il cui girovagare presto lo porta a Roma dove Commodo ha restaurato la tradizione dei giochi nel Colosseo. Massimo, visto il suo ascendente sul popolo grazie alle vittorie nell'arena, viene presto coinvolto in un complotto del Senato per eliminare un imperatore ormai in pieno delirio di onnipotenza, che si conclude con uno scontro cruento fra i due proprio nel Colosseo.

Paese: Regno Unito, USA
Durata: 155 min
Voto: 8,5
Guarda il 🎬 TRAILER ►



Commento

La bellissima colonna sonora accompagna ed enfatizza le complesse scene di lotta dentro il Colosseo. La cinepresa riprende gli attori in modo eccelso, seguendo i movimenti in modo da rendere realistiche e pulsanti tutte le scene, tanto che l'angoscia e la confusione sembrano tangibili. Fantastico come sempre il doppiaggio di Luca Ward (la voce di Russell Crowe) Un ultimo pensiero va rivolto senza dubbio alla scelta delle “locations” nonché agli splendidi addetti ai costumi che hanno reso possibile alla sapiente mano di Ridley Scott di ricreare quell’atmosfera inquietante dell’antica Roma senza essere forzatamente legato ad una realtà storica tramandata e scritta da diversi storici in affermati testi.
Che dire, 5 oscar meritatissimi! Da non perdere assolutamente!

Avvertenza [VM14]: Seppure il protagonista del film sia una persona da prendere come esempio, vi sono altri personaggi amorali come l'antagonista che ha un desiderio sessuale per la sorella. Anche le scene di battaglia con uccisioni ravvicinate e un paio di combattimenti nell'arena potrebbero impressionare i più piccoli, specie se non seguiti da un adulto.



Spiegazione




Interpreti e personaggi

Russell Crowe (Massimo Decimo Meridio), Joaquin Phoenix (Commodo), Connie Nielsen (Augusta Lucilla), Oliver Reed (Proximo), Richard Harris (Marco Aurelio), Derek Jacobi (senatore Gracco), Djimon Hounsou (Juba), David Schofield (senatore Falco), John Shrapnel (senatore Gaio), Tomas Arana (Quinto), Ralf Möller (Hagen), Spencer Treat Clark (Lucio Vero), David Hemmings (Cassio), Tommy Flanagan (Cicero), Giannina Facio (moglie di Massimo), Giorgio Cantarini (figlio di Massimo), Omid Djalili (venditore di schiavi e bestiame), Chris Kell (scriba rapito), Tony Curran (spia), Mark Lewis (spia), John Quinn (Valerius), Alun Raglan (pretoriano), Chick Allan (capo dei barbari germanici), David Nicholls (uomo gigante).



Curiosità

- Joaquin Phoenix ha improvvisato il grido alla folla "Non sono misericordioso?", anche Connie Nielsen ne è rimasto colpito dal momento che non se lo aspettava.

- Nel corso delle scene gladiatorie, Russell Crowe si è lesionato le ossa di un piede e della sua anca, e si è ferito a entrambi i tendini del bicipite.

- L'attore Oliver Reed (Proximo) è morto poco prima del termine delle riprese del film, che di conseguenza è stato a lui dedicato. Le scene che non è riuscito a recitare sono state create con la tecnica digitale grazie a spezzoni di scene tagliate.

- Le ferite sul volto di Russell Crowe, dopo la scena della battaglia di apertura, sono reali. Sono state causate dal suo cavallo che, spaventato lo ha spinto nei rami di un albero. I punti di sutura sulla guancia sono chiaramente visibili quando dice a Commodo che ha intenzione di tornare a casa.

- La scena in cui Massimo descrive la sua casa, più precisamente come è organizzata la cucina e gli odori che si sentono al mattino e alla sera, è stata improvvisata. In realtà è la descrizione della casa di Crowe, in Australia.

- Per la scena nell'arena in cui sono presenti delle tigri (in tutto sono 5), un veterinario armato di freccette tranquillanti è rimasto lì per tutta la durata delle riprese. Per motivi di sicurezza, Russel Crowe è stato tenuto ad almeno 15 piedi di distanza dalle tigri.

- A Mel Gibson era stato offerto il ruolo di protagonista, ma rifiutò perché a 43 si sentiva troppo vecchio nel ruolo di Massimo.

- La motivazione principale per cui Oliver Reed ha voluto il ruolo di Proximo, è che un tempo ha viaggiato gratis a Londra ed ha visto un paio di spettacoli.

- Il Colosseo è stato ricostruito in 19 settimane nel Forte Ricasoli di Malta, ma solo il primo giro di tribune, il resto è stato ricostruito in digitale. Il regista Ridley Scott e la produzione chiesero al comune di Roma di poter realizzare alcune scene dei duelli dentro il vero Colosseo, ma la richiesta fu rifiutata poiché l'anfiteatro era in fase di restauro. Per la scena della battaglia contro i barbari, il regista ha approfittato del disboscamento annunciato della foresta di Bourne Woods in Inghilterra, accollandosi anche le spese dell'operazione.

- Russell Crowe, dal carattere notoriamente non facile, si lamentava continuamente della sceneggiatura durante le riprese e riscrisse alcuni punti di suo pugno. All’inizio, si rifiutò persino di dire la famosa frase “In questa vita o nell’altra, avrò la mia vendetta!” e disse, addirittura allo sceneggiatore William Nicholson che le sue battute erano spazzatura ma, che lui è un grande attore in grado di valorizzare anche la spazzatura.

- Crowe ha iniziato a girare “Il Gladiatore” pochi mesi dopo "The Insider –Dietro la verità" (1999), di Michael Mann, e per il ruolo del Dr. Jeffrey Wigand, che gli fruttò anche una nomination agli Oscar, aveva messo su molti chili. Scott lo contattò per dirgli che doveva assolutamente tornare in forma e così l’attore tornò in Australia, nella sua fattoria, non ricorrendo a diete o esercizi particolari, ma facendo semplicemente i lavori (abbastanza pesanti) di tutti i giorni.

- Marco Aurelio in realtà morì di peste mentre nel film vediamo che muore soffocato da Commodo. Più avanti nel film, Gracco chiede ironicamente a Commodo se avesse mai abbracciato qualcuno che sta morendo di peste.

- Il film si è rivelato uno dei maggiori successi della sua annata cinematografica. Nel 2000, a livello globale, ha incassato circa 457.640.427 dollari, secondo solo a “Mission: Impossible II”, con Tom Cruise.

- Le riprese del film in generale terminarono a maggio del 1999. Il budget stimato per la realizzazione del film fu di 103.000.000 $.

- La costumista Janty Yates e il suo team hanno creato più di 10.000 costumi per il cast e comparse.

- Come gli atleti dei nostri giorni, anche gli antichi gladiatori romani promuovevano dei prodotti. I produttori hanno preferito evitare questa forma di pubblicità.

- La spada corta usata dall'esercito romano, la Gladius Hispaniensis, si vede utilizzato da molti gladiatori nel film.

- Molti degli animali presenti sono stati prestati alla produzione dallo zoo di Rabat, la capitale del Marocco, come un modo per aggirare le severe norme di importazione del paese.

- La sceneggiatura prevedeva una battaglia tra Massimo e un rinoceronte. Dato che era difficile farla sembrare realistica, il rinoceronte è stato omesso dal film.

- Le sopracciglia a punta di David Hemmings erano vere.

- Ridley Scott ha resistito a qualsiasi suggerimento riguardante il possibile rapporto sessuale fra Massimo e Lucilla in quanto avrebbe diminuito il suo bisogno di stare con la moglie e il figlio assassinati.

- Jude Law è stato preso in considerazione per il ruolo di Commodo.

- Nelle scene Colosseo, solo i due ponti inferiori sono in realtà pieni di persone. Le altre migliaia di persone sono state create al computer.

- Antonio Banderas è stato preso in considerazione per il ruolo di Massimo.

- A Luciano Pavarotti è stato chiesto di eseguire la colonna sonora del film ma ha rifiutato, successivamente si è pentito di questa scelta.

- Jennifer Lopez provino ha fatto un provino per il ruolo di Lucilla.

- Oltre 27.000 pezzi di armatura sono state realizzate appositamente per il film.

- Sono oltre 20.000 le frecce create per la battaglia di apertura in Germania.

- Richard Harris è stato preso in considerazione per la parte di Proximo.

- Russel Crowe, nella parte di Massimo, ebbe molte controfigure per le scene di azione. Alcune di esse erano Phil Neilson, Steven Breast, Stuart Clarke e Randx Scoot Miller, quest'ultimo utilizzato per la scena in cui Massimo veniva assalito da una tigre.

- Prima di entrare nel Colosseo, Massimo sceglie il casco e lo indossa. Un casco copiato da quello del 7 ° secolo rinvenuto a Sutton Hoo, in Inghilterra.

- La battaglia tra i romani e i germanici si svolge tra la neve, anche se è noto che i romani interrompevano tutte le guerre durante i mesi invernali.



Colonna sonora

  1. Pavor (Synaulia)
  2. Etruria (Synaulia)
  3. Now We Are Free (Lisa Gerrard e Hans Zimmer)



Frasi celebri

Continua a leggere su Le più belle frasi del film Il gladiatore


CONDIVIDI SU 👇

Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".