Frasi del film Un boss in salotto

«La miglior difesa è l'attacco, vuoi che lo sparo io?!»
(Frase celebre del film)

Titolo Originale:
"Un boss in salotto" (2014)
Genere: Film commedia
Regia di: Luca Miniere
Protagonisti: Rocco Papaleo, Paola Cortellesi e Luca Argentero

Trama breve: 
Cristina vive una vita tranquilla fino a quando non si rifà vivo Ciro, il suo fratello maggiore che non vedeva da anni e che ha fatto credere a tutta la famiglia che fosse una brava persona e... pure defunta. Chiede di passare gli arresti domiciliari a casa della sorella finché non gli venga fatto un nuovo processo. Ma la sua è una presenza insolita quanto scomoda che romperà gli equilibri nella casa...
(Scheda completa)


Frasi celebri

Si dice sempre che Napoli deve cambiare, ma perché non cambiate anche Mantova, Rovigo, Aosta? (Incipit)

La miglior difesa è l'attacco, vuoi che lo sparo io?! (Ciro)

Carmela, ma che cazzo so' sti canederli? (Ciro)

Se io ero Dio, qui era tutto mare... (Ciro)

Lui mi ha rovinato la vita e io rovino la sua! (Cristina)

Mamma, lo zio è morto un'altra volta! (Vittorio Coso)

Mi hai fatto vergognare talmente tanto che ho trovato la forza di andare via! (Cristina)

Nella vita bisogna investire su se stessi. (Cristina)

In rumeno, polenta, baga-scia. (Cristina)

Non devi dire a nessuno chi sei e da dove vieni, se te lo chiedono dì che sei il nostro maggiordomo. (Cristina)



Dialoghi

  • Cristina: Noi siamo una smoking free family!
    Ciro: Ah! E che 'azz vò dì?
  • Cristina: Perché hai detto di essere un camorrista?!
    Ciro: Perché volevo appartenere a qualche cosa...
    Cristina: Tu appartieni alla mia famiglia!
  • Cristina: È il nostro maggiordomo, ama stupire quando entra in scena.
    Doriana: Ma perché il maggiordomo è arrotolato nel tappeto?
    Michele: Perché è persiano!
  • Ciro: Oggi niente pinzimonio, mi sono permesso di cucinare io qualcosa. Scusate il disordine, ma ne è valsa la pena. Ecco a voi in ordine di apparizione: pane cafone, frittata di maccheroni, salsiccia e friarelli, mozzarella di Battipaglia e parmigiana di melanzane. E per finire, dulcis in fundum, la regina dei dolci: 'a pastiera!
    Cristina: Mi dispiace, ma questa roba in casa mia non entra, siamo una famiglia onesta noi!
    Ciro: Ma che stai facendo?
    Cristina: Butto tutto, butto!
    Ciro: No, 'a pastiera no!
    Cristina: A pastiera sì!
  • Cristina: Sarà anche dolce, ma è brutta come il peccato! Po'retta!
    Doriana: La conosci?
    Cristina: No!
    Doriana: Mia sorella!
    Cristina: ...No, ma io intendevo la vecchia!
    Doriana: Cioè la mia mamma?!


Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".