Frasi del film America Oggi

«Da due maestri americani arriva un film come nessun altro.»
(Tagline del film)

Titolo Originale:
"Short Cuts" (1993)
Genere: Film drammatico
Regia di: Robert Altman
Protagonisti: Andie MacDowell, Bruce Davison, Julianne Moore, Tim Robbins.

Trama breve: 
Nella Los Angeles contemporanea (spruzzata continuamente di insetticida dagli elicotteri per eliminare la cosiddetta mosca della frutta) seguiamo le storie di alcune persone concatenate da apparenti casualità. Earl, autista di una limousine da noleggio, è sposato con Doreen, cameriera in un fast food. Un giorno Doreen investe un ragazzo che, per questo, finisce all’ospedale. Qui seguiamo le vicende di altri ricoverati e di alcuni medici, tra cui il dottor Wyman la cui moglie ammette un adulterio avvenuto in un lontano passato.
(Scheda completa)


Frasi celebri

Quel giorno ho fatto una cosa che non avevo mai fatto in vita mia. Non ho detto la verità a tua madre. Mi sono dato ammalato in ufficio e sono uscito come se andassi a lavorare e non ho detto a tua madre che andavo da Holla a sistemare il frigorifero e la ghiacciaia... sarebbe successa una catastrofe! Anche se sapeva che sarei stato pagato per il mio lavoro avrebbe fatto succedere una catastrofe. Andava bene se lei aiutava Holla ma non io, capisci? Era molto possessiva in quel senso. Beh, le sorelle sono strane, sai? In questo caso ero felice di favorirla, mi serviva qualche soldo in più e... è stata un'idea di Holla di non coinvolgere tua madre ed è stata un'idea di Holla che io dovessi mentirle. Ho pensato: ci metto un paio d'ore, poi vado a lavorare e gli dico che mi sento meglio. Comunque ho detto a Holla che sarei arrivato presto e così è stato... ma non rispondeva nessuno e allora la porta era aperta, entro, e sento che è di sopra a fare la doccia e le do una voce. Sai, per non farla spaventare quando esce dalla doccia e mi sente lavorare nello scantinato. In ogni caso vado giù e dopo un po' Holla viene giù anche lei nello scantinato... in accappatoio... e mi dice che si era lavata tutta... per me. Io la trovo una cosa molto strana da dire date le circostanze ma tu conosci Holla... comunque lei dice: come procede? E io dico: bene. E dopo un po' lei, sì, lei mi chiede se voglio una birra. Dice: vuoi una birra? Dico: Gesù, è presto la mattina per questo genere di cose... e lei dice: guarda che non sono il tuo capo, non ti pare? Ne vuoi una ó no? E io dico: beh al diavolo! Perché no? Sai, al momento mi sembrava una buona idea, capisci? Torna con le due birre e ogni volta che finisco una birra.,. puf! me ne ritrovo un'altra in mano, Cristo! Ora siamo di sopra in cucina e ho dei problemi a collegare i giunti, sai. È... è la quarta o quinta birra! E io dico: Holla... questo è esattamente quello che ho detto, ragazzi, non lo dimenticherò mai... ho detto: Holla, se bevo soltanto un'altra birra finisce che devo andare a sdraiarmi. E lei dice: mi chiedevo cos'altro ci voleva per averti nel mio letto, Paul! E io... ho riso. Lei dice: non dirmi che non ti era passato per la mente, se no sei un gran bugiardo. Ti dico la verità: neanche per un istante. Sì, trovavo deliziosa la sua compagnia ma, Gesù, non c'era nessuna vera... beh, e poi... non lo so, non volevo ferire i suoi sentimenti, ecco. Insomma, era la sorella di tua madre, no? Comunque io... non so quanto tempo è passato, so solo che sto lavorando come un disgraziato sulla ghiacciaia, cercando di far funzionare quell'affare e lei dice cose tipo... se la situazione fosse rovesciata mia sorella farebbe la stessissima cosa. Ma ci pensi? Sai, come se questa fosse una cosetta da niente tra noi due. Io ho cominciato a sudare, ti dico, ho le ginocchia che mi tremano, non so come diavolo fare... [Estrae una sigaretta e la porta alle labbra] (Paul Finnigan)

Odio Los Angeles. Tutto ciò che fanno è tirare coca e parlare. (Tess Trainer)



Dialoghi

  • Betty: C'è mancato un pelo. Sarebbe cambiato tutto, la nostra vita sarebbe cambiata.
    Earl: Magari succedesse qualcosa che ci cambia la vita.
  • Paul: Ce l'hai ancora con me perché non ti sono stato accanto in ospedale, vero?
    Howard: No, affatto. Non me lo ricordo nemmeno.
    Paul: Sì, sì che te lo ricordi. Lo sai, non è stata una mia decisione. Le cose si erano messe talmente male fra tua madre e me in quel periodo che ho dovuto... non volevo restare in camera tua e renderle peggiori.
    Howard: Non mi ricordo nemmeno l'ospedale. Insomma mi ricordo... che la macchina... si è capottata, la macchina mi ha portato via e... nient'altro.
  • Howard: Qui è vietato fumare, papà.
    Paul: Eh?
    Howard: Non si fuma.
    Paul: Oh, meglio così, sono sceso a quattro al giorno. E alla fine... (Fa un gesto eloquente) si apre l'accappatoio. E io ho una... (con un gesto allude a un'erezione). Quella donna era fatta molto meglio di quanto uno potesse immaginarsi vedendola vestita, te lo assicuro io. Per qualunque uomo è difficile resistere... Insomma per te non lo so ma per me lo è stato... e come!
    Howard: Beh, è successo tanto tempo fa, papà.
    Paul: E così... (Fa il gesto della penetrazione) Nessuno di noi ha sentito tua madre che entrava. Oh, Dio onnipotente! Era in un tale stato, sai. Lei in effetti... lei non ha guardato Holla, ha guardato soltanto me. Ha detto: Howard è all'ospedale. E poi, mentre andavamo all'ospedale, ha detto, beh, no, ha pianto un po'... ha detto solo: Perché non mi hai voluto dire che non andavi a lavorare? Quelli mi hanno detto che stavi male... cristosanto, quanto mi sono vergognato, io! È stato un giorno sfortunato, sai? Il momento meno adatto... però ti dico che quel primo giorno all'ospedale tua madre e io siamo stati accanto sempre mentre i dottori si informavano e quasi tutte le notizie erano cattive! Ciononostante siamo stati insieme, le abbiamo affrontate insieme! (Pausa) E poi Holla ha mentito... Dio, Holla ha detto a tua madre che noi avevamo avuto altri incontri in passato. Beh, era stata quella volta solamente. Ho cercato, ho cercato di spiegare a tua madre, di spiegare esattamente come era successo. Sai... sai cosa ha detto tua madre, a me? Non ti voglio mai più vedere, mai più. Supererò questa cosa da sola. È meglio. Qualunque cosa dovesse accadere ad Howard.
    Dovevo rispettare i suoi desideri, Howard. Insomma, che lo volesse o no, dovevo farlo. E ho continuato sempre a pensare: un giorno, un giorno, un giorno la verità salterà fuori, vedrai. E lei capirà che non era vero... tutt'e due sappiamo che non è mai successo.


Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".