Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




Il curioso caso di Benjamin Button (2008)


Il curioso caso di Benjamin Button (The Curious Case of Benjamin Button) è un film drammatico sentimentale del 2008 diretto da David Fincher ed interpretato da Brad Pitt e Cate Blanchett. È basato su un breve racconto del 1922 di Francis Scott Fitzgerald.






Trama

La storia è tutta un flashback: ambientata nel presente, vengono narrati i fatti di molti anni prima.
Benjamin Button nasce nell'ultimo giorno della prima guerra mondiale, sua madre muore dopo il parto, mentre il padre sotto shock per la sua morte, rimane disgustato dal suo aspetto fisico e della sua salute tipica di un novantenne: artrosi, cartilagini ossificate, cataratta, sordità... È fortemente tentato di gettarlo in acqua ma alla fine decide di fare la cosa meno sbagliata: abbandonarlo sulle scale di una casa di riposo. Il piccolo sembrerebbe destinato a morire a breve, ma più cresce e più ringiovanisce. Fa amicizia con una bambina di nome Daisy, ma la differenza di età è troppo evidente per giocare assieme a lei, o per frequentarla quando lei avrà raggiunto la maggiore età... ci penserà il tempo a mettere a posto le cose.

Paese: USA
Durata: 166 min
Voto: 7,8
Guarda il 🎬 TRAILER ►



Commento

Tutto il film è una (lunga) riflessione/metafora sulla natura del Tempo e del Caso (non a... caso la parola "Caso" è già nel titolo). La storia di un uomo nato vecchio e morto giovane è molto bella, originale! Forse pecca un po' per l'eccessiva lunghezza ma stiamo parlando di riassumere in un film la vita intera di una persona (anzi due) e, se riuscirete a guardarvelo tutto, alla fine spererete anche voi che nei titoli di coda appaia la scritta "tratto da una storia vera"...

Avvertenza [VM14]: In questo film uno dei temi principali è la morte, inoltre vi sono scene intense e ingiuste che potrebbero turbare lo spettatore più sensibile.



Spiegazione




Interpreti e personaggi

Brad Pitt (Benjamin Button), Cate Blanchett (Daisy Fuller), Julia Ormond (Caroline), Tilda Swinton (Elizabeth Abbott), Taraji P. Henson (Queenie), Jared Harris (capitano Mike Clark), Jason Flemyng (Thomas Button), Mahershalalhashbaz Ali (Tizzy Weathers), Elias Koteas (Monsieur Gateau), Ed Metzger (Theodore Roosevelt), Phyllis Somerville (nonna Fuller), Ted Manson (Daws), Faune A. Chambers (Dorothy Baker), Peter Donald Badalamenti II (Benjamin Button 1928-1931), Robert Towers (Benjamin Button 1932-1934), Tom Everett (Benjamin Button 1935-1937), Spencer Daniels (Benjamin Button a 12 anni), Chandler Canterbury (Benjamin Button a 8 anni), Charles Henry Wyson (Benjamin Button a 6 anni), Elle Fanning (Daisy Fuller a 7 anni), Madisen Beaty (Daisy Fuller a 10 anni), Katta Hules (Caroline a 12 anni), Rampai Mohadi (Ngunda Oti), Devyn A. Tyler (la figlia di Queenie a 14 anni), Deneen Tyler (la figlia di Queenie a 40 anni).




Curiosità

- Fincher, in collaborazione con il supervisore degli effetti speciali Eric Barba ed il truccatore Greg Cannom, si è ispirato ai veri bambini affetti dalla Sindrome di Hutchinson-Gilford (nota anche come Progeria), una malattia rara che causa l’invecchiamento precoce.

- Costato circa 150 milioni di dollari, il film ne ha incassati 334 in tutto il mondo. Merito soprattutto del mercato europeo e di quello asiatico, perché negli Usa al botteghino era stato un mezzo flop (127 milioni).

- Per questo progetto Brad Pitt ha ottenuto dalla Paramount un contratto da circa 10 milioni di dollari.

- Per questo ruolo, Brad Pitt si è sottoposto ad un make-up di 5 ore al giorno: fondamentale è stato il contributo dello specialista Greg Cannom, premiato con l’Oscar.

- Nel film "Daisy" è nata nel 1924 e quando lo rivela, nel 1967, ne ha 43.

- Candidato a tredici Premi Oscar, ne ha vinti soltanto tre: miglior scenografia, miglior trucco e migliori effetti speciali. Quell’anno a trionfare fu The Millionaire di Danny Boyle.

- La maggior parte del film è stato filmato a New Orleans nel quartiere del Garden District e in Louisiana, mentre la parte dedicata a Parigi è stata filmata nel quartiere storico di Vieux-Montréal, parte della città di Montréal, in Canada.

- È davvero esistito un uomo pigmeo ospitato in una “casa delle scimmie”: si chiamava Ota Benga, era stato imprigionato in Congo nel 1904 e tenuto in mostra in uno zoo del Bronx. Nel 1906 venne liberato e trasferito in un orfanotrofio fino al 1910, anno in cui si trasferì in Virginia, iniziò a lavorare in una fabbrica di tabacco e cominciò a pianificare il suo ritorno in Congo. Con lo scoppio della Prima guerra mondiale, venne colto da depressione: si suicidò nel 1916. Anche il signor Daws (Ted Manson) è ispirato a una persona realmente esistita: il park ranger statunitense Roy Sullivan, entrato nel Guinness dei primati perché colpito da un fulmine in sette occasioni diverse e sopravvissuto tutte le volte. Sei di queste sfortunate scene sono mostrate con uno sfondo color seppia.

- Per ben due volte si era pensato di portare 'Il curioso caso di Benjamin Button' sul grande schermo: il primo fu Steven Spielberg all'inizio degli anni novanta che pensò di assegnare il ruolo di Benjamin a Tom Cruise; nel 1998 l'idea venne ripristinata da Ron Howard, il quale pensò di sostituirlo con John Travolta.

- La trama è ispirata da una breve osservazione dell'autore Mark Twain: "È un peccato che la parte migliore della nostra vita venisse all'inizio e la peggiore alla fine".

- È la terza collaborazione di Brad Pitt con David Fincher, le prime due sono Seven (1995) e Fight Club (1999).

- Il nome della barca a vela di Benjamin è "Button Up".

- La moto blu argentata guidata da Button (Brad Pitt) è un 650cc Triumph T110, un modello del 1956.

- Si trova nella lista dei "1001 Film da vedere prima di morire", a cura di Steven Schneider.

- Rachel Weisz era stata considerata per il ruolo di Daisy, ma ha dovuto rifiutare a causa di alcuni conflitti di programmazione con le diverse date per le riprese del film.

- La moto con la quale Button si sposta in India è una 350cc Royal Enfield Bullet, una moto britannica progettata originariamente a Chennai (Madras), giunta in India dal 1955.



Colonna sonora

  1. WHEN THE SAINTS GO MARCHING IN (Doc Paulin's Marching Band)
  2. WE SHALL WALK THROUGH THE STREETS OF THE CITY (Doc Paulin's Marching Band)
  3. DIDN'T HE RAMBLE (Olympia Brass Band)
  4. DIXIE (Mickey Finn & Big Tiny Little)
  5. COUNTRY CLUB (Scott Joplin)
  6. ELITE SYNCOPATIONS (Scott Joplin)
  7. THE CHRYSANTHEMUM (Scott Joplin)
  8. SALVE D'AMOR RECINTO ELETTO (Richard Wagner)
  9. JUST AS I AM
  10. AMAZING GRACE (John Newton)
  11. DICH, TEURE HALLE (Kirsten Flagstad)
  12. PEPSI JINGLE (Austen Croom Johnson & Alan Bradley Kent)
  13. THERE'LL COME A TIME (Frank Trumbauer & His Orchestra featuring Bix Beiderbecke)
  14. OSTRICH WALK (Frank Trumbauer & His Orchestra featuring Bix Beiderbecke)
  15. BIG BUTTER AND EGG MAN (Sidney Bechet)
  16. POLONAISE IN A-FLAT MAJOR (Frédéric Chopin)
  17. BETHENA (Scott Joplin)
  18. WAH DEE DAH (Cab Calloway)
  19. BASIN STREET BLUES (Preservation Hall Jazz Band)
  20. THAT'S A PLENTY (Preservation Hall Jazz Band)
  21. MILENBERG JOYS (Preservation Hall Jazz Band)
  22. OLD SPINNING WHEEL (Preservation Hall Jazz Band)
  23. SO LONG BLUES (Preservation Hall Jazz Band)
  24. BILL BAILEY - WON'T YOU PLEASE COME HOME (Preservation Hall Jazz Band)
  25. WEARY BLUES (Preservation Hall Jazz Band)
  26. TIN ROOF BLUES (Cliff Jackson)
  27. AIN'T MISBEHAVIN' (Cliff Jackson)
  28. THAT'S HOW RHYTHM WAS BORN (The Boswell Sisters)
  29. MOMENT MUSICAL FOR PIANO IN F MINOR (Franz Schubert)
  30. CHANSON SUR STALINE (Choeur de la Cathedrale de la Rue Daru)
  31. ARABESKE FOR PIANO IN C MAJOR OP. 18 (Robert Schumann)
  32. OUT OF NOWHERE (Sidney Bechet)
  33. DEAR OLD SOUTHLAND (Louis Armstrong)
  34. IF I COULD BE WITH YOU (Louis Armstrong)
  35. DAPHNE (Django Reinhardt)
  36. CAROUSEL BALLET (The Twentieth Century-Fox Symphony Orchestra)
  37. MANANA (Peggy Lee)
  38. SKOKIAAN ()
  39. MY PRAYER (The Platters)
  40. I'LL FLY AWAY (Albert E. Brumley)
  41. TWIST AND SHOUT (The Beatles)
  42. CHASSE INTO CHAINE (Steven V. Mitchell)
  43. WISH SOMEONE WOULD CARE (Irma Thomas)
  44. IMPACT REPORT (Ivor Slaney)
  45. I LOVE YOU (Barney)



Frasi celebri

Continua a leggere su Le più belle frasi del film Il curioso caso di Benjamin Button


CONDIVIDI SU 👇

Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".