Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato (1971)


Trama del film fantasy-musicale "Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato" del 1971 con Gene Wilder: frasi celebri, spiegazione, curiosità, colonna sonora e attori del cast.

Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato (Willy Wonka & the Chocolate Factory) è un film fantasy-musicale del 1971 diretto da Mel Stuart ed interpretato da Gene Wilder.






Trama

Willy Wonka è il proprietario della fabbrica del cioccolato ed è noto a tutti per le sue straordinarie invenzioni nel campo dei dolci. Per non far trapelare il suo segreto alla concorrenza non ha mai permesso a nessun estraneo di varcare la soglia della fabbrica finché un giorno non decide di dare inizio a un concorso internazionale dove solamente le 5 fortunate persone che riusciranno a trovare il Wonka d'oro all'interno di una tavoletta di cioccolato, verrà concesso di visitare l'interno della fabbrica e cibarsi con qualsiasi dolciume. Ma le sorprese non finiscono qui, c'è ancora un misterioso premio che spetterà solo a uno di loro...

Paese: USA
Durata: 100 min
Voto: 7,8
Guarda il 🎬 TRAILER ►



Commento

Tenero e affascinante filmetto che è diventato un cult con il passare del tempo. Migliore del remake di Burton con Johnny Depp, perché sa trasmettere magia, poesia e anche nostalgia ma bisogna ammettere che è invecchiato male. Per gli amanti del genere è imperdibile.
Per chi lo ha visto quando era piccolo, ne sarà rimasto sicuramente incantato, sia per bellezza che per golosità. Personalmente ne conservo un bel ricordo; perciò invece di rovinarlo riguardandolo, preferirei tenerlo tale lasciandomi andare alle memorie fanciullesche. Anche perché l'unico modo per apprezzarlo da adulti è rivederlo con stessi occhi di un bambino e non tutti ci riescono...

Avvertenza [T]: Film adatto ai bambini, ma alcune scene improvvise potrebbero impressionarli un po' senza aver visto il film per intero o senza qualcuno che stia a loro fianco per fornirgli una spiegazione.



Spiegazione




Interpreti e personaggi

Gene Wilder (Willy Wonka), Peter Ostrum (Charlie Bucket), Jack Albertson (Nonno Joe), Roy Kinnear (Sig. Salt), Julie Dawn Cole (Verusca Salt), Leonard Stone (Sig. Beauregarde), Denise Nickerson (Violet Beauregarde), Dodo Denney (Sig.ra Tivù), Paris Themmen (Mike Tivù), Ursula Reit (Sig.ra Gloop), Michael Bollner (Augustus Gloop), Diana Sowle (Sig.ra Bucket), Aubrey Woods (Bill), David Battley (Sig. Turkentine), Gunter Meisner (Sig. Slugworth/Sig. Wilkinson), Werner Heyking (Sig. Jopeck), Peter Stuart (Winkelmann).



Curiosità

- Il film è tratto da un romanzo di Roald Dahl, La fabbrica di cioccolato del 1964.

- La canzone di Marilyn Manson intitolata Everlasting Cocksucker (Remix) presente sulla prima versione non censurata dell'album Smells Like Children del 1995, contiene campionature non autorizzate dal film Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato.

- Il video ufficiale della canzone Dope Hat di Marilyn Manson presente nell'album Portrait of an American Family del 1994 è ispirato al film Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato.

- La foto del falso vincitore multimilionario del Paraguay è quella di Martin Bormann, leader nazista di cui si persero le tracce alla fine della guerra, e che si supponeva morto durante un bombardamento il 2 maggio 1945. Nel 1972 (un anno dopo la realizzazione del film) fu ritrovato a Berlino uno scheletro. In seguito ad un confronto del calco dei denti, si stabilì che lo scheletro apparteneva effettivamente a Bormann. La ricostruzione (seppur molto marginale) che nel film vedeva Bormann rifugiatosi in Paraguay era quindi, per quel tempo, improbabile, ma non impossibile.

- La canzone Pure Imagination è stata cantata alla Cerimonia di chiusura dei Giochi della XXX Olimpiade cantata da Russell Brand con la London Symphony Orchestra.

- Il disco Primus & the Chocolate Factory inciso dai Primus in collaborazione con The Fungi Ensemble, pubblicato il 21 ottobre 2014, è una rivisitazione della colonna sonora del film Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato del 1971.

- Originariamente, il film uscì in Italia nel 1971 distribuito dalla Paramount con un doppiaggio differente, con Gene Wilder doppiato da Oreste Lionello, ma di questa prima edizione si sono perse le tracce: negli anni 1980 il film è stato ridoppiato dalla Warner per la distribuzione in VHS con l'edizione sopra specificata e da allora usata in tutti i successivi passaggi televisivi.

- A Roald Dahl non piacque molto il film perché "pensava che nel film fosse stata posta troppa enfasi sul personaggio di Willy Wonka e non abbastanza su Charlie, che era il vero protagonista". Tuttavia alcune prove fotografiche contraddicono questa versione: nel DVD del film si vede il dietro le quinte e Roald sembra felice durante la visita al set e ha anche partecipato alla premiere.

- Peter Ostrum, che interpreta Charlie Bucket, non ha girato altri film ma ha intrapreso la carriera di veterinario.

- Durante le riprese sia Denise Nickerson (Violet Beauregard) che Julie Alba Cole (Veruca Salt) hanno avuto una cotta per Peter Ostrum (Charlie Bucket). Le ragazze, sul set, si alternavano i giorni per stare con lui. Dato che che le ragazzine si erano prese una cotta anche per Bob Roe, il figlio dell'aiuto regista Jack Roe, avevano deciso che quando non erano con Peter sarebbero state con Bob.

- Julie Alba Cole (Veruca Salt) odiava il cioccolato.

- Julie Alba Cole ha dichiarato di aver tenuto diversi oggetti di scena del film tra cui il Biglietto d'Oro, delle caramelle Gobstopper e una tavoletta di cioccolato.

- Le reazioni degli attori in alcune scene sono spontanee. Per esempio, quando i bambini entrano per la prima volta nella stanza di cioccolato e vedono i giardini di caramelle, le loro reazioni sono reali perché vedevano quel luogo per la prima volta.

- Un terzo degli oggetti e delle piante nella stanza di cioccolato erano davvero commestibili, compresi i lecca-lecca giganti.

- Il film è stato originariamente finanziato dalla Quaker Oats Company, una ditta alimentare americana. Quando il film è stato lanciato, l'azienda ha iniziato la commercializzazione delle sue barrette di cioccolato Wonka. Purtroppo, la formula era sbagliata e le barrette di cioccolato si scioglievano troppo facilmente (persino quando erano sullo scaffale!) e così sono state ritirate dal mercato. Quaker vendette il marchio ad un'altra ditta che poi divenne parte della Nestlè ed alcuni dolci di Wonka a base di cioccolato sono ancora disponibili negli Stati Uniti.

- La sequenza di apertura è stata girata in una vera e propria fabbrica di cioccolato in Svizzera.

- La scena in cui viene intervistato per la prima volta Augustus Gloop, il primo bambino a trovare il Biglietto d'Oro, è stata girata in un vero ristorante tedesco. Il cast c'è andato durante il pranzo.

- Joel Grey fu la prima scelta per il ruolo di Willy Wonka ma non è stato considerata abbastanza giusto dal punto di vista fisico. Il ruolo è stato poi offerto a Ron Moody che ha rifiutato. Jon Pertwee ha dovuto rifiutare perché stava girando la serie tv Doctor Who, tutti e sei i membri dei Monty Python (Graham Chapman, John Cleese, Eric Idle, Terry Gilliam, Terry Jones e Michael Palin) avevano espresso grande interesse a interpretare il ruolo ma sono stati ritenuti troppo poco famosi per un pubblico internazionale. Roald Dahl voleva invece Spike Milligan. Alla fine è stato scelto Gene Wilder.

- Dopo aver letto la sceneggiatura, Gene Wilder ha detto che avrebbe fatto il film ad una condizione: voleva dipingere Wonka come una persona le cui azioni erano del tutto imprevedibili.

- L'esterno della fabbrica di cioccolato è a Monaco di Baviera.ù

- Ernst Ziegler, che interpretava nonno George, era quasi cieco a causa di gas velenosi della prima guerra mondiale. Per aiutarlo a dirigersi verso una certa direzione venne usata una luce rossa.

- Il film non è andato molto bene al botteghino ma quando è stato rilasciato per l'home video ha acquistato più popolarità. Con il passare del tempo è diventato un vero e proprio cult-movie.

- Il film è costato nel 1971 circa tre milioni di dollari e ha incassato al botteghino 4 milioni di dollari, per questo è stato considerato un flop.

- Il fiume di cioccolato era fatto di vero cioccolato, acqua e crema. Si è rovinato abbastanza velocemente e ha rilasciato un cattivo odore.

- Il film è stato candidato ai Golden Globes 1972 per la categoria miglior attore per una commedia/musical: Gene Wilder.

- La musica composta da Leslie Bricusse e Anthony Newley (Adattamento con canzoni originali) ricevette una nomination agli Oscar.

- Nel film gli Oompa Loompa (in italiano Umpa Lumpa) sono interpretati da diverse persone, nel remake invece dall'attore Deep Roy, clonato più e più volte con gli effetti speciali.

- La National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti ha deciso nel 2014 di includere Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato tra i film “culturalmente, storicamente o esteticamente significativi”.

- È stato realizzato il remake nel 2005 dal titolo La fabbrica di cioccolato con la regia di Tim Burton e Johnny Depp nei panni di Willy Wonka.



Colonna sonora

  1. The Candy Man (Aubrey Woods)
  2. Cheer Up, Charlie (Diana Lee)
  3. (I've Got a) Golden Ticket (Jack Albertson e Peter Ostrum)
  4. Pure Imagination (Gene Wilder)
  5. Oompa-Loompa-Doompa-De-Do ()
  6. I Want It Now! (Julie Dawn Cole)
  7. Wondrous Boat Ride (Gene Wilder)



Frasi celebri

Continua a leggere su Le più belle frasi del film Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato



Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".