Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




Trappola di cristallo (1988)


Trama del film thriller-d'azione "Trappola di cristallo" del 1988 con Bruce Willis: frasi celebri, spiegazione, curiosità, colonna sonora e attori del cast.

Trappola di cristallo (Die Hard) è un film d'azione del 1988 diretto da John McTiernan ed interpretato da Bruce Willis. Il film è basato su un libro di Roderick Thorp, "Nulla è eterno, Joe". Questo è il primo capitolo della saga dedicata al poliziotto John McClane.






Trama

A causa delle loro rispettive professioni, il marito poliziotto John Mclane, e la moglie vice-capo di una compagnia, vivono separatamente. Nel giorno della vigilia di Natale lei lo invita a passare la festa insieme in un lussuoso palazzo di Los Angeles. La serata non va come si erano prefissati a causa di un gruppo di organizzati terroristi che ha preso in ostaggio i presenti alla festa, compresa la donna. Il giovane poliziotto che si trovava casualmente in bagno, riesce a scamparla, ma a quanto pare dovrà fare tutto da solo...

Paese: USA
Durata: 131 min
Voto: 8,2
Guarda il 🎬 TRAILER ►



Commento

Il film d'azione "apripista" per tutti quelli a seguire. È una pietra miliare del genere e inaugura il filone degli effetti speciali. Die hard ha dato vita a tutta una serie di action movie molti dei quali - purtroppo - piuttosto inferiori.
Qui l'azione è dosata in maniera eccellente con momenti più calmi e comunque incalzanti. Il film è estremamente coinvolgente ed è impossibile non rivederlo a distanza di poco tempo. Ovviamente non annoia mai e l'interpretazione di tutti gli attori è ottima.

Avvertenza [VM14]: Ci sono brevi scene di nudo femminile (donne in topless), vi sono anche sparatorie, esplosioni e massacri su larga scala, persone innocenti prese in ostaggio, uso di un linguaggio volgare.



Spiegazione




Interpreti e personaggi

Bruce Willis (John McClane), Alan Rickman (Hans Gruber), Bonnie Bedelia (Holly Gennaro McClane), Reginald VelJohnson (Serg. Al Powell), Paul Gleason (Isp. Capo Dwayne T. Robinson), William Atherton (Richard Thornberg), Hart Bochner (Harry Ellis), James Shigeta (Joseph Yoshinobu Takagi), Alexander Godunov (Karl), De' Voreaux White (Argyle), Clarence Gilyard (Theo), Lorenzo Caccialanza (Marco), Al Leong (Uli), Robert Davi (Ag. Speciale Johnson), Grand L. Bush (Ag. Johnson), Taylor Fry (Lucy McClane).



Curiosità

- Per il ruolo di McClane si presero in considerazione alcuni degli attori di film di azione più famosi degli anni Ottanta, tra cui Sylvester Stallone, Arnold Schwarzenegger, Harrison Ford, Mel Gibson, Richard Gere, Don Johnson e Burt Reynolds. Tutti rifiutarono. Fu scelto Willis, che prima di allora aveva recitato per la tv o film minori: fu pagato 5 milioni di dollari, una cifra altissima compatibile con i compensi degli attori più famosi del momento. La somma fu approvata direttamente da Rupert Murdoch, proprietario della casa cinematografica 20th Century Fox, che produsse il film.

- Nei primi manifesti del film la faccia di Willis era molto più piccola di quella che compare nella locandina definitiva.

- Si dice che Terry Gilliam abbia scelto Bruce Willis come protagonista per L'Esercito delle dodici scimmie (1995) dopo aver visto Die Hard.

- Bruce Willis ha personalmente raccomandato Bonnie Bedelia per il ruolo della sua ex moglie Holly Gennaro McClane.

- La torre Nakatomi è in realtà la sede della 20th Century Fox

- Trascorrono 18 minuti prima del primo sparo del film.

- Gran parte della sceneggiatura è stata improvvisata a causa delle modifiche costanti che si facevano durante le riprese.

- Tom Berenger ha rifiutato il ruolo di John McLane.

- A causa dell'interesse turistico del palazzo a Los Angeles, le persone ora non possono scattare foto all'esterno dell'edificio.

- È il debutto cinematografico di Alan Rickman. Nel 1982 aveva recitato nel film tv Busted, con la regia di Stephen Davis. Il produttore Joel Silver e il regista John McTiernan lo videro recitare nello spettacolo teatrale “Dangerous Liaisons”, e capirono di avere trovato il cattivo per il loro film. Ebbero però un problema: ogni volta che Rickman sparava, sobbalzava. Dovettero quindi cercare di eliminare le riprese della sua faccia subito dopo che aveva sparato.

- Nella versione tedesca i nomi dei terroristi sono stati modificati in forme inglesi (per lo più nei loro equivalenti britannici): Hans Gruber è diventato Jack Gruber, Karl divenne Charlie, Heinrich è trasformato in Henry, ecc.. e sono raffigurati come attivisti irlandesi. Questo ha portato ad alcuni buchi nella trama e problemi di continuità con Die Hard - Duri a morire (1995).

- Nel film Trappola di cristallo John McClane vede un paginone centrale di Playboy e lo utilizza come punto di riferimento per muoversi all'interno dell'edificio. La ragazza raffigurata sul centerfold è la biondissima playmate Pamela Stein (novembre 1987, nella foto accanto). Un'altra playmate da paginone (maggio 1982) Kym Malin ha un piccolo ruolo nel film, nei panni di un ostaggio che fa sesso con un invitato al party.

- Il fucile che il personaggio di Karl usa è una Steyr AUG, un fucile d'assalto di produzione austriaca.

- Il personaggio di John McClane cammina a piedi scalzi su dei cocci di vetro, Bruce Willis indossa delle speciali scarpe di gomma a forma di piede che calzano sui suoi veri piedi. Nelle scene in cui si vedono i piedi dell'attore infatti, questi appaiono un po' più grandi di quanto lo siano nelle sequenze in cui i piedi non sono i primo piano.

- Il tedesco parlato dai terroristi, nella versione in lingua originale del film, non è grammaticalmente corretto e spesso è senza senso. Nella versione tedesca del film, i terroristi non vengono dalla Germania, ma più genericamente dall'Europa. Sempre nella versione tedesca del film, i nomi dei terroristi sono stati cambiati e 'inglesizzati': ad esempio Hans Gruber è diventato Jack Gruber, Karl è diventato Charlie, Heinrich è diventato Henry e così via. Anche le loro origini lasciano intendere che si tratti di attivisti radicali irlandesi che sono diventati terroristi per profitto, abbandonando i loro ideali. Questi cambiamenti sono stati apportati perchè il terrorismo tedesco - soprattutto quello della Rote Armee Fraktion - era considerato un tema ancora 'scomodo' nella Germania degli anni Ottanta, che ancora non aveva superato emotivamente quella fase della sua storia.

- La battuta Yippie Ki-Yay figli di puttana! è usata in tutti e cinque i film di Die hard. La battuta è stata votata al posto 96 delle "The 100 Greatest Movie Lines" di Premiere nel 2007.

- Bruce Willis ha ricevuto uno stipendio di 5 milioni di dollari.

- L'edificio utilizzato nel film è stato progettato da William L. Pereira, ed è stato uno dei suoi ultimi lavori prima della sua morte nel 1985.

- In Spagna il titolo è stato tradotto in "Crystal Jungle". In Polonia è diventato "The Trap Glass".

- Il regista John McTiernan ha rivelato che la stragrande maggioranza delle riprese esterne del palazzo che mostra le esplosioni erano vere.

- La scena dell'incontro tra Bruce Willis e Alan Rickman è improvvisata per creare un maggiore senso di spontaneità tra i due attori.

- Sam Neill ha rifiutato il ruolo di Hans Gruber.

- Numero cadaveri: 21

- Budget stimato a 28.000.000 dollari



Colonna sonora

  1. Singin' in the Rain (Arthur Freed e Nacio Herb Brown)
  2. Winter Wonderland (Felix Bernard e Richard B. Smith )
  3. Christmas in Hollis (Run-D.M.C.)
  4. Skeletons (Stevie Wonder)
  5. Let It Snow! Let It Snow! Let It Snow! (Vaughn Monroe)
  6. Ode to Joy (Ludwig van Beethoven)
  7. Jingle Bells (James Pierpont)
  8. Brandenburg Concerto No. 3 In G Major (Johann Sebastian Bach)
  9. We've Got Each Other (John Scott)
  10. Resolution & Hyperspace (Aliens - Scontro finale )
  11. Let It Snow! Let It Snow! Let It Snow! (Sammy Cahn e Jule Styne)



Frasi celebri

Continua a leggere su Le più belle frasi del film Trappola di cristallo



Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".