Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




Frasi del film Ho ammazzato Berlusconi


«Non esiste un mondo perfetto, ma ce n'è uno possibile.»
(Frase celebre del film)

Titolo Originale:
"Ho ammazzato Berlusconi" (2008)
Genere: Film drammatico, grottesco
Regia di: Gianluca Rossi, Daniele Giometto
Protagonisti: Alberto Bognanni, Andrea Roncato

Trama breve: 
Le elezioni politiche del 2001 dividono una coppia sposata, quando Livia, sfegatata per la sinistra radicale, scopre che il marito ha votato alle recenti elezioni per il capo di Forza Italia. Dopo una furibonda litigata Livia esce di casa e viene colpita da un oggetto caduto dal cielo che la uccide sul colpo. Matteo ancora sconvolto per l'incidente, diventa protagonista di un nuovo incidente: durante un forte temporale investe un uomo avvolto nel fango, nel soccorrerlo lo uccide incidentalmente con il cric dell'auto. Dai documenti personali scopre che il cadavere è quello di Silvio Berlusconi ma, nessuno gli crede, i telegiornali non ne parlano... anche perché Silvio continua a essere in tv come sempre.
(Scheda completa)


Frasi celebri

Si dice che a determinare il destino di un uomo concorrano svariati fattori, uno di questi, di rilevanza non trascurabile è senza dubbio la donna. Infatti, se Livia quella sera non se ne fosse andata sbattendo la porta, la mia indole di uomo traverso, pacata dalla consuetudine matrimoniale, si sarebbe assopita tra le sue braccia durante le televendite. Al limite con un successivo fuori orario di pratiche ormonali brevi ma significative. Di quelle sul genere fantasy che solo una coppia logora e consolidata da anni di militanza riesce a rappresentare con discreta soddisfazione...(Matteo)

Il giorno che ha cambiato la mia vita era iniziato senza alcun presagio, era un lunedì di maggio, poco importava se le Destre appena vinte le elezioni si apprestavano al Governo e Livia faceva di tutto per mostrare il suo disappunto, persino i leader di Sinistra erano già in spiaggia dopo aver lanciato accorati appelli sulla democrazia allo sfascio e promesso una dura opposizione agli elettori. A Livia non bastava. Aveva in serbo nel pomeriggio un importante riunione tra comari per concordare misure drastiche di resistenza a oltranza. Fattomi esente dal martirio mi sarei tenuto lontano tutto il giorno. (Matteo)

Per quanto mi riguardava avevo stretto un patto di non belligeranza, sì avevo fondato un comitato per la salvaguardia, in primo luogo per me stesso, poi nel diritto pensiero di un'autonoma incoerenza. (Matteo)

Non esiste un mondo perfetto, ma ce n'è uno possibile. (Livia)

Camilla solidale con me dissentiva, ma poi si faceva traviare dai biscottini del discount con cui quelle donne esagitate avrebbero legato nei loro discorsi: diete. mariti, figli e insurrezioni popolari. (Matteo)

Avevo preferito Berlusconi, l'avevo fatto con la consapevolezza di chi era rassegnato alla malattia sceglie il suicidio. (Matteo)

Non sono mai stato un eroe, ma neppure una carogna. (Matteo)


CONDIVIDI SU 👇

Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".