Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




Il miglio verde (1999)


Il miglio verde (The Green Mile) è un film drammatico del 1999 diretto da Frank Darabont ed interpretato da Tom Hanks e Michael Clarke Duncan.






Trama

In una casa di riposo l'ormai anziano Paul Edgecomb racconta all'amica Elaine Connelly di quando lavorava, durante la grande depressione, nel braccio della morte del carcere di Cold Mountain, chiamato il Miglio verde. Era il percorso che c'era dalle celle dei condannati a morte fino alla sedia elettrica, il nome gli è stato attribuito per via della pavimentazione di colore verde. Il racconto si sofferma nell'anno in cui al Miglio Verde arrivò un gigantesco uomo di colore, John Coffey. A prima vista poteva sembrare un uomo spaventoso e pericoloso, in grado di uccidere chiunque con quella stazza e quella forza, complice la grave accusa di aver prima stuprato e poi ucciso due bambine e il suo apparente ritardo mentale... ma la vita ci insegna che non bisogna mai lasciarsi ingannare dalle apparenze... John era un tipo semplice e ingenuo, aveva perfino paura del buio, un bambinone dai poteri "quasi" divini. Era davvero colpevole del brutale omicidio? Con lo svolgersi degli eventi, Paul Edgecomb avrebbe scoperto che a volte i miracoli accadono nei luoghi più impensati.

Paese: USA
Durata: 189 min
Voto: 8,5
Guarda il 🎬 TRAILER ►



Commento

Mi fa stare male ogni volta che lo guardo ma non riesco a farne a meno, è come una droga, ti attrae, scatena un bombardamento di emozioni e quando finisce ti lascia ridotto come uno straccio (pochi film sono in grado di fare questo).

Avvertenza [VM14]: Riferimenti sessuali, scene di violenza, linguaggio volgare, scene spaventose e intense.



Spiegazione




Interpreti e personaggi

Tom Hanks (Paul Edgecomb), David Morse (Brutus "Brutal" Howell), Michael Clarke Duncan (John Coffey), Bonnie Hunt (Jan Edgecomb), James Cromwell (Warden Hal Moores), Michael Jeter (Eduard Delacroix), Graham Greene (Arlen Bitterbuck), Doug Hutchison (Percy Wetmore), Sam Rockwell ("Wild Bill" Wharton), Barry Pepper (Dean Stanton), Jeffrey DeMunn (Harry Terwilliger), Patricia Clarkson (Melinda Moores), Harry Dean Stanton (Toot), Dabbs Greer (Paul Edgecomb da anziano), Eve Brent (Elaine Connelly), Mack Miles (Servitore nella mensa), William Sadler (Klaus Detterick), Paula Malcomson (Marjorie Detterick), Bailey Drucker (Cora Detterick), Brian Libby (Sceriffo McGee), Brent Briscoe (Bill Dodge), Bill McKinney (Jack Van Hay), Gary Sinise (Burt Hammersmith, avvocato di Coffey), Rachel Singer (Cynthia Hammersmith, moglie dell'avvocato), Scotty Leavenworth (figlio di Hammersmith), Bill Gratton (Earl).



Curiosità

- Il film è tratto da un romanzo di Stephen King, originariamente pubblicato in 6 puntate. Non ci sono certezze sull'ispirazione a fatti realmente avvenuti. (reperibile su Amazon).

- Il personaggio doveva essere alto due metri, ma Michael Clarke Duncan (il suo interprete) era un po’ più basso. Alcuni trucchi come scalini e tacchi e una prospettiva particolare della macchina da presa lo hanno fatto sembrare più alto.

- Mr. Jingles era un topo addestrato: riuscì ad essere scelto dopo una selezione di ben 30 esemplari!

- Tra i dieci retroscena sul film con Tom Hanks proprio la parte del grande premio Oscar: Hanks avrebbe dovuto interpretare il ruolo di Paul a 108 anni, ma il make-up non era convincente. Per questo il regista Frank Darabont prese per la parte l’82enne Dabbs Greer (il famoso prete di La casa nella prateria). Per l’attore questa fu la sua ultima apparizione: morì poco dopo le riprese nel 2007.

- Hanks, per interpretare la guardia carceraria, non ha dovuto badare (per una volta…) al suo peso: "Non ho fatto alcun esercizio fisico", ha raccontato, "ho cercato di rimanere il più grosso possibile". In seguito ha dovuto perdere parecchi chili per interpretare il naufrago protagonista di Cast Away. Sacrificio che gli è costato anche in termini di salute.

- I movimenti di Mr. Jingles sono stati effettuati da un esperto addestratore (che metteva una ciotola rossa di cibo dove voleva che il topo andasse). Per le scene più complicate, sono state usate innovative tecniche digitali, come nella sequenza in cui Coffey resuscita il topo calpestato. Alla fine del film, Mr. Jingles ha 64 anni, 9 volte più vecchio del topo più vecchio realmente esistente.

- La American Humane Association si accertò che nessun topolino vero venisse ferito durante le riprese.

- Michael Clarke Duncan, che ricevette una candidatura all’Oscar come miglior attore non protagonista per la parte di John Coffey, è morto nel 2012 a soli 54 anni in seguito ad un attacco di cuore.

- La musica suonata dagli altoparlanti della casa di riposo in cui è ospite Paul Edgecomb e che si può ascoltare durante la prima passeggiata fuori dalla sua stanza. È la stessa musica suonata in Qualcuno volò sul nido del cuculo durante la scena in cui le infermiere somministrano i farmaci ai pazienti: si tratta di Charmaine dell’orchestra Mantovani.

- Reduce dai successi di Salvate il soldato Ryan e Toy Story, Hanks per questo film strappò un contratto da capogiro: 20 milioni di dollari.

- Quando Stephen King ha visitato il set del film, ha chiesto di essere legato sulla “vecchia scintillante”, come viene chiamata la sedia elettrica nel film, per vedere cosa si provava. La sensazione non gli piacque per nulla…

- Molti critici hanno visto in John Coffey la figura di Cristo (notare le iniziali J.C.), ma King ha detto di aver preso il nome da un professore che conosceva all'Emerson College di Boston.

- Michael Clarke Duncan, prima di interpretare Coffey, aveva fatto il ruolo del buttafuori in alcuni film, lavori che svolgeva nella vita reale. Scherzava coi colleghi sui suoi sogni di Hollywood, e con 'Armageddon' ebbe la sua grande occasione. Sul set conobbe Bruce Willis, che a Darabont disse: "Ho trovato il tuo Coffey".

- King aveva immaginato Paul Edgecomb proprio come Tom Hanks, e Duncan è esattamente come vedeva nella sua mente Coffey.

- Gran parte del film è stata girata in un teatro di posa a Hollywood, su un set limitato. Le riprese esterne sono state fatte successivamente, fuori da Nashville.

- Percy Wetmore doveva essere un ragazzo sui 21 anni. L'attore che l'interpreta, Doug Hutchinson, aveva 39 anni all'epoca.

- Anche se il libro è ambientato nel 1932, il film è spostato al 1935, in modo che Coffey possa vedere il film 'Cappello a cilindro' (1995).

- Il Miglio Verde è il terzo film in cui Tom Hanks e Gary Sinise lavorano insieme, dopo Forrest Gump e Apollo 13.

- Trentadue anni prima di fare 'Il Miglio Verde', Harry Dean Stanton era stato co-protagonista in un altro film carcerario Nick mano fredda (1967).

- Il film fu concluso un mese oltre la scadenza, ma Darabont fu comunque soddisfatto della fatica.

- È costato 60 milioni di dollari.

- Ha incassato 138 milioni in Nord Amerca, mentre all'estero 153 milioni. E' il più clamoroso successo nazionale e internazionale mai realizzato da una storia di King.

- Ha ottenuto 4 nomination agli Oscar: miglior film, miglior sceneggiatura, miglior attore non protagonista (Michael Duncan) e miglior Sound Mixing.

- I critici si erano lamentati per la lunghezza eccessiva del film.



Colonna sonora

  1. Charmaine (Mantovani)
  2. Cheek to Cheek (Fred Astaire)
  3. Old Fashioned Love (Eddy Howard)
  4. Old Alabama (B.B. and Group)
  5. I Can't Give You Anything But Love (Billie Holiday)
  6. Star Dust (Eddy Howard)
  7. Three Little Words (Duke Ellington)
  8. Did You Ever See a Dream Walking (Gene Austin )
  9. Wrap Your Troubles in Dreams (Eddy Howard)
  10. Charmaine (Guy Lombardo e The Royal Canadians)



Frasi celebri

Continua a leggere su Le più belle frasi del film Il miglio verde


CONDIVIDI SU 👇

Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".