Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




Frasi del film Papillon (2017)


Le più belle e celebri frasi del film "Papillon", film biografico-drammatico con Charlie Hunnam e Rami Malek.


«La più grande avventura di fuga mai raccontata."»
(Tagline del film)

Titolo Originale:
"Papillon" (2017)
Genere: Film biografico, dammatrico
Regia di: Michael Noer
Protagonisti: Charlie Hunnam, Rami Malek

Trama breve: 
Un giovane scassinatore, Papillon, viene condannato ingiustamente per omicidio al carcere a vita nella colonia penale francese in Guiane (Guyana francese, Sud America). Nella cattiva sorte trova un buon amico, Louis Degas, disposto ad aiutarlo economicamente per finanziare la sua fuga in cambio di protezione.
(Scheda completa)


Frasi celebri

Da questo momento siete di proprietà dell'Amministrazione penale della Guyana francese. Dopo aver scontato la vostra intera pena i prigione, resterete in Sud America, come operai e coloni. Per un periodo equivalente alla vostra condanna. E questo per il bene superiore dell'espanzione francese. Quanto alla Francia, vi ha rinnegati. Si è liberata di voi... per sempre. Dimenticate la Francia e adesso vestitevi. (Direttore Barrot)

So che molti di voi in questo momento stanno pensando alla fuga. Sentitevi liberi di provarci quanto volete. Saremo ben lieti di spararvi. Se tuttavia dovreste evitare questa grazia: ci sono due guardiani sempre in servizio, c'è la boscaglia dove il meglio che può capitarvi è morire di fame, o potete scegliere il mare, dove anche gli squali, ve lo assicuro, hanno sempre fame. Se riuscirete a sopravvivere al primo tentativo finirete due anni in isolamento, al secondo 5 anni in isolamento seguiti dall'ergastolo sull'Isola del Diavolo. Se commetterete un omicidio verrete giustiziati. È tutto. (Direttore Barrot)

Sei fortunato che la guardia non sia morta, o ti sarebbe toccata la ghigliottina. Ora verrai trasferito sull'isola di S. Joseph, dove sconterai una pena di due anni confinato in isolamento. Non c'è riabilitazione, sappiamo che è inutile, così facciamo del nostro meglio per spezzarti. Succedono cosa strane lì... specialmente a chi si aggrappa alla speranza, perché sono c'è speranza a S. Joseph. Solo silenzio. (Direttore Barrot)

Ehi Papillon, hai dei soldi? No? Non fuggirai mai senza. (Julot)

Tenervi non è un beneficio, distruggervi non è una perdita. (Direttore Barrot)

Mettetelo al buio per i resto della sua condanna, o il resto della sua vita. Quale arriverà prima... (Direttore Barrot)

Quale animale oltre l'uomo, conserva i suoi pezzi per la sopravvivenza su per il culo? (Prigioniero)

Louis Dega, è un milionario, non durerà a lungo. (Julot)

Non posso rubare quello che è già mio. (Papillon)

Credi che una persona sappia quando stia diventando pazza, o credi che sia beata ignoranza? Perché stai per scoprirlo.... (Direttore Barrot)

Ho problemi a vedere una speranza dove non ce n'è alcuna, per questo ho bisogno di un uomo come te. Ho riconsiderato la tua offerta. Tienimi in vita finché non avrò messo piede sull'Isola e finanzierò ogni piano di fuga che organizzerai. (Louis Dega)

Se mi beccano per una fuga andata a puttane, voglio che sia per colpa mia. (Papillon)

Anche gli uomini più forti si spezzano. (Direttore Barrot)

Io non morirò qui. Te lo garantisco! (Papillon)

Allora, che cosa ci fa il figlio di due insegnanti in un posto come questo? (Louis Dega)

Più di 80.000 prigionieri furono inviati alla Colonia penale della Guinea Francese, la maggior parte dei quali non fece mai ritorno in Francia.
In Francia, l'autobiografia di Henri Charrière "Papillon" restò al primo posto tra i best seller per 21 settimane. Negli anni, ha venduto più di 13 milioni di copie in 30 lingue.
Nel 1970, il ministro della Giustizia Francese firmò un decreto per permettere a Charrière di tornare in Francia, dove visse da uomo libero.
La colonia penale della Guiana Francese non gli sopravvisse.
(Frasi alla fine del film)



Dialoghi

  • Papillon: Nenette, devi dimenticarti di me...
    Nenette: Non devi dirlo, io ti amo...
    Nenette: Io...ti...amo!
  • Ispettore: Sei in arresto per l'omicidio di Roland Legrand
    Papillon: Avete preso l'uomo sbagliato, sono stato con lei tutta la notte
  • Papillon: Hey, ti ho tenuto un posto accanto a me. Hai molti occhi addosso. Io posso proteggerti, mi servono solo abbastanza soldi per una fuga. Non sarà economico ma sarai al sicuro.
    Louis Dega: Disse lo scorpione alla rana.
    Papillon: Qui dentro siamo tutti scorpioni.
    Louis Dega: Credo che sia meglio che corra i miei rischi sistemandomi davanti alle guardie. Non sei d'accordo?
    Papillon: Sembri il tipo di uomo che sa prendere una decisione.
    Louis Dega: Sei bravo a giudicare le persone. Ti auguro buonanotte.
    Papillon: Sì, anche a te.
  • Louis Dega: Hai saputo di qualcuno che è evaso di prigione?
    Papillon: Non significa che non si può fare.
  • Papillon: Se tua moglie fosse qui e tu a Parigi con tutti quei soldi, quanto pagheresti per riaverla?
    Louis Dega: Tutto quello che ho.
    Papillon: E lei quanto pagherebbe per te?
  • Celier: Sei impazzito, vuoi morire per quest'uomo?
    Papillon: Nessuno deve morire.
  • Celier: Papi, questa barca non può reggerci tutti, lo sai. Dobbiamo ridurre il peso. [Osserva Louis Dega con la gamba rotta] Lui morirà comunque, Papi?
    Papillon: Nessuno deve morire!
  • Maturette: Papi, è il paradiso qui.
    Papillon: Sì, ma non è casa, Maturette. Non per me in ogni caso.



Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".