Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




Misery non deve morire (1990)


Trama del film thriller-horror "Misery non deve morire" del 1990 con James Caan e Kathy Bates: frasi celebri, spiegazione, curiosità, colonna sonora e attori del cast.

Misery non deve morire (Misery) è un film thriller-horror del 1990 diretto da Rob Reiner ed interpretato da James Caan e Kathy Bates.





Trama

Uno scrittore di successo dopo aver subito più di una frattura in un incidente stradale si trova in totale balia di una robusta infermiera che è un'accanita lettrice dei suoi 7 romanzi che hanno al centro il personaggio di Misery. Quando viene a sapere che Misery muore nell'8° libro, lo tortura fino a costringerlo a scriverne un 9° dove farà resuscitare la sua eroina.

Paese: USA
Durata: 107 min
Voto: 7,8
Guarda il 🎬 TRAILER ►


Commento

Gran bel film, trama cruda, realistica e angosciante, una pellicola che rispecchia la realtà della pura follia umana, dell'ossessione maniacale verso qualcuno. Kathy Bates a dir poco perfetta per questo ruolo, tipica donna di campagna forte e robusta ma allo stesso tempo spudoratamente pazza! Un antagonista che mette i brividi.

Avvertenza [VM14]: Molta violenza, minacce.



Spiegazione




Interpreti e personaggi

James Caan (Paul Sheldon), Kathy Bates (Annie Wilkes), Richard Farnsworth (Buster McCain), Frances Sternhagen (Virginia McCain), Lauren Bacall (Marcia Sindell), Graham Jarvis (Libby), Jerry Potter (Pete).



Curiosità

Alcune curiosità contengono spoiler.

- Il film fu un successo per critica e pubblico, realizzando negli Stati Uniti un incasso di 61 276 872$ a fronte di un budget stimato di 20 milioni.

- Annie Wilkes è stata classificata al numero 17 della lista dei cattivi dell'American Film Institute. Misery è poi al numero 77 della classifica dei 100 migliori personaggi cinematografici di tutti i tempi di Premiere Magazine.

- In una scena del film Annie Wilkes guarda la televisione. Il programma in questione è Love Connection, un noto gioco a premi statunitense degli anni ottanta e novanta.

- La scena dove Paul fa le prove per estrarre il coltello è una citazione del film Taxi Driver (1976), dove Travis Bickle fa le prove davanti allo specchio con le pistole.

- Il "ragazzo che impazzì in un hotel nelle vicinanze" è un riferimento a Shining (1980), anch'esso basato su un romanzo scritto da Stephen King.

- "Misery" stava quasi per essere trasformata in una commedia di Broadway, con Julia Roberts nel ruolo di Annie Wilkes. King ha imposto il veto all'idea perché Annie è (a suo dire) "una donna muscolosa che può sostenere il peso di un uomo, mica un folletto.
Molti anni dopo, nel 2015, è stato anche adattato per uno spettacolo che ha debuttato a Broadway ed è stato interpretato da Bruce Willis e Laurie Metcalf.

- A partire dal 2014, questo è l'unico adattamento di Stephen King ad aver ricevuto un Oscar.

- Una delle prime macchine da scrivere di Stephen King aveva il tasto "N" mal funzionante, proprio come quello usata da James Caan nel film.

- A Jack Nicholson era stato offerto il ruolo di Paul Sheldon, ma passò perché non era sicuro di voler prendere parte a un altro film basato su un romanzo di Stephen King, dopo quello che aveva sperimentato con Shining (1980).

- Inizialmente Stephen King non era intenzionato a vendere i diritti cinematografici per "Misery", immaginava che non avrebbero fatto un film fedele al libro. Tuttavia, King rimase colpito dall'adattamento cinematografico di una sua opera "Stand by me - Ricordo di un'estate" (1986) diretto da Rob Reiner, e accettò a patto che fosse lo stesso Reiner a dirigere il film.

- Secondo il regista del film, Rob Reiner , il personaggio 'Annie Wilkes' è ispirato vagamente alla follia omicida di Genene Jones, un infermiera che si crede possa aver aver ucciso fino a cinquanta bambini nel suo reparto nell'arco di due anni.

- Nell'idea originale del romanzo, Annie aveva pianificato di uccidere Paul Sheldon dandolo da mangiare al suo maiale, che appunto si chiama "Misery".

- Annie Wilkes è il personaggio preferito, fra quelli da lui creati, di Stephen King . Disse che era sempre sorprendente scrivere con profondità inaspettata e allo stesso tempo con simpatia.

- Secondo il libro di William Goldman "Four Screenplays", il ruolo del protagonista, Paul Sheldon, era statao offerto a William Hurt, Kevin Kline, Michael Douglas, Harrison Ford, Dustin Hoffman, Robert De Niro, Al Pacino, Richard Dreyfuss, Gene Hackman, Robert Redford e Warren Beatty.

- Stephen King aveva inizialmente pianificato di rilasciare il romanzo sotto il suo pseudonimo, Richard Bachman. Durante la scrittura, tuttavia, si è scoperto che dietro Bachman ci fosse King. A questo punto King pubblicò il romanzo con il suo vero nome annunciando che Bachman era morto da "cancro dello pseudonimo".

- Nel 1991, Kathy Bates è diventata la prima donna a vincere un Oscar per la migliore attrice in un horror / thriller per il ruolo di Annie Wilkes.

- I romanzi di Stephen King sono stati spesso critiati per il frequente uso di parolacce. Annie rimprovera lo scrittore Paul di abusarne nel racconto di Misery.

- In una recente intervista con Melvyn Bragg, William Goldman ha rivelato che pochi attori volevano il ruolo di Paul Sheldon, perché il personaggio di Annie Wilkes li avrebbe oscurati e poi perché lo scrittore che zoppica nell'ultima scena è un modo per dire che ne sarebbero usciti sconfitti da questa brutta storia.

- James Caan ha accettato il ruolo di protagonista, dopo il rifiuto di Jack Nicholson. Caan aveva precedentemente rifiutato il ruolo di Nicholson in Qualcuno volò sul nido del cuculo (1975), in cui egli è anche vittima di una infermiera psicotica, che ha vinto anche un Oscar per il suo ruolo.

- La casa editrici di Paul Sheldon è chiamata Viking, stesso nome della casa editrici che fino a quel momento ha pubblicato i romanzi di Stephen King.

- Kathy Bates è rimasta turbata dalla violenza del film, in alcune scene come quella del martello e quella conclusiva è scoppiata in lacrime. Chi lo avrebbe mai detto... è proprio vero, l'apparenza inganna.

- Quando Kathy Bates prese il suo Oscar e fece il suo discorso, disse, "Vorrei chiedere scusa pubblicamente a James Caan per le caviglie".

- Quando viene trovata l'auto di Paul, dalle indagini si presume che fosse morto. Per coincidenza, il 19 giugno 1999, l'autore Stephen King fu travolto da una macchina e secondo alcuni rapporti iniziali era dato per morto.

- James Caan e Kathy Bates si sono scontrati per i metodi di recitazione, così per mettere tutti d'accordo il regista Rob Reiner disse a Caan di usare quella frustrazione verso il personaggio di Annie.

- James Caan è dovuto rimanere a letto per quindici settimane di riprese. Caan pensava che il regista Rob Reiner gli stesse facendo uno scherzo "sadico".

- Un abito indossato da Kathy Bates nel suo ruolo di Annie Wilkes è in mostra al Planet Hollywood a Myrtle Beach, South Carolina.

- Il cast film include un premio Oscar, Kathy Bates; e quattro candidati agli Oscar, James Caan, Richard Farnsworth, Lauren Bacall e Rob Reiner.

- Un video di Harry, ti presento ... di Sally (1989) (anch'esso diretto da Rob Reiner ) è visibile nel negozio di alimentari.

- Il regista Rob Reiner ha studiato tutti i particolari dei film Alfred Hitchcock per capire come dirigere un thriller, a un certo punto Caan, dopo aver ricevuto un rimprovero da Reiner, gli domandò: "Chi ti credi di essere, Alfred Hitchcock?"

- Mary Tyler Moore avrebbe voluto il ruolo di Annie Wilkes.

- George Roy Hill era sul punto di dirigere il film.

- Il regista Rob Reiner ha fatto un cameo come pilota dell'elicottero che aiuta Buster nella ricerca della macchina di Paul.

- Le bufere di neve sono presenti sia in "Misery" sia in "Shining, un altro romanzo di Stephen King".

- Anjelica Huston, Jessica Lange, Bette Midler, Barbra Streisand e Debra Winger sono stati tutti presi in considerazione per il ruolo di Annie Wilkes.

- Dopo aver visto la famigerata scena dove al suo personaggio vengono spezzate le gambe, James Caan si rivolse a Rob Reiner dicendogli: "Tu sei un fottuto malato".

- Kathy Bates è rimasta delusa dal fatto che la scena in cui uccide un giovane ufficiale di polizia facendolo rotolare più volte con un tosaerba sia stata tagliata. Il direttore Rob Reiner aveva paura che il pubblico si fosse messo a ridere.

- Le gambe di James Caan erano ovviamente finte proprio per dare l'effetto raccapricciante desiderato nella famosa scena del martello.



Differenze dal romanzo

Il film si discosta per alcuni versi dal libro:
  • Nel libro Annie non spezza le caviglie di Paul, bensì gli amputa il piede sinistro con un'ascia, cauterizzando poi la ferita con una fiamma ossidrica.
  • Nel libro Annie taglia con un coltello elettrico il pollice della mano sinistra di Paul.
  • Nel libro Paul non ha figli, mentre nel film dice esplicitamente di avere una figlia.
  • Nel libro non sono narrate le parti in cui l'investigatore indaga sulla scomparsa di Paul.
  • Nel libro la macchina da scrivere oltre alla lettera "N" perderà una vocale e la consonante "T".
  • Nel libro Annie uccide un poliziotto giovane che era passato per un controllo, poiché Paul aveva attirato la sua attenzione scagliando un posacenere contro il vetro della finestra della sua stanza. Inoltre, non lo uccide con un colpo di fucile, ma spezzandogli la schiena con una croce in legno e successivamente investendolo e squarciandolo con una falciatrice.
  • Nel libro Paul viene liberato da due poliziotti che avevano precedentemente visitato la casa, dopo la scomparsa del loro collega.
  • Nel libro Paul non scaglia la macchina da scrivere in testa ad Annie, bensì sulla schiena, e Annie non inciampa sulle gambe di Paul, ma sulla macchina da scrivere.
  • Nel libro l'auto di Paul è una Camaro, mentre nel film è una Mustang del '65.
  • Nel libro Annie, dopo aver versato la minestra sul copriletto, irata, scaglia il piatto contro il muro. In seguito, pulirà la macchia lasciata sulla tappezzeria e farà bere a Paul l'acqua sporca del risciacquo della spugna.
  • Nel libro Paul diventa dipendente dal farmaco datogli da Annie, il Novril (inventato da King).
  • Nel libro Annie non impone a Paul il suo giudizio man mano che legge le bozze, gli dice semplicemente che deve inventare un espediente per "resuscitare" Misery, ma che non sia un imbroglio.
  • Nel libro quando Paul riesce a forzare la serratura con la forcina, questa si spezza e rimane all'interno della serratura.
  • Nel libro Annie dichiara di aver capito delle uscite di Paul non per la posizione del pinguino di porcellana, bensì per la forcina che aveva trovato nella serratura, e perché aveva sparso per casa suoi capelli in tirare, in modo da poter capire se Paul avesse toccato determinati oggetti (ad esempio il libro delle memorie).
  • Nel libro la macchina viene trascinata dal disgelo lontano dal luogo dell'incidente e rinvenuta solo molto tempo dopo.
  • Nel libro Paul non mangia mai in salotto con Annie.
  • Nel libro Paul raccoglie il Novril per se stesso, e non per tentare di drogare Annie, anche se considera l'opzione molto attentamente, scartandola solo perché ritiene il Novril troppo amaro per essere mischiato in un alimento senza poter essere rintracciato: nel film invece lo assaggia e, ritenendolo abbastanza insapore, lo usa per tentare di drogare Annie.
  • Nel libro Annie non muore nella stanza in cui tiene Paul, ma sviene solamente e si risveglia poco dopo per scendere a prendere una sega elettrica, morendo nella stalla a causa del trauma cerebrale riportato prima.
  • Nel libro Annie si ingozza di dolci durante una crisi depressiva. Nel film questa parte è assente.
  • Nel libro Paul fa solo finta di distruggere il manoscritto del "Ritorno di Misery", mentre invece brucia una pila di fogli bianchi con sopra il titolo, nascondendo il vero manoscritto.
  • Nel libro, viene anche pubblicato il "Ritorno di Misery", così come Paul lo stava scrivendo, cioè con un carattere tipicamente da macchina da scrivere, in questo modo si può leggere un vero romanzo nel romanzo.



Colonna sonora

  1. SHOTGUN (Jr. Walker and the All Stars)
  2. TCHAIKOVSKY PIANO CONCERTO #1 (Liberace)
  3. MOONLIGHT SONATA (Liberace)
  4. I'LL BE SEEING YOU (Liberace)
  5. LOVE CONNECTION (Larry Grossman)



Frasi celebri

Continua a leggere su Le più belle frasi del film Misery non deve morire



Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".