Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




The Sixth Sense - Il sesto senso (1999)


Il sesto senso (The Sixth Sense) è un film thriller psicologico del 1999 diretto da M. Night Shyamalan ed interpretato da Bruce Willis e Haley Joel Osment.






Trama

Malcom Crowe è uno psichiatra infantile molto stimato, ritornato a casa con la moglie dopo una serata di gala nella quale ha ricevuto un meritato riconoscimento per tutto il lavoro svolto con i bambini (spesso mettendo in secondo piano il rapporto con la moglie). Nella stessa sera si sente un rumore provenire dal bagno, è un uomo mezzo nudo che da bambino è stato un suo paziente (Vincent Grey) e gli rimprovera di non essere stato in grado di guarirlo dai suoi disturbi e dalle sue allucinazioni. Con una piccola pistola spara prima allo stomaco del dottore e poi si toglie la vita. Passano otto mesi da quel tragico momento e il dottor Malcolm non è più lo stesso uomo di prima: ha perso fiducia in se stesso e nei suoi mezzi, si è inclinato persino il rapporto con la moglie che non le parla. Quando gli viene assegnato il caso di Cole, un bambino di 9 anni, pensa proprio che gli sia stata data una seconda opportunità per rimediare allo sbaglio commesso col suo ex paziente suicida, in quanto tra loro c'è una certa somiglianza. Ma ancora il dottor Malcom non è a conoscenza delle vere capacità di Cole, in grado di vedere le anime tormentate dei morti che si materializzano attorno a lui.

Paese: USA
Durata: 107 min
Voto: 8,1
Guarda il 🎬 TRAILER ►



Commento

Un film splendido con due grandi protagonisti: un bravo Bruce Willis che dimostra di non essere solo pugni e muscoli e bravissimo il bambino, che da solo regge il film, per quanto inquietante (ma inquietante davvero... che cosa gli leggevano come fiabe della buona notte, Stephen King?). Una nota positiva la merita anche la madre del bambino, molto reale, bravissima. La regia, la sceneggiatura e gli attori, tutto orchestrato alla perfezione. Per non parlare del colpo di scena finale, nonostante siano stati disseminati mille indizi, lascia comunque di stucco.

Avvertenza [VM14]: Non ci sono scene che fanno saltare dalla sedia ma alcune scene di violenza potrebbero risultare inquietanti.



Spiegazione




Interpreti e personaggi

Bruce Willis (Dr. Malcolm Crowe), Haley Joel Osment (Cole Sear), Toni Collette (Lynn Sear), Olivia Williams (Anna Crowe), Donnie Wahlberg (Vincent Grey), Peter Anthony Tambakis (Darren), Bruce Norris (Stanley Cunningham), Jeffrey Zubernis (Bobby), Mischa Barton (Kyra Collins), Glenn Fitzgerald (Sean),  Trevor Morgan (Tommy Tammisino).



Curiosità

Alcune curiosità contengono spoiler.

- M. Night Shyamalan ha lanciato il film come un incrocio tra L'esorcista e Gente Comune.

- Nel 2000 il film è stato noleggiato da 80 milioni di persone.

- Il film è stato girato in ordine cronologico, dalla prima scena all'ultima.

- È uno dei soli quattro film horror a ricevere una nomination all'Oscar per il miglior film, gli altri tre sono stati L'esorcista, Lo Squalo e Il silenzio degli innocenti.

- Haley Joel Osment (11 anni all'epoca) si è presentato al casting con la cravatta (era l'unico bimbo con questo look ed ha impressionato tutti) poi il regista gli ha chiesto: "Hai letto la tua parte?" Osment ha risposto: "Tre volte la notte scorsa". Shyamalan ha ribattuto: "Wow, hai letto la tua parte per tre volte?" Osment ha puntualizzato: "No, ho letto il copione per tre volte".

- Toni Collette ha detto che, durante le riprese, era così commossa dall'aspetto emotivo della storia da non aver capito che si trattava di un film horror. Se n'è resa conto solo all'uscita della pellicola nelle sale.

- M. Night Shyamalan ha scritto il ruolo di Malcolm Crowe avendo in mente Bruce Willis.

- M. Night Shyamalan interpreta il dottor Hill che esamina Cole Sear dopo l'incidente alla festa di compleanno. Nella famiglia del regista M. Night Shyamalan sono tutti medici. Lui stesso pensava che lo sarebbe diventato. Proprio per questo motivo, a detta del regista, decise di interpretare un medico in un cameo. La scena come la conosciamo, in realtà, avrebbe dovuto essere più lunga. Tuttavia il regista trovò la sua interpretazione così tremenda da decidere di tagliarla quasi del tutto!

- M. Night Shyamalan ha spiegato che per il film si è ispirato ad un episodio di Hai paura del buio? dal titolo The Tale of the Dream Girl diretto da David Winning dove i protagonisti vengono ignorati da tutti e non si rendono conto che sono morti fino al momento finale.

- Bruce Willis è mancino ma per il film ha imparato ad usare la destra in modo che gli spettatori non si accorgessero che non portava più la fede al dito.

- M. Night Shyamalan ha usato deliberatamente il colore rosso quando il mondo dei vivi incontra quello dei morti. Qualche esempio: la porta della chiesa dove si fermano Cole e Malcolm è rossa, la maniglia della porta del seminterrato di Malcolm è rossa, Anna indossa un vestito rosso al ristorante dove festeggia l'anniversario di matrimonio, alla festa di compleanno il palloncino che sale la scalinata è rosso, la coperta di Cole in ospedale è rosso chiaro quando confessa a Malcolm che vede la gente morta, quando Cole e la mamma sono in macchina e il piccolo le confessa il suo segreto ci sono due oggetti rossi: il casco della signora morta e il maglione di Toni Collette. Se (ri)vedete il film potete scoprite gli altri oggetti rossi! Lascio continuare il giochino a voi.

- Nella scena in cui Cole dice la famosa frase: "Vedo la gente morta", la macchina da presa inquadra la faccia di Bruce Willis. Il produttore Frank Marshall era preoccupato che si sarebbe capito tutto il "giochetto". Fortunatamente nessuno degli spettatori nelle proiezioni di prova intuì il colpo di scena.

- Tutti i vestiti che indossa il Dr. Malcom Crowe, alias Bruce Willis, hanno una caratteristica in comune. Sono tutti vestiti che indossava o che aveva toccato la sera in cui venne ucciso. Infatti quella sera lo vediamo con l’impermeabile blu, la felpa blu da canottaggio e con tutti gli altri indumenti con cui lo vediamo nel resto del film.

-
Nel 1999 David Vogel lavorava per la Disney e comprò lo script de Il sesto senso. Decise anche di lasciar dirigere il film al regista M. Night Shyamalan. Il problema è che per fare tutto questo non chiese nessun tipo di autorizzazione ai suoi capi e per questo venne licenziato.

- Il sesto senso è anche un film che non ebbe particolare finanziamenti per la sua realizzazione. Il film venne infatti girato con un budget di soli 40 milioni di dollari. Quando uscì in Inghilterra venne rilasciato in soli 9 cinema. Solo dopo si comprese che il film aveva ottime potenzialità e si decise di proiettarlo in ben 430 sale, riscuotendo un guadagno di ben $ 672,806,292 al box office.

- Liam Aiken venne scelto per interpretare il ruolo di Cole Sears al posto di Haley Joel Osment. Il ruolo venne tuttavia rifiutato dalla madre dell’attore perché riteneva che il film fosse troppo dark per il giovane attore.

- La bambina inquietante sotto il letto è decisamente cambiata con il tempo! Infatti Kyra Collins era interpretata da Mischa Barton. La bambina è cresciuta e ha continuato a recitare. Oggi la ricordiamo principalmente per il suo ruolo in The O.C.

- L’attore Donnie Wahlberg perse ben 43 chili per poter interpretare Vincent Grey. L’attore aveva comunicato al regista la sua intenzione di perdere peso per il ruolo ma il regista non si aspettava una trasformazione così radicale. L’attore ha anticipato la tendenza di molti attori per le trasformazioni fisiche che oggi vediamo sempre più spesso.

- Nel film vediamo che ogni volta che un fantasma si arrabbia la temperatura scende. Uno dei momenti in cui vediamo Bruce Willis/Dr. Malcom Crowe arrabbiarsi è verso la fine del film. Proprio per questo in quel momento il respiro di Olivia Williams diventa visibile e gelato.

- Premi e Riconoscimenti:
*6 Nominations agli Oscar ma nessun premio: film, sceneggiatura originale, montaggio, regia, miglior attrice non protagonista (Toni Collette) e miglior attore non protagonista (Haley Joel Osment). Quell'anno vinse American Beauty per regia, montaggio e sceneggiatura, Angelina Jolie per Ragazze interrotte come attrice non protagonista e Michael Caine con Le regole della casa del sidro per attore non protagonista.
*Academy of Science Fiction, Fantasy & Horror Films 2000: Saturn Award per miglior film horror e miglior giovane attore (Haley Joel Osment)
*Award of the Japanese Academy 2000: miglior film straniero
*Blockbuster Entertainment Award 2000: Haley Joel Osment, Toni Collette, Bruce Willis
*Bram Stoker Award 2000: premio alla sceneggiatura
*Critics Choice Award 2000: premio a Haley Joel Osment
*DVD Design Award 2002
*Dallas-Fort Worth Film Critics Association Award 2000: Haley Joel Osment
*Empire Award 2000: miglior regia
*Florida Film Critics Circle Award 2000: Haley Joel Osment
*Kansas City Film Critics Circle Award 2000: Haley Joel Osment
*Las Vegas Film Critics Society Award 2000: premi per Haley Joel Osment come miglior attore non protagonista, miglior promessa, miglior ragazzino
*MTV Movie Award 2000: Haley Joel Osment
*Online Film Critics Society Award 2000 per Haley Joel Osment
* People's Choice Award 2000: Miglior film e miglior film drammatico
*Golden Satellite Award 2000: miglior montaggio e miglior sceneggiatura
*Nebula Award 2000: miglior sceneggiatura
*Southeastern Film Critics Association Award 2000: Haley Joel Osment
*Teen Choice Award 2000: film drammatico e Haley Joel Osment
*Young Artist Award 2000: Haley Joel Osment
*YoungStar Award 2000: Haley Joel Osment



Colonna sonora

  1. I Fall In Love Too Easily (Chet Baker)
  2. Come See About Me (The Supremes)
  3. Head (Tin Star)
  4. Space Cocktail (Laurent Lombard)
  5. Unknown Rider (Second Coming)
  6. Piano Quintet in A Major, Op. 32, D.667, 'Trout' Andante (Franz Schubert)
  7. Crazy Girl (Jamie Dunlap e Scott Nickoley)



Frasi celebri

Continua a leggere su Le più belle frasi del film Il sesto senso


CONDIVIDI SU 👇

Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".