Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




Rossana (Anime 1996–1998)


Trama dell'anime giapponese "Rossana" (1996-1998) con Rossana, Heric, Terence: frasi celebri, spiegazione, curiosità, colonna sonora e attori del cast.

Rossana (Kodomo no omocha, abbreviato in Kodocha) è un anime giapponese di genere romantico-drammatico creato da Miho Obana. Ha come protagonisti Rossana, Heric e gli altri compagni di scuola. La serie animata è costituita da 102 episodi che sono andati in onda dal 1996 al 1998.






Trama

Sana Kurata (Rossana) è una ragazzina all'ultimo anno di elementari nonché piccola idol e si trova alle prese con una classe di ragazzi ingestibili comandati a bacchetta dal loro leader: Akito Hayama (Erik). Sana farà di tutto per ristabilire l'ordine finendo così per scontrarsi con Akito, ragazzino molto problematico. Indagando sulla faccenda, Sana scopre che in realtà il comportamento di Akito è dettato da una terribile situazione familiare. Sua madre è morta dandolo alla luce e il padre e la sorella lo incolpano dell'accaduto. Lui stesso quindi si ritiene responsabile di quanto successo e quindi sfoga la sua rabbia prendendosela con chiunque. A questo punto Sana decide di intervenire per aiutarlo a risolvere la situazione. Riuscirà nel suo intento?

Paese: Giappone
Durata: 24 min (episodio)
Voto: 7,9
Guarda il 🎬 TRAILER ►



Commento

È presentato attraverso gli occhi di una dodicenne e pertanto il modo in cui viene raccontata la storia varia in base al suo umore: ci sono momenti super drammatici e altri con eccessivi sbalzi di umore. Ottime le animazione e la trama in generale.

Avvertenza [T]: Nulla da segnalare, per tutti.



Spiegazione




Doppiatori italiani e personaggi

Marcella Silvestri e Renata Bertolas (Rossana Smith), Monica Bonetto e Irene Scalzo (Heric Akito), Patrizia Scianca e Angiolina Gobbi (Terence), Debora Magnaghi (Alyssa), Anna Maria Tulli (Charles Lons), Stefania Patruno (Catherine Smith), Simone D'Andrea e Gianluca Machelli (Robbie), Luca Bottale (Bab), Elda Olivieri (Alicia).



Curiosità

- Il vero titolo dell'opera è Kodomo no omocha, abbreviato spesso in Kodocha, che letteralmente significa "Il giocattolo dei bambini", il titolo riprende il nome del programma televisivo di Rossana che in Italia è stato tradotto in "Evviva l’allegria".

- Sana non è una vera e propria attrice o conduttrice, in realtà il suo lavoro è più definibile come “idol“, parte di un fenomeno strettamente legato alla realtà del Giappone e che riguarda ragazzi e ragazze, spesso giovanissimi, che vengono fatti debuttare nel mondo dell’intrattenimento in ruoli non ben definiti (reitazione, danza, canto) ed hanno un grande successo tra il pubblico.

- Molti sapranno che Sana è stata adottata da quella fantastica donna che gira con uno scoiattolo in testa, tuttavia nella versione censurata la madre naturale della ragazza aveva 14 anni all’epoca del parto e non c’è stato alcun incidente ma si è trattato di un vero e proprio abbandono. Misako, dopo aver pattuito con la figlia che avrebbe scritto una sua biografia qualora lei fosse diventata la più famosa tra i suoi coetanei, voleva incontrare la madre naturale in modo da mettere in chiaro che Rossana era sua figlia e non di chi l’aveva messa al mondo per poi abbandonarla, la donna schiaffeggia la madre naturale ed è per questo che in una scena lei si trova a terra.

- Il vero soprannome dato al ragazzo dalla sorella è "Figlio del diavolo" (Akuma no ko), decisamente più pesante di un semplice "diavoletto".

- Sono state tagliate molte scene in cui Heric tocca il seno a Sana o le passa la mano sulla schiena per controllare se indossa o meno il reggiseno. La ragazza lo chiamerà al telefono durante le riprese de “la casa nel bosco” proprio per informarlo di avere compiuto il fantomatico acquisto.

- Molti non sapranno che Charles, tempo dopo la conclusione della storia, non avendo trovato nessuna donna capace di rimpiazzare nel suo cuore Sana ha deciso di volgere lo sguardo all’altro sesso.

- Il personaggio Funny viene da Osaka e nella versione originale giapponese parla infatti il dialetto di quelle zone. Nella versione italiana per rendere questo aspetto si è scelto di darle quello strano accento inglese che la rende ancora più odiosa.

- Rossana, nella prima parte della storia, è convinta che Robbie non sia semplicemente un amico o il suo manager (come più o meno mascherato nella versione italiana) ma il suo ragazzo ed al contempo da lei mantenuto. La ragazza non vuole assolutamente che Robbie si tolga gli occhiali perché da piccola era gelosa del fatto che anche gli altri potessero vedere il suo bel volto.

- Nonostante nei primi episodi di Rossana ci fossero dei chiari riferimenti ad atti di bullismo da parte dei maschi della classe (come dimenticare la sigla), la versione italiana dell’anime ha tagliato molte di queste scene.

- Avete mai fatto caso che Rossana e Heric si scambiano “solo” tre baci? Il primo è stato quello rubato dal furbo ragazzino; il secondo molto più romantico e sotto la neve; il terzo decisamente più maturo, quando i due sono già alle medie.

- Nella scena non censurata dell'episodio 1 Sana canta a letto con il suo manager, Robbie. Rossana considera Robbie il suo ragazzo, è innamorata di lui e dormono sempre insieme (le altre ragazze poi le dicono "che fortunata che hai un ragazzo così grande e maturo". Quindi sì è tenera ma è un rapporto sentimentale mentre nella serie italiano lo volevano far passare per un rapporto solo professionale. Se per il Giappone, almeno negli anime è normale, far veder una minore innamorata che dorme con un uomo ventenne in Italia è inconcepibile.

- - Nella scena non censurata dell'episodio 5 Heric viene rimproverato duramente dalla sorella e tira un pugno ad una lampada. Ecco perché nelle scene successive al parco lo vedevamo con la mano fasciata (c'è anche un primo piano) e non capivamo il perché ce lo avessero mostrato e poi come se lo fosse fatto.

- Nella scena non censurata dell'episodio 5 Heric chiede a Sana che se vuole fare qualcosa per lui deve pugnalarlo e le passa il coltello, lei per rabbia di quella richiesta lo conficca nell'albero e scappa via senza parole. In effetti è una scena abbastanza cruda da far vedere ad un bambino.

- In occasione della celebrazione dei vent'anni di carriera di Miho Obana, nel settembre 2010, l'autrice ha lanciato sulla rivista mensile Cookie Deep Clear, un crossover tra Kodomo no omocha e Honey Bitter, altra sua opera famosa. Il racconto vede una Sana, ormai adulta, ingaggiare la detective Shuri Otokawa (protagonista di Honey Bitter) dell'agenzia Office S per indagare su un caso particolare.



Colonna sonora

  1. Sigla italiana (Cristina D'Avena e Giorgio Vanni)
  2. 19-ji no news (TOKIO)
  3. Ultra relax (Tomoe Shinohara)
  4. Panic! (Still Small Voice)
  5. DAIJO-BU (Tomoko Hikita)
  6. PINCH ~Love me deeper~ (Rina Chinen)
  7. Good-bye love (Shizue Oda)



Frasi celebri

Continua a leggere su Le più belle frasi di Rossana



Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".