Mindhunter (Serie TV 2017): trama e spiegazione


Trama della serie tv "Mindhunter" con Jonathan Groff: frasi celebri, spiegazione del finale, curiosità, colonna sonora, attori e personaggi.

Mindhunter è una serie televisiva francese di genere thriller-drammatico creata da Joe Penhall ed interpretata da Jonathan Groff, Holt McCallany e Anna Torv. La serie tv è costituita da 2 stagioni andate in onda tra il 2017 e il 2021.





Trama

1979. L'agente Holden Ford è assegnato all'unità di scienze comportamentali dell'FBI, guidata dall'agente veterano Bill Tench. Sta emergendo un nuovo tipo di killer, uno che uccide regolarmente e senza un motivo apparente. A causa della mancanza di movente, è difficile profilare e arrestare l'autore in un'indagine per omicidio. Al fine di ridurre questo deficit di conoscenza, Tench e Ford hanno deciso di interrogare i "serial killer" incarcerati e creare un database dei loro comportamenti, passioni e motivazioni al fine di rendere più facile la cattura di criminali simili in futuro.

Paese: USA
Durata: 34-77 min (episodio)
Voto: 8,6
Guarda il 🎬 TRAILER ►


Commento

Questa non è la solita serie tv in cui viene mostrato un serial killer che pugnala a morte la sua vittima. Non vediamo i poliziotti inseguire i cattivi per salvare la situazione. Quello che vediamo è una recitazione straordinaria di alcuni attori, che ci raccontano le storie di questi crimini realmente accaduti con lo scopo di studiare ciò che passa nella testa dei serial killer di turno. Per certi aspetti mi ha ricordato il film Zodiac, e ne consiglio la visione se avete apprezzato Mindhunter e se non l'avete mai visto prima.

Avvertenza [VM14]: La serie è comunque disturbante perché parlano i serial killer in prima persona che raccontano le loro fantasia sessuali. Inoltre la maggior parte degli episodi mostra immagini molto inquietanti di persone e bambini assassinati. Alcuni corpi sono mutilati, i bambini giacciono in una pozza di sangue... molto più cruento e scioccante della maggior parte delle serie poliziesche. La sigla iniziale di ogni episodio contiene flash inquietanti di cadaveri (in putrefazione). Primi piani di occhi, denti, mani e altre parti del corpo e alcuni effetti sonori spaventosi. Infine si segnala anche l'uso di un linguaggio volgare, in particolare dei detenuti.



Spiegazione




Interpreti e personaggi

Jonathan Groff (Holden Ford), Holt McCallany (Bill Tench), Anna Torv (Wendy Carr), Hannah Gross (Deborah "Debbie" Milford), Cotter Smith (Robert Shepard), Stacey Roca (Nancy Tench), Joe Tuttle (Gregg Smith), Albert Jones (Jim Barney), Michael Cerveris (Ted Gunn), Lauren Glazier (Kay Mason).



Curiosità

Alcune curiosità contengono spoiler. - Mindhunter è basato sul libro del 1996 Mind Hunter: Inside the FBI's Elite Serial Crime Unit, dell'ex agente speciale John Douglas e Mark Olshaker. Per anni, Douglas ha perseguito alcuni dei più famosi serial killer e stupratori, sviluppando tecniche di profilazione per catturarli. Il libro va dietro le quinte di alcuni dei suoi casi più importanti, tra cui l'uomo che dava la caccia alle prostitute in Alaska, l'assassino di bambini di Atlanta e l'assassino di Green River a Seattle. Per affinare i suoi metodi di profilazione, Douglas ha intervistato e studiato una serie di serial killer. Diversi personaggi di libri e TV sono stati in parte basati su di lui, tra cui Jack Crawford in Il silenzio degli innocenti di Thomas Harris, Will Graham in Red Dragon e Jason Gideon in Criminal Minds.

- Le scene delle interviste si basano sulle interviste reali con i cosiddetti serial killer, a volte identiche quasi parola per parola.

- I personaggi Holden Ford (Jonathan Groff) e Bill Tench (Holt McCallany) sono basati sui criminal profiler dell'FBI nella vita reale John Douglas e Robert K. Ressler, che hanno aperto la strada al campo della profilazione criminale negli anni '70.

- Kazu Hiro e il suo team di trucco protesico hanno trascorso sei ore a lavorare sugli attori Oliver Cooper e Damon Herriman per i rispettivi ruoli di David Berkowitz e Charles Manson, in modo che quando sono entrati sul set apparissero come l'incarnazione dei loro personaggi nella vita reale. Hiro aveva già vinto l'Oscar per la sua trasformazione di Gary Oldman in Winston Churchill nel film biografico L'ora più buia (2017).

- Mentre elenca i famigerati assassini che potrebbero intervistare, uno dei detective menziona l'assassino Herbert Mullin, che stava uccidendo persone in quel momento a Santa Cruz, così come Ed Kemper, uno dei personaggi principali di questa serie. I due hanno regnato il terrore su Santa Cruz per anni, la polizia credeva all'epoca che fosse solo una persona a commettere tutti gli omicidi. Quando la polizia ha arrestato Mullin, dopo aver sparato a un vecchio in mezzo alla strada davanti a più testimoni, la polizia ha pensato di aver catturato l'unico assassino. 3 mesi dopo Edmund Kemper si fece avanti e confessò i suoi omicidi.

- La dottoressa Wendy Carr di Anna Torv è basata su Ann Burgess, un'infermiera di una clinica psichiatrica certificata e specialista nella valutazione e nel trattamento dei traumi nelle vittime di stupro. Successivamente andandosi ad associare con gli agenti dell'FBI John Douglas e Robert K. Ressler nell'Unità di Scienze comportamentali dedicata allo sviluppo di profili psicologici per serial killer.

- Le scene della prigione a Vacaville, in California, dove viene intervistato Ed Kemper (Cameron Britton) sono state girate nell'ex prigione statale della Pennsylvania a Greensburg, compreso l'esterno. Le scene con Jerome Brudos (Happy Anderson) sono state girate nella stessa struttura, in una gabbia appositamente costruita nella palestra. Al momento dell'uscita della serie, Kemper (68 anni), stava ancora scontando 8 ergastoli presso la California Medical Facility di Vacaville, dove anche Charles Manson aveva scontato la pena.

- Charlize Theron e David Fincher avevano presentato il progetto alla HBO nel 2009.

- Girato utilizzando una versione personalizzata e unica di telecamera "RED Epic Dragon" costruita appositamente per David Fincher, chiamata RED Xenomorph. Fincher ha diretto Alien³ (1992), da cui il titolo della telecamera prende il nome.

- Nel gennaio 2020, Netflix ha annunciato che una potenziale terza stagione sarebbe stata sospesa a tempo indeterminato e che i membri del cast Jonathan Groff, Holt McCallany e Anna Torv sarebbero stati liberati dai loro contratti. David Fincher aveva altri lavori da svolgere come il film Mank, e ha ammesso che è stato pesante la gestione della seconda stagione di Mindhunter in quanto era necessaria la sua presenza costante. Inoltre ha anche fatto sapere che la serie aveva alti costi e il numero di appassionato non era sufficiente. La società ha poi chiarito che lo spettacolo non sarebbe stato cancellato e che lo avrebbero ripreso in futuro.

- Nell'ottobre 2017, Slate ha riferito che Twitter è pieno di persone che credono erroneamente che l'attrice che interpreta Wendy Carr sia Carrie Coon , quando in realtà Carr è interpretata da Anna Torv . Questo è successo così spesso che Coon ha iniziato a rispondere direttamente e correggere i follower su Twitter che si sono complimentati con lei per la sua performance su Mindhunter, e ha anche cambiato la sua biografia ufficiale su Twitter scrivendo "Non sono io su Mindhunter".

- Il personaggio Debbie Mitford, interpretato da Hannah Gross, guida un Maggiolino VW beige, lo stesso tipo di auto che il famoso serial killer, Ted Bundy, guidava per commettere la maggior parte dei suoi omicidi.

- Sia la serie Mindhunter (2017) di Netflix che Il silenzio degli innocenti (1991) sono stati girati a Pittsburgh, in Pennsylvania, e nei dintorni, nonostante nessuno dei due si sia svolto a Pittsburgh.

- David Fincher e Holt McCallany hanno già lavorato insieme su Alien³ (1992) e Fight Club (1999). - In alcune scene che si svolgono all'aperto presso l'Accademia dell'FBI a Quantico, si sente in lontananza il fuoco di armi automatiche. Anche se questo suono potrebbe potrebbe provenire dal centro di addestramento degli agenti dell'FBI, Quantico è anche una struttura di addestramento United States Marine Corps, USMC, attiva.

- Il registratore a bobina presente nei titoli di testa (e successivamente nella serie) è basato sul Sony TC-510-2. Non è un vero registratore, ma piuttosto un oggetto di scena costruito su misura. Il registratore a cassette portatile successivamente utilizzato nella stagione 1 è un Sony TC-D5. La macchina per cassette utilizzata nell'ufficio del seminterrato di Quantico è un registratore a cassette portatile Nakamichi 550.

- In Australia, le due case automobilistiche storiche e più competitive sono Holden (un marchio della General Motors) e Ford. Il nome del protagonista è Holden Ford (Jonathan Groff).

- Anna Torv torna a recitare un personaggio che lavora per FBI in Mindhunter, dopo aver interpretato l'agente dell'FBI Olivia Dunham in Fringe (2008).

- Holt McCallany (Bill Tench) in precedenza ha recitato come guest star nel dramma procedurale Criminal Minds: Distress (2007) nei panni dell'assassino. Stagione 2, episodio 19, con il titolo italiano "Angoscia", titolo inglese "Distress".

- Diverse scene girate a Coraopolis, Stato della Pennsylvania, in particolare nel blocco 900 della 7th Avenue.

- L'agente Tench fuma sigarette Kent.

- In una delle scene finali, stagione 1 episodio 10 di Mindhunter: Ford (Jonathan Groff) incontra Kemper (Cameron Britton) nella sua stanza d'ospedale. Kemper sta davanti a Ford e gli dice: "Potrei ucciderti ora, abbastanza facilmente". In realtà, un'interazione simile ha avuto luogo tra Kemper e l'agente della vita reale Robert K. Ressler, che ha ispirato il personaggio di Bill Tench (interpretato da Holt McCallany). Ressler ha preso accordi per incontrare Kemper per un colloquio approfondito e le guardie carcerarie lo hanno messo da solo con l'assassino nella cella normalmente riservata ai detenuti la notte prima della loro esecuzione. Alla fine dell'incontro Ressler premette il pulsante per chiamare la guardia, ma non apparve nessuno. Kemper, notando il nervosismo di Ressler, gli disse: "Se entrassi qui dentro, saresti in un sacco di guai, vero? Potrei svitarti la testa e metterla sul tavolo per salutare la guardia". Ressler, riconoscendo la precarietà della situazione in cui si era permesso di entrare incontrando Kemper da solo, ricorse alle tecniche di negoziazione degli ostaggi che aveva aiutato a progettare per l'FBI e fece parlare l'assassino psicopatico finché alla fine arrivò una guardia e rimosse Kemper dalla cella. Kemper in seguito ha affermato che stava scherzando.

- Nella stagione 2: nella serie si allude a un serial killer attivo. Questo è Dennis Rader, meglio conosciuto come The "BTK" Killer, che ha ucciso dieci persone nella contea di Sedgwick, nel Kansas, tra il 1974 e il 1991.

- Un disturbo che corrisponde ai sintomi che presumibilmente il figlio di Bill Tench mostra è chiamato "mutismo selettivo". Il mutismo selettivo è classificato come un disturbo d'ansia che colpisce lo 0,8% delle persone a un certo punto della loro vita, più comunemente a scuola e/o in contesti sociali.

- A metà dell'episodio 6 della stagione 2, alla fine di una scena tra Holden e Chief Redding, possiamo individuare Wayne Williams che agisce come giornalista in mezzo alla folla dei media.

- In uno degli episodi successivi, si può sentire la dottoressa Wendy Carr ( Anna Torv ) chiedere: "Cosa c'è nella scatola"?... forse un riferimento al film Seven (1995) di David Fincher in cui il personaggio di Brad Pitt chiede la stessa domanda nella famosa scena. David Fincher ha anche diretto quattro episodi della prima stagione di questa serie.

- C'è una scena in cui Tench è seduto a un tavolo a bere whisky. Mentre l'etichetta punta lontano dalla telecamera, è possibile notare dalla goffratura sul lato della bottiglia di vetro che si tratta di una bottiglia di whisky nordirlandese Bushmills. Questo specifico tipo di bottiglia "goffrata" è stata introdotta per la prima volta sul mercato nel 2010. E certamente non era negli anni '70 quando questo spettacolo è ambientato.

In almeno due episodi, c'è un poster sulla parete di Debbie sopra il tavolo che pubblicizza un concerto della band garage punk The Cynics. Questa band si è formata nel 1983, quindi non potevano suonare alla fine degli anni '70 quando è ambientata la prima stagione. E non potrebbe essere un'altra band con lo stesso nome, dal momento che il logo e il luogo combaciano (il concerto pubblicizzato è a Pittsburgh, la città natale della suddetta band).



Colonna sonora

  1. Do you feel like we do (Peter Frampton)
  2. I'm Not In Love (10cc)
  3. Hold the Line (TOTO)
  4. Crying (Don McLean)
  5. Breezin' (George Benson)
  6. I Love You (The Jetzons)
  7. Fly Like An Eagle (Steve Miller Band)
  8. A Fifth of Beethoven (Walter Murphy)
  9. Psycho Killer (Talking Heads)
  10. So Into You (Atlanta Rhythm Section)
  11. Right (David Bowie)
  12. Feeling In The Dark (Dwight Twilley Band)
  13. Calling Occupants Of Interplanetary Craft (Klaatu)
  14. Fox on the Run (Sweet)
  15. Baker Street (Gerry Rafferty)
  16. I Never Cry (Alice Cooper)
  17. Albatros (Fleetwood Mac)
  18. I Just Wanna Stop (Gino Vannelli)
  19. I Don't Like Mondays (The Boomtown Rats)
  20. Rise (Herb Alpert)
  21. Hot Child In the City (Nick Gilder)
  22. What You Won't Do For Love (Bobby Caldwell)
  23. Two Out of Three Ain't Bad (Meat Loaf)
  24. Kiss You All Over (Exile)
  25. Zero Bars - Mr. Smith (Tubeway Army)
  26. I Wouldn't Want to Be Like You (The Alan Parsons Project)
  27. In the Light (Led Zeppelin)
  28. Express (B.T. Express)



Frasi celebri

Continua a leggere su Le più belle frasi di Mindhunter



Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".


© Frasifilms.com - Frasi film, serie tv, cartoni animati! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies