Frasi del film Crazy, Stupid, Love

«Questo è folle. Questo è stupido. Questo è amore.»
(Tagline del film)

Titolo Originale:
"Crazy, Stupid, Love" (2011)
Genere: Film commedia, drammatico, sentimentale
Regia di: Glenn Ficarra e John Requa
Protagonisti: Steve Carell, Ryan Gosling, Julianne Moore, Emma Stone

Trama breve:
La vita di un marito di mezza età cambia drasticamente quando sua moglie gli chiede il divorzio. Egli cerca di ritrovare la sua virilità con l'aiuto di un nuovo amico, Jacob, imparando a rimorchiare le ragazze nei bar.
(Scheda completa)



Frasi celebri

Dai, levati la maglietta...nooo non ci credo...sei ritoccato con photoshop! (Anna)

Ti ho amato anche quando ti ho odiato e le coppie sposate sanno quello che intendo! (Cal)

Quando si trova la persona giusta, non ci si arrende mai! (Cal)

Sono seduto lì da due ore e non riesco a staccare gli occhi da te, dico sul serio, ed è pieno di bellissime donne qui, compresa la tua amica... ma non riesco a staccare gli occhi da te, è un dato di fatto, ti trovo molto attraente...Tu mi trovi attraente? (Jacob)


Dialoghi

  • Jessica: Oh mio Dio, che è successo?
    Cal: Mia moglie mi ha chiesto il divorzio e mi sono buttato dall'auto.
  • Jacob: Ciao. Chi somiglia a una carota?
    Liz: Conan O'brian... la mia amica Hannah crede che sia sexy...
    Jacob: Be', io credo che la tua amica Hannah sia sexy!
    Hannah: Oh, non ci credo! Giura che non l'hai detto davvero! Ma quanti anni hai?
    Jacob: Sei un avvocato?
    Hannah: Più o meno!
    Jacob: Non ci credo.
    Hannah: Lo so!
    Jacob: Davvero, è così?
    Liz: Lo sarà!
    Hannah: Non sei un po' vecchio per queste patetiche frasi da rimorchio?
    Jacob: Obiezione! Condizione al testimone. Il tuo vestito sa quanto è fortunato a starti addosso?
    Hannah: Oh Dio!
    Jacob: Questa è da rimorchio! Sono seduto lì da due ore e non riesco staccare gli occhi da te, dico sul serio, ed è pieno di bellissime donne qui, compresa la tua amica! Ciao!
    Liz: Io ti amo.
    Jacob: Ma non riesco a staccare gli occhi da te! È un dato di fatto, non mento, ti trovo molto attraente. Tu mi trovi attraente?
    Liz: Oh sì!!
    Hannah: Io no.
    Jacob: Non è vero, le piaccio!
    Liz: Le piaci!
    Hannah: No, non mi piace!
    Jacob: Ti piaccio!
    Liz: Ti piace!
    Hannah: Non è vero!
    Jacob: Beviamo qualcosa?
    Hannah: No!
    Jacob: Dici spesso no, vero?
    Hannah: No!
    Jacob: Oddio! Ho il permesso di avvicinarmi al banco?
    Hannah: Fai sul serio?
    Jacob: Su andiamo, lasciami recitare la mia arringa finale!
    Hannah: Certo, procedi.
    Jacob: Hannah... viviamo in un mondo materiale e dovrai invecchiare, vero?
    Hannah: Mmh...
    Jacob: Ti garantisco che non rimpiangerai mai di essere andata a casa con quell'uomo incontrato quella volta al bar, rivelatosi un vero animale a letto, ma rimpiangerai di non esserci non andata!
    Hannah: Era una doppia negazione.
    Jacob: Tu sei una doppia negazione! Ok... Hannah, beviamo qualcosa?
    Hannah: Sai è ora di andare a casa!
    Jacob Davvero? Sei diretta, mi piaci! Lo farò.
    Hannah: Ho registrato Saw III.
    Jacob: Allora, andiamo con la mia o con la tua? Ci facciamo un giro? Bevuto troppo? Guido io!
  • Cal: Grazie per l'incoraggiamento, ma sai una cosa? Non credo che sono in grado di rimorchiare solo perché ti ho osservato rimorchiare!
    Jacob: Hai visto Karate Kid?
    Cal: E questo che centra adesso?
    Jacob: Dai la cera, togli la cera, quando gli insegna a combattere.
    Cal: Vuoi che combatta per caso?
    Jacob: Qual è la prima cosa che faccio con una donna? Le offro un drink.
    Cal: Sì, sempre! Ogni volta, le offri da bere e anche se lei non vuole tu insisti.
    Jacob: E parlo mai di me stesso?
    Cal: Mai! Mai parlare di se stessi, sempre di lei!
    Jacob: Perché le chiacchiere da bar...
    Cal: Sono pallose!
    Jacob: Da morire!
    Cal: Poni sempre l'attenzione su di lei, deve essere interessante, colpiscimi fammi capire quanto sei interessante, un grande gioco, un gioco, un subdolo passatempo.
    Jacob: Sei un po' troppo severo. E alla fine della serata le chiedo di venire da me?
    Cal: No! Le dici di venire a casa con te, non resistono al tuo fascino, è stata una tua scelta, loro sono così felici di aver avuto l'opportunità di aver fatto del dolce, dolcissimo sesso con te! Oh mio Dio... hai fatto come il maestro Miaghi!
  • Jacob: Sei adorabile.
    Hannah: NO! Sono Sexy! Sono Sexy da "Vietato ai minori"! So come andrà nella versione per "minori accompagnati" di stasera, lo so: io mi ubriaco di brutto, a un certo punto svengo, tu mi copri con una coperta, mi dai un bacio sulla guancia e finisce così.... ma non sono venuta per questo. Sono qui per trombare il fico che ci ha provato con me al bar!
  • [Jacob va a incontrare la madre di Hannah]
    Hannah: C'è nessuno?
    Cal: Nanna!
    Hannah: Ciao ragazzi!
    Emily: Ciao tesoro!
    Cal: Ciao!
    Hannah: Che sta succedendo?
    Emily: Eh, non lo so, un gioco, non vuole che mi tolga questa stupida benda!
    Jacob: Cal!
    Emily: È lui questo?
    Cal: E tu che ci fai qui?
    Jacob: Tu che fai qui?
    Hannah: Già vi conoscete?
    Cal: Che sta succedendo?
    Jacob: Che ci fai qui?
    Robbie: Ciao Nanna!
    Hannah: Ciao Robbie!
    Emily: Piacere di conoscerti Jacob! Nanna mi ha raccontato tante cose belle su di te!
    Jacob: Scusate chi è Nanna?
    Hannah: Io sono Nanna, da piccola non riuscivo a dire Hannah... come vi conoscete?
    Emily: Non riusciva proprio a dirlo!
    Cal: Ok! Ho una certa difficoltà a capire quello che sta succedendo...
    Hannah: Papà, lui è, lui è Jacob, il mio ragazzo.
    Cal: No, non lo è!
    Hannah: È venuto per conoscere mamma...
    Cal: No, no, no, no, no...
    Emily: Vorrei vedere questo ragazzo...
    Jacob: Non respiro...
    Emily: Mi posso togliere la benda?
    Jacob: Cal, che cosa... hai una figlia così grande? Io non lo sapevo...
    Cal: Avevo 17 anni, ci siamo dovuti sposare.
    Jacob: Avresti dovuto dirmelo, lo sai?
    Cal: Non volevi che parlassi dei mie figli!
    Molly: Mmh, io vado a vedere la tv...
    Cal: Sì tesoro perché non vai dentro...
    Jacob: Posso venire?
    Molly: No!
    Hannah: Quindi voi due vi conoscete bene, vedo!
    Emily: Oh, che cavolo, mi sento ridicola. [si toglie la benda] Tesoro è davvero carino!
    Cal: Non è vero!
    Jacob: È molto gentile, ma è davvero tua madre? Sembrate sorelle!
    Cal: Va bene, va bene, fatemi capire un attimo, quindi voi siete, voi due siete una coppia, giusto? Voi state insieme!
    Hannah: Sì!
    Cal: Non credo, lasciatevi... subito!
    Hannah: Papà!
    Jacob: Ti prego, non chiamarlo così...Cal non succederà mai!
    Cal: Allora ti spacco al faccia!!
    Hannah: Papà!
    Emily: Cal!!
    Jacob: Cal!
    Robbie: Jessica?
    Cal: Bernie?
    [Bernie si fionda addosso a Cal pensando che vada a letto con sua figlia di 17 anni]
    Jessica: Papà, no!
    Bernie: Ho lasciato che facesse la baby sitter da te, figlio di puttana! Ha solo 17 anni!!
    Cal: Ma di che stai parlando?
    Hannah: Oh mio Dio!
    [Jacob tenta di fermare Bernie e si becca un pugno]
    Jessica: Per favore, papà!
    Hannah: Jacob, stai bene?
    Jessica: Papà, papà smettila! Non ha fatto niente, non lo sa neanche!
    Robbie: Non sa cosa?
    Cal: Non so cosa?
    Emily: È uno scherzo? Perché mi sono persa...
    Jessica: No, no, no, no, no... papà, non lo sa neanche che sono innamorata di lui!
    Robbie: Di chi?
    Jessica: Di lui!
    Cal: Sta indicando me?
    Robbie: Stai indicando lui?
    Emily: Stai indicando lui? Ooooh...
    Robbie: Aspetta! Mio padre è quell'adulto con cui ti vedi?
    Bernie: Oh, lo sapevo..tu...
    Jessica: No, no, no... lui non sa niente delle foto nuda!
    Cal: Cosa?
    Emily: Jessica!!
    Robbie: Gli hai dato delle foto nuda? Sul serio?
    Bernie: Io ti pesto finché non esce il cervello!
    Cal: Time out, time out, aspetta, aspetta!
    Robbie: Ma... io la amo!
    Cal: Jessica è la ragazza che ami?
    David: Scusami Emily... l'avevi lasciata nella mia auto.
    Emily: Oh no...
    Hannah: Tu chi sei?
    David: David Lindhagen.
    Jacob: David Lindhagen?
    Cal: David Lindhagen...
    Jacob: Ok! [Jacob si toglie l'anello e va verso David]
    David: È il momento sbagliato?
    Emily: Sì!
    [Jacob tira un pugno a David]
    Hannah: Jacob!
    Jacob: Hai idea di quanto hai fatto soffrire il mio amico?!
    [Cal si fionda verso Jacob, Bernie verso Cal e David verso Jacob. Tutti insieme]
    Cal: Sta lontano da mia figlia!
    Bernie: Tu, sta lontano da mia figlia!
  • [Alla festa dei diplomi di terza media]
    Robbie: Benvenuta classe del 2011. I nostri anni nella scuola media sono giunti al termine, non possiamo più combattere, stiamo invecchiando! Per tutta la vita ho voluto crescere, volevo diventare grande, così la gente mi avrebbe preso sul serio. L'idea mi piaceva da morire. Crescere, trovare un lavoro, sposarmi ma... è tutta una fregatura! E l'amore... è la fregatura più grande! Io ero innamorato e so che fa ridere un po' perché ho solo 13 anni ma... non importa, lo ero. E prima pensavo, ci credevo davvero che esistesse un unico grande amore che se avessi combattuto per quella persona, avrebbe di sicuro funzionato, mi sembrava tutto così bello quando ero più piccolo ma, non vanno così le cose. Non esiste assolutamente il vero amore!
    [Cal alzandosi davanti a tutti]
    Cal: Fermo! [a bassa voce] Ccccazzooo...
    Jacob: Non ci credo!
    [Parlando con Robbie a bassa voce]
    Cal: Oh mio Dio, oh mio Dio...
    Robbie: Che cosa fai?
    Cal: Che cosa fai tu!
    Robbie: Avevo torto papà, non esiste il vero...
    Cal: Io... ehm... be', ecco la verità! Il discorso che ha fatto mio figlio fa schifo! Non è uno scherzo... in sua difesa, non so come volesse terminare, ma sarete d'accordo con me che si stava dirigendo verso una deprimente... ehm... fine! Mio figlio, non lui, il mio vero figlio, crede molto nei grandi gesti romantici, diciamo crede nell'esistenza dell'anima gemella! Ed è facile guardare un tredicenne e dire: "tu non sai di cosa parli tu hai torto"...ma non ne sono così sicuro! Io ho incontrato la mia anima gemella a 15 anni, siamo andati a prendere un gelato, dopodiché mio padre cominciò a prendermi in giro, sì, come fanno tutti i papà e gli dissi: "papà non significa niente, figurati uscirò con tante altre ragazze, avrò un sacco di altri appuntamenti..." e quella fu la prima volta in assoluto che mentii a mio padre. Ho incontrato la mia anima gemella quando avevo 15 anni e l'ho amata ogni minuto di ogni giorno, da quando le ho comprato quel cono menta e cioccolato. L'ho amata quando ha messo al mondo i miei tre magnifici figli, l'ho amata anche quando l'ho odiata... solo le coppie sposate mi capiranno... e non so se le cose si aggiusteranno, non so che succederà...mi dispiace Robbie questo non posso dirlo, ma posso prometterti una cosa, non smetterò di provarci... perché quando si trova la persona giusta, non ci si arrende mai!


Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".