Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




Madre! (2017)


Trama del film "Madre" con Jennifer Lawrence: frasi celebri, spiegazione del finale, curiosità, colonna sonora, attori e personaggi.

Madre! (mother!) è un film thriller del 2017 diretto da Darren Aronofsky e interpretato da Jennifer Lawrence e Javier Bardem.





Trama

Una coppia apparentemente serena vive in una casa in mezzo ad una foresta. Lui è un noto poeta alle prese con il blocco dello scrittore, lei una giovane moglie che ha rimesso in sesto la villa con le sue mani dopo che un incendio l'aveva distrutta quasi completamente, e dedica le sue giornate curandola e migliorandola. Le giornate trascorrono nella monotonia fino a quando uno sconosciuto non bussa alla loro porta e il marito lo ospita in casa contro la volontà della moglie. Allo sconosciuto va ad aggiungersi la moglie e successivamente i due figli perennemente in lite. D'un tratto ci si rende conto che l'intimità della casa è stata violata e ciò è visibile nel volto della giovane in preda alla disperazione.

Paese: USA
Durata: 120 min
Voto: 6,6
Guarda il 🎬 TRAILER ►


Commento

La cosa che consiglio a chiunque non l'abbia ancora visto è di NON INFORMARSI PRIMA e di lasciarsi guidare dalle emozioni. Alla fine della visione, la prima espressione che vi verrà da dire sarà "e che cazz...?", ma vi assicuro che dopo aver letto la "spiegazione" ne uscirete a pancia piena.

Avvertenza [VM14]: seni visibili attraverso la maglietta all'inizio del film ed esposti a nudo sul finale, scene di sesso, linguaggio volgare, scene di violenza e disturbanti.



Spiegazione




Interpreti e personaggi

Jennifer Lawrence (madre), Javier Bardem (Lui), Ed Harris (uomo), Michelle Pfeiffer (donna), Domhnall Gleeson (figlio maggiore), Brian Gleeson (figlio minore), Kristen Wiig (araldo), Stephen McHattie (fanatico), Sarah-Jeanne Labrosse (antemadre), Laurence Leboeuf (la nuova madre).



Curiosità

Alcune curiosità contengono spoiler.

- In tutto il film, il nome di nessun personaggio viene mai menzionato. I personaggi sono elencati nei titoli di coda per i loro ruoli nella storia.

- Non c'è una partitura musicale per il film, e non un singolo pezzo di musica appare nel film fino ai titoli di coda, dove "The End of the World" è cantata dalla cantante Patti Smith. Tuttavia è presente un brano musicale in sottofondo prima della scena del caos.

- Jennifer Lawrence è a piedi nudi per quasi tutta la durata del film. L'idea di camminare scalza è stata sua, diceva che sarebbe servita per enfatizzare il legame del suo personaggio con la casa.

- Jennifer Lawrence ha descritto il lavoro di Michelle Pfeiffer nel film come la sua migliore interpretazione e ha rivelato di aver dimenticato le sue battute durante una scena in cui Pfeiffer stava camminando verso di lei perché era così presa dal colore dei suoi occhi.

- I Golden Raspberry Awards, gli anti oscar che premiano i film cattivi, hanno ricevuto reazioni negative quando hanno nominato Jennifer Lawrence come peggior attrice, e hanno anche nominato Javier Bardem come peggior attore e Darren Aronofsky come peggior regista. Anche i detrattori che non amavano il film hanno dichiarato che la sua performance è stata fra le cose più apprezzabili del film.

- Kristen Wiig è stata l'ultimo componente del cast a essere selezionata, e ha recitato nel ruolo dell'araldo. Ha accettato perché desiderava lavorare con Darren Aronofsky.

- Dopo che la madre entra in contatto visivo con l'uomo e la donna che fanno sesso, la scena successiva mostra la madre che si confronta di nuovo nella stessa stanza e la donna che risponde alla porta, il suo reggiseno sembra avere uno stile a foglia. Questo è un chiaro riferimento a quando Adamo ed Eva coprirono la loro nudità con le foglie dopo aver mangiato il frutto proibito.

- Uno degli elementi inspiegabili del film è la sostanza gialla che la madre versa in acqua per bere, il che è sottinteso essere una medicina per calmare i suoi nervi. Un articolo su The Daily Beast suggerisce che si tratta di un riferimento al racconto di Charlotte Perkins Gilman "The Yellow Wallpaper". Vale la pena di notare che smette di bere questa polvere gialla quando rimane incinta.

- C'è un tema ricorrente dei fluidi gialli attraverso il film. La mamma beve ripetutamente una medicina gialla senza nome. Dipinge le pareti con vernice gialla, la limonata e i limoni gialli in giro per la cucina. E ci sono diverse scene che evocano l'urina, con i personaggi che usano il bagno o se la fanno addosso (il bambino con la madre).

- Gli attori Brian Gleeson e Domhnall Gleeson, che interpretano i due fratelli nel film, sono fratelli anche nella vita reale.

- Michelle Pfeiffer ha ammesso di non aver compreso la sceneggiatura la prima volta che l'ha letta, descrivendola come "esoterica". Tuttavia, l'attrice si è impegnata nel progetto quando ha capito che tipo di personaggio avrebbe interpretato.

- Il film ha ricevuto sia fischi sia una standing ovation durante la sua anteprima al Festival di Venezia.

- Jennifer Lawrence è entrata così tanto nel suo personaggio che durante le scene ha iniziato a iperventilare e si è persino rotta una costola.

- Jennifer Lawrence e Darren Aronofsky hanno iniziato a frequentarsi durante la produzione di questo film.

- Darren Aronofsky ha detto che il punto esclamativo nel titolo è un riferimento agli ultimi 30 minuti di caos nel film.

- Il simbolo sull'accendino dell'uomo, che appare anche sulla sua borsa nera, è un simbolo della popolazione berbera del Nord Africa: il Wendehorn, un simbolo che si ritiene rappresenti "la cooperazione tra le leggi eterne della natura, che funzionano in armonia e in accordo l'una con l'altra". Questo stesso accendino è ciò che la madre usa per distruggere la casa con il serbatoio dell'olio e uccidere tutti dentro.

- Alcuni dei manifestanti che irrompono in casa possono essere ascoltati cantando "so-so-so-solidarité" (solidarietà in francese). Questo è un canto comune ai raduni di sinistra in Quebec, dove è stato girato il film.

- Durante le rivolte che accadono in casa, alcuni dei canti furono veri e propri canti dall'Egitto nella rivoluzione egiziana.

- Originariamente il film si sarebbe dovuto intitolare "Day 6": un rimando al racconto biblico di Dio che crea la Terra e l'Universo in 7 giorni, e gli eventi del film sarebbero un'allegoria per il sesto giorno nella creazione del mondo di Dio.

- Il film è stato girato con pellicola da 16 mm. Questa è la quarta volta che Darren Aronofsky gira un film in questo formato.

- C'è una differenza di età di 21 anni tra Javier Bardem e Jennifer Lawrence, che interpreta una coppia sposata in questo film.

- Il cast comprende due vincitori degli Oscar: Javier Bardem e Jennifer Lawrence; e tre candidati all'Oscar: Ed Harris, Kristen Wiig e Michelle Pfeiffer.

- Secondo IndieWire, Jóhann Jóhannsson ha scritto la colonna sonora originale per questo film prima che fosse sostituito su sua richiesta.

- Con un botteghino statunitense di soli $ 7,5 milioni il primo fine settimana, questa è stata la peggiore apertura di Jennifer Lawrence in assoluto.

- Nel film ci sono 11 scene sorprendentemente simili a 11 scene del thriller House of Good and Evil (2013).

- Prima collaborazione tra Ed Harris e Michelle Pfeiffer.

- Jennifer Lawrence appare in ogni scena del film, ad eccezione delle scene di apertura e di chiusura.

- Il personaggio di Lui viene spesso definito "il poeta". Questa parola deriva dal greco "poietes", che significa creatore. In effetti, essendo Dio, è il creatore del mondo.

- Una combinazione di un bambino reale e quattro bambini animatronici sono stati usati per creare il bambino della madre. Quello vero per lei da tenere in braccio, e gli altri animatronici sono stati usati per la scena climatica dove la folla di persone tiene e inizia a far passare il bambino proprio prima che gli rompano l'osso del collo, cosa che ovviamente non poteva essere fatta con un vero bambino.

- Nonostante l'elevato compenso, Kristen Wiig appare solo per circa 5 minuti di tempo nel film.

- La morte grafica del neonato nel finale ha portato a difficoltà nel trovare un distributore per il film. La 20th Century Fox ha respinto la sceneggiatura (dopo aver lavorato con Aronofsky per diversi film) insieme a diversi altri studi, a causa di questa scena. Le immagini della Paramount sono state convinte solo a riprendere il film dopo aver visto chi sarebbe stato scelto come personaggio.

- Quando i trafficanti di esseri umani si parlano tra loro, subito dopo aver controllato i denti di Madre, stanno parlando in albanese.

- I titoli di coda vengono tutti scritti simultaneamente mentre scorrono verso il basso e, poiché il personaggio del poeta di Javier Bardem rappresenta un creatore, Dio, questo implica che egli sta ancora creando anche se il film è finito.

- Quando la madre dipinge per la prima volta il muro, esegue una singola pennellata diagonale di pittura grigio scuro, dall'angolo in alto a destra a quello in basso a sinistra. Più tardi, quando la casa è invasa dai fan, il poeta dipinge con il pollice la stessa identica figura sulla fronte dei suoi seguaci. Successivamente, dopo la nascita del bambino, molti dei suoi seguaci hanno questo marchio sulla fronte.



Colonna sonora

  1. The End of the World (Patti Smith)



Frasi celebri

Continua a leggere su Le più belle frasi del film Madre



Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".