Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




Frasi del film Sono il Numero Quattro


Le più belle e celebri frasi del film "Sono il Numero Quattro", film di fantascienza con Alex Pettyfer.


«Dal regista di Disturbia e il produttore Michael Bay.»
(Dicitura sul DVD)

Titolo Originale:
"I Am Number Four" (2011)
Genere: Film di fantascienza, azione
Regia di: D.J. Caruso
Protagonisti: Alex Pettyfer, Dianna Agron, Timothy Olyphant, Teresa Palmer

Trama breve: 
Gli alieni e i loro guardiani si stanno nascondendo sulla Terra dai cacciatori di taglie intergalattici. Possono essere uccisi solo in ordine numerico e il numero quattro è il prossimo sulla lista. E questa è la sua storia.
(Scheda completa)


Frasi celebri

Puoi andare dove ti pare, vedere quello che ti pare...ma un posto si giudica dalla gente che ci trovi. (John)

Io sono il prossimo, sono il numero quattro. (John)

Tu non sai di che cosa sei capace... (Henri a John)

Noi non amiamo come gli umani...fra noi è per sempre. (Henri)

La mia intera infanzia è stata un episodio di X-files. Sai cosa vuol dire sentire qualcosa di così forte e ogni giorno continuare a dirti che tuo padre tornerà e ti porterà via da questo buco di merda? E che tutto quello in cui credevamo era vera, e che non eravamo pazzi. (Sam)

Questa è la parte che più detesto. La fuga. Ma è l'unica cosa reale della mia vita, il resto è finzione. Perfino Henri, la gente pensa che sia mio padre ma non è così, è un guerriero del mio pianeta, che ha il compito di difendermi. Non ricordo il mio vero padre, l'unica cosa che mi ha lasciato è una specie di scatola. Henri dice che passerà a me quando sarà il momento. (John)

La mia prima cicatrice è comparsa quando avevo 9 anni, vicino al confine con il Messico. Mi svegliò in piena notte. Era il primo segno che i Mogadoriani ci davano la caccia sulla Terra. La seconda cicatrice arrivò a 12 anni, ero in Colorado, durante un compito in classe. Appena la sentii capii che il numero 2 era morto. La scorsa notte ho avuto la mia terza cicatrice... Ero solo un bambino quando i Mogadoriani hanno invaso il mio pianeta, Lorien, siamo fuggiti in nove, con un dono naturale per proteggere il nostro popolo da grandi. Non ci è stato possibile, hanno ucciso tutti. Siamo gli ultimi della nostra razza, tre se ne sono andati morti. Ci danno la caccia, uno alla volta nell'ordine. Io sono il prossimo: sono il numero quattro. (John)

Doni? Ho le mani che sembrano lampioni e tu le chiami doni? (John)

Questa è la prima volta che lascio un posto senza Henri, ma è anche la prima volta che ho un motivo per tornarci. Henri aveva ragione, siamo più forti insieme, quindi troveremo gli altri. Il mio pianeta si chiama Lorien, ma la Terra è la mia casa ormai. Per me è il posto migliore dell'universo e nessuno lo deve cambiare. (John)



Dialoghi

  • [Parlando della sua nuova identità, del suo nuovo nome]
    John: John Smith, molto originale...
    Henri: Non voglio essere originale. Voglio essere invisibile.
  • John: John, uh... Smith...
    Sarah: Ok, non vuoi dirmi come ti chiami.
  • John: Henri mi ha avvertito, ci innamoriamo di una solo persona...
    Sarah: Per sempre?
    John: Per sempre.



Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".