Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




Sole a catinelle (2013)


Sole a catinelle è un film commedia del 2013 diretto da Gennaro Nunziante ed interpretato da Checco Zalone.






Trama

Checco Zalone è un uomo di 36 anni felicemente sposato e con un figlio decenne, Nicolò. Lavora come cameriere in un lussuoso hotel ma si licenzia perché non lo ritiene il tipo di mestiere che fa per uno come lui, appassionato di finanza. Nello stesso giorno la moglie e le sue colleghe perdono il lavoro a causa della chiusura della fabbrica e iniziano a protestare per reclamare i loro diritti. Checco si mette subito in cerca di un nuovo lavoro e lo trova: venditore di aspirapolveri. Grazie al suo target "familiare" riesce a diventare il miglior venditore dell'azienda, ma il successo duro poco perché i parenti prima o poi finiscono e i pagamenti a rate di oggetti molto lussuosi vanno pagati! Si vede pignorare le sue proprietà da Equitalia e poi viene continuamente avvertito telefonicamente dalla Fido Fly di dover pagare le rate al più presto. Anche se colpito dalla crisi, il suo umore è sempre quello di un uomo ingenuamente ottimista, e fa al figlio una promessa difficile da mantenere: "Se tu quest'anno mi prendi tutti dieci, ma proprio tutti, papà ti regala una vacanza da sogno!". Il figlio si impegna a studiare per tutto l'anno e ottiene la pagella perfetta: 10 in tutte le materie! Il padre incredulo si vede costretto a rispettare la promessa fatta, ma dato che ci sta la crisi, lo porta in Molise da una zia (possibilmente interessata a comprare un aspirapolvere) che non vedeva da quando era piccolo, di certo non questo il tipo di vacanza che si era immaginato Nicolò. Il viaggio è un fallimento sia per Checco che non è riuscito a vendere nemmeno un aspirapolvere in quanto i suoi parenti o sono morti o andati ad abitare altrove, sia per Nicolò che non è riuscito a trovare nessuno con cui giocare, perché il Molise è un paese per vecchi. Le cose cambiano quando incontrano casualmente Zoe, una ricchissima ragazza e suo figlio che ha la stessa età di Nicolò...

Paese: Italia
Durata: 90 min
Voto: 6,3
Guarda il 🎬 TRAILER ►



Commento

Film allegro e spensierato anche se in parte racconta uno spaccato d'Italia che stiamo vivendo. Inoltre devo dire che le battute migliori erano,quasi solo quelle usate nei trailer per pubblicizzare la pellicola. Rimane comunque un bel film per tutta la famiglia, che strappa sorrisi qua e là!

Avvertenza [T]: Film per la famiglia, ma padre e figlio ad un certo punto del film si mettono a dire le parolacce.



Spiegazione




Interpreti e personaggi

Checco Zalone (Checco), Robert Dancs (Nicolò), Miriam Dalmazio (Daniela), Aurore Erguy (Zoe Manieri), Ruben Aprea (Lorenzo Manieri), Valeria Cavalli (Juliette Marin), Orsetta De Rossi (Domiziana), Matilde Caterina (zia Ritella), Stefano Sabelli (Onofrio), Daniela Piperno (Giovanna), Lidia Biondi (Carolina, maestra di Nicolò), Augusto Zucchi (Piergiorgio Bollini), Marco Paolini (Vittorio Manieri), Alessandro Bressanello (dottor Giacomo Surace), Angie Alexander (segretaria Risorse Umane), Mimmo Mignemi (papà di Daniela), Claudia Brovedani (Olga Bollini), Maurizio Lastrico (Ludovico), Elettra Dallimore Mallaby (attrice set cinematografico), Gaia Padovan (psicologa scuola elementare Nicolò), Paolo Braghetto (sindacalista/pseudo amante di Daniela).



Curiosità

- Il titolo doveva essere un altro, è stato cambiando durante la lavorazione del film. La pellicola si sarebbe dovuta intitolare “Tutti dieci”, nome chiramente ispirato alla pagella di Nicolò, l’espediente principale del film. Avrebbe avuto lo stesso impatto anche con un altro titolo?

- Le riprese in Molise si sono svolte presso le location di Petrella Tifernina, Sapino Casacalenda, Limosano e Provvidenti.

- Con i suoi 43 milioni di euro, "Che bella giornata", il film precedente di Checco Zalone, è il terzo maggiore incasso di sempre al box-office nazionale, preceduto solo dai 65 milioni di "Avatar" e dai 50 di "Titanic".

- Checco Zalone, nome d’arte di Luca Pasquale Medici, è in realtà un gioco di parole. Nel dialetto barese infatti «Che cozzalone!» significa «Che tamarro!»

- Checco Zalone si è laureato in giurisprudenza dopo aver conseguito la maturità scientifica.

- Tutti i film di Checco Zalone sono stati diretti da Gennaro Nunziante.

- Nella colonna sonora del film Françoise Hardy si cimenta in una cover spagnola di “Gli omini sessuali”, brano di Zalone dallo strepitoso successo, che viene cantata da Checco nel film Cado dalle nubi.

- La scuola elementare che si vede nel film, quella in cui studia il figlio del protagonista, si chiama “Margherita Ricci”, Margherita è anche il nome della compagna di Checco Zalone.

- Lo yacht che vedete, in cui il simpatico comico decide di improvvisarsi comandante, in passato era appartenuto alla star della musica internazionale, David Bowie.

- L’idea della storia, racconta Gennaro Nunziante, regista, sceneggiatore e da sempre amico e «socio» di Checco Zalone in (quasi) tutte le sue avventure televisive e cinematografiche, è venuta un anno e mezzo fa: «Volevamo far interagire Luca (Luca Medici è il vero nome di Checco Zalone, ndr) con un bambino, legare il concetto di paternità al profondo cambiamento del Paese. Anche per non far sempre sembrare Luca un irresponsabile che passa attraverso le cose senza capirne il senso».

Il finale sarebbe dovuto essere diverso, con Checco e la moglie che si trasferiscono in Molise per avviare un’attività.

- La scena in cui maestra, psicologa e genitori dialogano tutti insieme sul tema del figlio è stata inserita solo all'ultimo.

- La fabbrica dove lavora la moglie di Checco nella realtà è quella della Pal Zileri, rinomata azienda di abiti sartoriali da uomo, in passato anche sponsor del Vicenza Calcio.

- La piscina della villa di Portofino si trova a Padova. Con gli effetti speciali sono stato ricreati gli sfondi «marittimi». Si è girato in interni perché lo scorso maggio, in Liguria, il maltempo imperversava e le temperature erano pressoché invernali.

- Robert Dancs, il bambino che recita la parte del figlio, è stato scelto dopo che erano stati scartati altri 80 candidati. «Erano tutti molto goffi o troppo scafati» spiega Nunziante. «Molti provenivano da scuole di recitazione o da esperienze sul set. Lui invece era spontaneo». Al provino ha recitato la scena del figlio che dice a Checco: «Papà mi hai rotto…». «Era molto timido e l’ha fatta a bassa voce, allora gli abbiamo chiesto di farla a voce più alta e lui l’ha recitata gridando». Assunto la sera stessa.

- Nella vita vera il piccolo Robert Dancs, di origini r0mene, abita a Sarnico (BG), dove frequenta la prima media. L’anno scorso alla licenza elementare la sua pagella, un po’ come nel film, è stata piena di dieci, tranne due nove (italiano e arte) e un sette (comportamento).

- Il regista Gennaro Nunziante compare con il figlio Renato all’uscita della scuola elementare (il figlio è il compagno di banco di Nicolò). La vera compagna di Checco Zalone, Mariangela, è quella che sotto l’albero di Natale scarta l’aspirapolvere che nel film Checco ha venduto alla nonna. La vera figlia di Zalone, Gaia, è la neonata del filmato in cui, sulle note di «Dove ho sbagliato?», Checco ripercorre la storia con la moglie.



Colonna sonora

  1. Benvenuta Gaia (Checco Zalone)
  2. Superpapà (Checco Zalone)
  3. Dove ho sbagliato (Checco Zalone)
  4. Sole a catinelle (Checco Zalone)



Frasi celebri

Continua a leggere su Le più belle frasi del film Sole a catinelle


CONDIVIDI SU 👇

Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".