Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




Forrest Gump (1994)


Trama del film commedia-drammatico "Forrest Gump" del 1994 con Tom Hanks: frasi celebri, spiegazione, curiosità, colonna sonora e attori del cast.

Forrest Gump è un film drammatico del 1994 diretto da Robert Zemeckis ed interpretato da Tom Hanks.






Trama

Forrest Gump è un ragazzo con un basso coefficiente di intelligenza. Seduto sulla panchina  della fermata dell'autobus racconta la sua vita ad ascoltatori occasionali. Inizia a parlare della sua infanzia dove veniva sempre criticato per i suoi problemi mentali e fisici. Solo la la madre riusciva a capirlo veramente e lui faceva oro di tutte le perle di saggezza che gli diceva. Il primo giorno di scuola incontra Jenny, la ragazza di cui ben presto si innamora e che avrà un ruolo importante nella sua vita, tuttavia lei lo considera solo un buon fratello e le loro strade si separano. In questo film ci sono trent’anni di storia americana visti attraverso gli occhi di un personaggio etichettato dalla società come un “diverso” a causa di un quoziente intellettuale al di sotto della media, eppure straordinariamente fortunato nelle vicende della sua vita. Si renderà conto di quanto sia dura la vita, perché la vita è dura per tutti anche per gli ingenui... e imparerà a soffrire, seppure a modo suo... ma potrà sempre contare sulle sue più grandi qualità: la corsa, una grande bontà ed un inguaribile ottimismo.

Paese: USA
Durata: 142 min
Voto: 8,8
Guarda il 🎬 TRAILER ►



Commento

Inutile cercare di spiegare a parole la bellezza di questo film. Un film che si riguarda volentieri a distanza di tempo perché in grado di far ridere, piangere e riflettere. Tutti dovremmo essere come Forrest, tutti. Alcune persone dicono che i film non siano mai una fonte di insegnamento: Forrest Gump è la dimostrazione che non è così. Forrest ci insegna tutte quelle piccole cose che ci mancano oggi nella vita di tutti i giorni. Voto? Non credo ce ne sia uno abbastanza alto per valutare questo grande film. In una scala da 1 a 10? L'infinito.

Avvertenza [T]: Linguaggio volgare da parte di personaggi secondari, diverse scene tristi, le scene di guerra sono molto intense, riferimenti sessuali e sesso implicito, brevi e parziali scene di nudo.



Spiegazione




Interpreti e personaggi

Tom Hanks (Forrest Gump), Robin Wright (Jenny Curran), Gary Sinise (Tenente Dan Taylor), Sally Field (signora Gump), Mykelti Williamson (Benjamin Beauford "Bubba" Blue), Haley Joel Osment (Forrest Gump, Jr.), Michael Conner Humphreys (Forrest da bambino), Hanna R. Hall (Jenny da bambina), Mary Ellen Trainor (babysitter di Jenny), Geoffrey Blake (Wesley), Sonny Shroyer (coach Paul "Bear" Briant), Sam Anderson (preside Hancock), Afemo Omilami (sergente istruttore), Marlena Smalls (signora Blue, madre di Bubba), Siobhan Fallon Hogan (Dorothy Harris, autista dell'autobus), Tiffany Salerno (Carla), Marla Sucharetza (Lenore), Michael Jace (membro delle pantere nere), Michael Burgess (Cleveland), Dick Cavett (sé stesso), Lenny Herb (corridore), Rebecca Williams (infermiera alla fermata), Bill Roberson (uomo grasso in fermata).



Curiosità

Alcune curiosità contengono spoiler.

- Bill Murray, John Travolta e Chevy Chase hanno rifiutato il ruolo di Forrest Gump. Travolta più tardi ammise che era stato un errore.

- Terry Gilliam e Barry Sonnenfeld hanno rifiutato la regia.

- Tom Hanks ha firmato il contratto dopo esser stato un'ora e mezza a leggere la sceneggiatura, ma ha accettato solo a condizione che il film fosse storicamente accurato.

- La famosa panchina del film si trova nel centro storico di Savannah, in Georgia, a Chippewa Square. La panca poi è stata rimossa e collocata in un museo per evitare di essere distrutta dal maltempo, o rubata.

- Il primo ragazzo nel bus della scuola che si rifiuta di far sedere Forrest vicino a lui è interpretato da Alexander Zemeckis, figlio di Robert Zemeckis.

- La ragazza con i capelli rossi nel bus della scuola è la figlia di Tom Hanks, Elizabeth Hanks.

- Ad ogni passaggio dell'età di Forrest, una cosa rimane la stessa: nella prima scena di ogni transizione indossa una camicia blu a quadri.

- Tutte le scene in barca sono state girate in esterni nelle acque al largo della costa della Carolina del Sud. Un motore a reazione è stato utilizzato per generare i venti dell'uragano.

- La frase "La vita è come una scatola di cioccolatini: non sai mai quello ti capita" è stata votata come la citazione numero 40 dall'American Film Institute della top100.

- Durante le partite di ping-pong non c'erano le palline, era in tutto in CGI.

-Il film è stato nominato come uno dei "I 20 film più sopravvalutati di tutti i tempi" da Premiere.

- Sally Field ha solo dieci anni più di Tom Hanks ma interpreta sua madre. Nel 1988 i due avevano girato insieme L'ultima battuta, diretti da David Seltzer.

- La barca che pescava gamberi ora si trova nel Planet Hollywood a Downtown Disney, presso il Resort Disneyworld in Florida. Inoltra una delle racchette da ping-pong usate nel film e firmata da Tom Hanks è appesa su una delle pareti del ristorante.

- Ci sono 33 ristoranti Bubba Gump in tutto il mondo: Stati Uniti, Giappone, Cina, Messico, Malesia, Filippine e Bali.

- Il film è tratto dall'omonimo romanzo di Winston Groom del 1986. Dopo il successo del film, Winston Groom ha scritto un romanzo sequel, 'Gump & Co.' (1995). A partire dal 2010, il film Gump & Co. è in fase di sviluppo (ma speriamo non si faccia!).

- Il film è stato selezionato dalla Library of Congress per la preservazione nel National Film Registry nel dicembre 2011 come "culturalmente, storicamente o esteticamente significativo".

- Nel doppiaggio italiano Forrest Gump ha la voce di Francesco Pannofino.

- Premio Oscar Miglior Attore Protagonista a Tom Hanks. Gli altri candidati erano: Nigel Hawthorne (La pazzia di Re Giorgio), Paul Newman (La vita a modo mio), John Travolta (Pulp Fiction) e Morgan Freeman (Le ali della libertà).

- Oscar al miglior regista a Robert Zemeckis. Gli altri candidati erano: Quentin Tarantino (Pulp Fiction), Woody Allen (Pallottole su Broadway), Robert Redford (Quiz Show), Krzysztof Kieślowski - (Tre colori: film rosso).

- Altri Oscar vinti: per migliori effetti speciali, per il miglior montaggio, per il miglior film, per la miglior sceneggiatura.

- Nella scena in cui Forest sale su un palco per parlare riguardo alla guerra del Vietnam, dopo che la folla gli ha applaudito, egli dice che c'è solo una cosa che può dire su quella guerra, e dopo un breve silenzio comincia a dire "nel Vietnam...", ma ecco che arriva un signore che stacca i microfoni per impedire che la folla senta, mentre Forrest ignaro di tutto, continua a discorrere, ma ovviamente quello che dice non si sente; poi arrivano delle persone che riattaccano il microfono, e si sente la voce di Forrest che dice: "non ho altro da dire su questa faccenda". Il reale discorso fatto da Forrest è: "A volte, quando le persone vanno in Vietnam, tornano a casa dalle loro mamme senza gambe. Questa è una cosa brutta. Ed è tutto quello che ho da dire su questo argomento".

- Dopo il successo ottenuto dal film, l'autore del romanzo Winston Groom ha scritto un seguito: Gump & Co. Si era pensato anche di fare un sequel, ma il progetto si arenò definitivamente in seguito agli attentati dell'11 settembre 2001, quando Roth, Tom Hanks e Robert Zemeckis convennero di comune accordo che il progetto non fosse più rilevante.

- Sally Field, che interpreta la madre di Forrest, in realtà ha solo 10 anni più di Tom Hanks.

- La scena in cui il piccolo Forrest siede fuori dall'ufficio del preside è ispirata al dipinto di Norman Rockwell "La bambina con un occhio nero".

- Ice Cube e Dave Chappelle hanno entrambi rifiutato il ruolo di Bubba.

- Il cognome di Jenny è Curran, ma nel film non viene mai pronunciato.

- In Forrest Gump Haley Joel Osment fa il suo esordio cinematografico (nei panni del figlioletto di Jenny e Forrest).

- Kurt Russell avrebbe prestato la voce a Elvis Presley (ma il suo nome non compare nei credits del film).

- La battuta "Il mio nome è Forrest Gump. Le persone mi chiamano Forrest Gump" è frutto dell'improvvisazione di Tom Hanks. Al regista Zemeckis piacque così tanto che decise di lasciarla nel film.

- Nel corso del film, Forrest compare in diverse fotografie: ha sempre gli occhi chiusi.

- Durante le scene della corsa, a correre non è Tom Hanks, ma suo fratello minore Jim.

- Tutte le scene delle partite di ping pong sono realizzate in CGI.

- In Forrest Gump sono sei canzoni dei Doors: nessuna band ne ha mai avute tante.

- Tom Hanks non fu pagato per interpretare Forrest Gump, ma prese una percentuale sugli incassi che si aggirò intorno ai 40 milioni di dollari.

- Demi Moore e Nicole Kidman rifiutarono il ruolo di Jenny, andato poi a Robin Wright Penn.

- Il nome Forrest, come spiegato a inizio film, è stato dato dalla mamma in onore a Nathan Bedford Forrest, eroe della guerra di secessione ritenuto il fondatore del Ku Klux Klan. La madre spiega a Forrest che il suo nome deve ricordargli che "qualche volta facciamo tutti delle cose che, ecco, che non hanno tanto senso".

- Quando Jenny si esibisce nuda sul palco canta Blowin' in the Wind, celebre brano di Bob Dylan risalente al 1962.

- Forrest è reclutato per la Guerra del Vietnam, svoltasi tra il 1960 e il 1975, e dice che lui e i suoi compagni erano sempre incaricati di cercare "un tizio di nome Charlie". Il riferimento è ai charlies, termine con cui si indicavano i vietcong.



Colonna sonora

  1. Lovesick Blues (Hank Williams)
  2. Hound Dog (Elvis Presley)
  3. Rebel-'Rouser (Duane Eddy)
  4. I Don't Know Why, But I Do (Clarence 'Frogman' Henry)
  5. Walk Right In (The Rooftop Singers)
  6. Sugar Shack (Jimmy Gilmer e The Fireballs)
  7. Paramount Newsreel Music (Alessandro Cicognini)
  8. Camelot (Alan Jay Lerner)
  9. Let's Work Together (Canned Heat)
  10. Pomp And Circumstance (Dresdner Philharmonie)
  11. Hanky Panky (Tommy James e The Shondells)
  12. Blowin' In The Wind (Bob Dylan)
  13. Land Of 1000 Dances (Wilson Pickett)
  14. Fortunate Son (Creedence Clearwater Revival)
  15. I Can't Help Myself (The Four Tops)
  16. Respect (Aretha Franklin)
  17. Rainy Day Women #12 & 35 (Bob Dylan)
  18. Sloop John B (The Beach Boys)
  19. All Along The Watchtower (The Jimi Hendrix Experience)
  20. Soul Kitchen (The Doors)
  21. California Dreamin' (The Mamas and the Papas)
  22. For What It's Worth (Buffalo Springfield)
  23. What The World Needs Now Is Love (Jackie DeShannon)
  24. Webster's Boomer (David Michael Frank)
  25. Hello, I Love You (The Doors)
  26. People Are Strange (The Doors)
  27. Break On Through, To The Other Side (The Doors)
  28. Mrs. Robinson (Simon & Garfunkel)
  29. Volunteers (Jefferson Airplane)
  30. Hey Joe (The Jimi Hendrix Experience)
  31. Where Have All The Flowers Gone (Pete Seeger)
  32. Let's Get Together (The Youngbloods)
  33. San Francisco, Be Sure To Wear Flowers In Your Hair (Scott McKenzie)
  34. Turn! Turn! Turn, To Everything There Is A Season (The Byrds)
  35. Aquarius (The 5th Dimension)
  36. Joy To The World (Three Dog Night)
  37. Everybody's Talkin' (Harry Nilsson)
  38. Silent Night (Franz Gruber)
  39. Stoned Love (The Supremes)
  40. Thanks For The Memory (Ralph Rainger)
  41. Love Her Madly (The Doors)
  42. Raindrops Keep Fallin' On My Head (B.J. Thomas)
  43. Tie A Yellow Ribbon 'Round The Ole Oak Tree (Tony Orlando & Dawn)
  44. Jesus On The Mainline (KC & The Sunshine Band)
  45. Free Bird (Lynyrd Skynyrd)
  46. Mr. President, Have Pity on the Working Man (Randy Newman)
  47. My Rock (Paul Owens)
  48. Sweet Home Alabama (Lynyrd Skynyrd)
  49. Plant My Feet On Higher Ground (Ruth E. David)
  50. I've Got A New Home (Marlena Smalls)
  51. It Keeps You Runnin' (The Doobie Brothers)
  52. Running On Empty (Jackson Browne)
  53. I've Got To Use My Imagination (Gladys Knight & The Pips)
  54. Go Your Own Way (Fleetwood Mac)
  55. On The Road Again (Willie Nelson)
  56. Against The Wind (Bob Seger & The Silver Bullet Band)



Frasi celebri

Continua a leggere su Le più belle frasi del film Forrest Gump



Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".