Frasi del film Il 7 e l'8

«Sento puzza di cosa inutile da qui figurati lì cosa ci dev'essere!»
(Frase celebre del film)

Titolo Originale:
"Il 7 e l'8" (2007)
Genere: Film commedia, comico
Regia di: Salvatore Ficarra, Valentino Picone, Giambattista Avellino
Protagonisti: Ficarra e Picone, Eleonora Abbagnato

Trama breve:
6 gennaio 1975, nel reparto maternità di una clinica a Palermo (Italia), per un misterioso motivo, un infermiere scambia le etichette dei neonati numero 7 e 8. Trentuno anni dopo Tommaso (numero 7) e Daniele (numero 8) si incontrano per caso e da quel giorno formano la una coppia perfetta, Tommaso è un piccolo delinquente mentre Daniele è un tranquillo studente. L'incontro casuale darà vita a un susseguirsi di eventi fino a quando i due scopriranno la verità sulla loro identità. A un certo punto sarà difficile capire chi è figlio di chi, e chi è la sorella di chi...
(Scheda completa)



Frasi celebri

L'unico conflitto a fuoco lo fai tu sparando minchiate… (Daniela)

Tutto a posto.... tutt'appostu a minchia (Gino La Monica)

Scusate, ma voi chi minchia siete? (Gino La Monica)

Sento puzza di cosa inutile da qui figurati lì cosa ci dev'essere! (Tommaso)

Tu il carbone per questa macchina dove lo compri? (Daniele)

Se c'è un dio, ebbene si, dio allora sono io! (Gino La Monica)

Bedda Matri ru Muntisirratu,
tuttu lu munnu aviti giratu;
ma na' sta casa un c'aviti vinutu,
vinitici ora e r'atinni aiutu.
(Tommaso)



Dialoghi

  • Tommaso: perché la colpa è dei miei genitori che ti hanno concepito…
    Daniele: non parlare male dei tuoi genitori che sono anche i miei.
  • Daniele: È strano, è stranissimo: lo stesso giorno di trentuno anni fa io nascevo alla Clinica del Sacro Cuore e tu per i fatti tuoi. Tu sei nato in ospedale?
    Tommaso: Noo, in una stalla: c erano il bue, l’asinello e i tre Magi che applaudivano.
  • Tommaso: Tua madre è tua. Tuo Padre è tuo. I miei genitori sono tuoi… Ma è possibile mai che è tutto tuo?!!?!
    Il barista: Di chi e questo caffe?
    Tommaso: Suo!
    Daniele: Suo!
  • Eleonora: Ma come ti e venuto in mente di fare un incidente proprio oggi?
    Daniele: No è che domani avevo un impegno.
  • Daniele: Hai un concetto delle femmine fermo a 50 anni fa!
    Tommaso: mmmm… è comè buono?
  • Eleonora: ma cosa vuoi, mi ha soltanto accompagnata!
    Daniele: l'ho soltanto accompagnata
    Un passante: l'ha soltanto accompagnata
    Tommaso: ma d'accordo vi siete messi?
  • Tommaso: Abbiamo cercato dappertutto, San Giovanni qui, San Giovanni là, San Giovanni alla riscossa, tutto tranne San Giovanni in Calice. Ma dove è?
    Eleonora: Facile, è un paese vicino a Cosenza.
  • Tommaso: Sei fidanzata?
    Eleonora: Sì, il mio fidanzato si chiama Alessandro, ma io lo chiamo Alex.
    Daniele: Questa è invece la mia fidanzata Marcella, che io chiamo Marcex!
  • Daniele: certo che qua il paesaggio è bellissimo
    Eleonora: che persona sensibile...
    Daniele: e che ci sono un bel pò di curve eh?
    Eleonora: hai ragione... troppe curve... hai detto una cosa bellissima!
    Tommaso: la smetti di fare il poeta? una donna se la devi allontanare la devi deludere!
    Daniele: certo che il paesaggio è bello, la natura, tutto quello che vuoi, però dopo un po' rompe! io ci farei una bella colata di cemento!
    Eleonora: una bella colata di cemento? che cosa meravigliosa!
  • Mamma Daniele: Daniele ma cosa hai fatto? Tuo padre è arrabbiatissimo!
    Daniele: Mamma ho trentun'anni e non devo rendere conto a nessuno ok? Papà scusa!
  • Tommaso: Ci sono tre padri per due figli ora o un padre in più o un figlio in meno...
    Daniele: uno e mezzo non può essere...
  • Tommaso: Oddio, ci sono pure i carabinieri. Nooo, che dici? Noooo... però loro almeno sono scemi e uno li può prendere per il culo quanto vuole!
    Carabiniere La Blasca: E lei ci riesce?
    Tommaso: Io ci riesco...eh eh!
    Carabniere semplice: Scusi colonnello torna con noi oppure solo in gazzella?
    Carabinier La Blasca: No aspetta torno con voi, finisco di farmi prendere per il culo da questo signore e vengo...
  • Dipendente dell'ospedale: Ma si può sapere a che ti serve un Ordine Di Servizio di 30 anni fa?
    Tommaso: A lui... lui fa la collezione di ordini di servizio... tutti: avvocati, magistrati, calciatori, bidelli... c'ha la collezione degli Ordini Di Servizio dei bidelli dal '68 ad oggi. Sempre lui si domandava: ma sicuro che in questo Ordine Di Servizio ci sono segnati tutti quelli che hanno lavorato qui il 6 gennaio del '75?
    Dipendente dell'ospedale: Certo, come no, dalla mattina a tutta la notte
    Tommaso: la notte??? certo la notte... e poi di giorno ci sono troppi testimoni ...
    Dipendente dell'ospedale: testimoni di che??
    Tommaso: di Geova!


Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".