Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




Salvate il soldato Ryan (1998)


Salvate il soldato Ryan (Saving Private Ryan) è un film drammatico di guerra del 1998 diretto da Steven Spielberg ed interpretato da Tom Hanks, Edward Burns e Matt Damon.






Trama

Il 6 giugno 1944, il capitano dell’esercito degli Stati Uniti John Miller sbarca a Omaha Beach con i suoi uomini. Nel frattempo, il comandante di stato maggiore dell’US ARMY, generale George C. Marshall, apprende la notizia della morte di tre fratelli della famiglia Ryan, e il quarto ed ultimo fratello, James Francis Ryan, facente parte della 101ª Divisione Aviotrasportata reparto paracadutisti, è stato paracadutato con il suo battaglione in Normandia troppo lontano dalla costa, nell'entroterra, oltre le linee nemiche. Si organizza quindi una missione umanitaria di recupero, affidata proprio al capitano Miller che, con sei uomini e un interprete, parte alla sua ricerca per riportarlo a casa dalla madre vedova.

Paese: USA
Durata: 169 min
Voto: 8,6
Guarda il 🎬 TRAILER ►



Commento

Be', uno dei film di guerra più avvincenti, emozionanti, perfetti di sempre. La regia di Spielberg qui è a livelli altissimi, basti pensare solo alla prima monumentale scena dello sbarco ad Omaha Beach. Grande anche il cast dove spicca un sempre grande Tom Hanks, stellare fotografia di Kaminski, grandioso il montaggio di Kahn e agghiacciante il reparto sonoro (in senso buono naturalmente). Filmone imperdibile, come quasi ogni film di questo straordinario regista.

Avvertenza [VM14]: Linguaggio volgare, moltissime scene di violenza sanguinaria.



Spiegazione




Interpreti e personaggi

Tom Hanks (John H. Miller), Edward Burns (Richard Reiben), Matt Damon (James Francis Ryan), Jeremy Davies (Timothy E. Upham), Tom Sizemore (Michael Horvath), Barry Pepper (Daniel Jackson), Adam Goldberg (Stanley Mellish), Giovanni Ribisi (Irwin Wade), Vin Diesel (Adrian Caparzo), Harrison Young (James Ryan da anziano).



Curiosità

Alcune curiosità contengono spoiler.

- Gli attori sono stati sottoposti ad un rigido addestramento militare da parte di Dale Dye ex capitano dei Marines e veterano del Vietnam, che li ha costretti per molti giorni a dormire nelle scomode tende militari ed a sfamarsi di solo rancio.

- La lunga sequenza dello sbarco è stata girata su una spiaggia irlandese, quella reale, in Omaha - dove persero la vita 2.500 americani - è tutelata come località storica.

- Le riprese del film si sono svolte in Francia, Inghilterra e Irlanda.

- Quasi tutti i veicoli mostrati nella pellicola sono repliche perfettamente funzionanti di mezzi tedeschi della Seconda Guerra Mondiale.

- A Edward Norton venne offerta la parte del soldato Ryan, ma lui rifiutò. Singolare anche il fatto che Norton nello stesso periodo declinò l'offerta di Terrence Malick per interpretare il soldato Witt ne La sottile linea rossa, ruolo che andò a James Caviezel.

- La parte di Caparzo è stata scritta su misura per l’attore Vin Diesel dopo che Spielberg vide alcuni dei suoi lavori precedenti.

- La lettera che viene letta dal generale George C. Marshall rappresenta la lettera scritta da Abramo Lincoln nel 1864 a Lydia Bixby, una madre di famiglia che perse i suoi cinque figli nella guerra di secessione americana.

- Il film inizia e termina con il superstite che si reca a omaggiare la tomba del suo salvatore, come in Schindler's List - La lista di Schindler (1993), un altro celebre film di Spielberg, sempre dedicato alla follia della guerra.

- Il regista ha deciso di girare il film seguendo l’ordine cronologico delle scene: questo affinché la maturità dei personaggi si rispecchiasse con quella degli interpreti e aumentasse quindi la forza intensa ed emotiva per tutti gli attori.

- Nel 2007 l’American Film Institute ha inserito la pellicola al settantunesimo posto della classifica dei cento migliori film americani di tutti i tempi.

- Tom Sizemore stava combattendo contro la sua tossicodipendenza durante la produzione. Steven Spielberg gli diede un ultimatum: per ogni giorno delle riprese gli sarebbero state fatte le analisi del sangue, e se non fosse riuscito a superare il test anche una sola volta sarebbe stato licenziato e la parte di Horvath sarebbe stata riadattata per qualcun altro, anche se si trovavano alla fine della produzione.

- È stato film di maggiore incassi del 1998 negli Stati Uniti. È stato anche l'ultimo film R-rated a guidare il botteghino annuale fino all'uscita di American Sniper (2014).

- Il film era stato inizialmente bloccato dal Consiglio della censura in India, per la troppa violenza. Il Consiglio ha chiesto dei tagli che Steven Spielberg si rifiutò di fare e, invece, ha decise di non rilasciare il film in tutta l'India. Rendendosi conto della gravità della situazione, l'allora Ministro degli Interni indiano ha visto lo stesso il film, rimanendone impressionato, così ha ordinato di rilasciarlo anche senza tagliare le scene più violente.

- Nella versione doppiata in tedesco, uno degli attori, che faceva un veterano tedesco dello sbarco in Normandia, ha abbandonato il cast a causa del realismo emotivo del film.

- Steven Spielberg ha lanciato Matt Damon come il soldato Ryan, perché voleva un attore sconosciuto con uno sguardo americano. Non sapeva che Damon avrebbe vinto un Oscar per Will Hunting - Genio ribelle (1997) e che sarebbe diventato famoso la notte prima dell'uscita del film.

- I due soldati "tedeschi" che cercavano di arrendersi parlavano ceco. Stavano dicendo, "Per favore non mi sparare, io non sono tedesco, io sono ceco, non ho ucciso nessuno, io sono ceco!" Erano membri di ciò che i tedeschi chiamavano Ost [Oriente] Battaglioni; uomini, per lo più cechi e polacchi, fatti prigionieri nei paesi dell'Europa orientale invasa dalla Germania e costretti a combattere per l'esercito tedesco.

- La scena all'Omaha Beach è costata undici milioni di dollari, ha coinvolto fino a 1.000 comparse, alcuni dei quali erano membri della riserva militare irlandese. Dei soldati di minore importanza, venti o trenta di loro erano realmente persone con arti amputati o con protesi, per simulare i soldati che avevano perso braccia e gambe sul momento.

- Molti veterani del D-Day si sono congratulati con il regista Steven Spielberg per l'autenticità del film, così come l'attore James Doohan, che è meglio conosciuto per il personaggio Scotty di Star Trek (1966). Doohan perse il dito medio della mano destra ed è stato ferito ad una gamba durante la guerra. Inoltre, ha partecipato all'invasione della Normandia il 6 giugno 1944, a Juno Beach, dove la 3° divisione di fanteria canadese portò l'attacco. Ha lodato Spielberg per non aver tagliato le scene più cruenti.

- Nel 2006, Tom Hanks è stato inserito nella Hall of Fame dell'US Army Ranger come membro onorario, gran parte del merito è dovuto alla sua interpretazione del Capitano John Miller.

- Mel Gibson e Harrison Ford sono stati entrambi considerati per il ruolo del Capitano John Miller.

- Questo è l'ultimo film montato su un sistema di editing non digitale a vincere un Academy Award per l'editing.

- Steven Spielberg ha personalmente tenuto e gestito la macchina fotografica per molte riprese durante la battaglia nella spiaggia di Omaha.

- Vin Diesel è stato pagato 100.000 dollari per il ruolo di Caparzo, quando era ancora un attore poco noto.

- Per le scene iniziali della battaglia in mare, il ricambio di munizioni portato dagli attori è stato realizzato in legno, in quanto il metallo era troppo pesante.

- Billy Bob Thornton ha rifiutato il ruolo del Sergente Horvath, perché non voleva filmare le scene nella spiaggia in Normandia, a causa della sua fobia per l'acqua.

- Quaranta barili di sangue finto sono stati utilizzati nella scena della battaglia di apertura.

- Il primo film della DreamWorks ad aver superato la soglia dei 100 milioni di dollari.

- La spiaggia in cui viene girata la scena di Omaha si trova nel sud dell'Irlanda, si chiama Curracloe.

- Neil Patrick Harris è stato considerato per il ruolo di soldato Ryan.

- Ogni personaggio che conserva la lettera di Caparzo muore durante il film: Caparzo stesso, Wade (che aveva iniziato a trascriverla poiché bagnata e sporca di sangue) e infine il capitano Miller.

- Il film ha la stessa struttura del film del 1967 Spiaggia rossa (Beach Red), di Cornel Wilde: la prima parte è dedicata alla ricostruzione di uno sbarco dei Marines, con scene molto cruente (anche la mutilazione di un soldato); la seconda parte segue le vicende di un gruppetto di Marines dopo lo sbarco. Nel film di Wilde manca la battaglia finale; mancano soprattutto le sequenze che portano alla decisione di salvare Ryan; manca infine l'impostazione di ricordo del veterano all'inizio e alla fine del film. Entrambe le pellicole esprimono condanna verso la guerra distruttiva dei valori umani.

- La parte della battaglia sul ponte (per inquadrature e ambientazione) ha molte analogie con il film del 1977 di Attenborough e Hayers, Quell'ultimo ponte.

- Nella sequenza iniziale del film, durante la quale lo spettatore ignora ancora chi sia il reduce in visita al cimitero dei caduti, si può notare un elemento che, di lì a poco, svela un particolare della trama molto importante. Sul colletto, si può riconoscere il distintivo della 101ª Divisione Aviotrasportata e non dei Rangers. Da questo dettaglio, si può comprendere che il reduce non sia uno dei soldati in cerca di Ryan (tutti Rangers), bensì Ryan stesso.

- Prima dell'uscita del film nelle sale cinematografiche ci furono indiscrezioni, poi smentite dallo stesso regista, in base alle quali Spielberg avrebbe utilizzato dei cadaveri nella scena dello sbarco per aumentare il realismo delle riprese.

- Nel film vi è una citazione a Escape to Nowhere, un cortometraggio amatoriale realizzato da Spielberg quando aveva solo 15 anni.

- Il film è stato eletto il miglior film di guerra di tutti i tempi da MovieTickets.com, precedendo Full Metal Jacket e Apocalypse Now.

- Durante una delle ultime scene, nel momento in cui il primo Tiger sta entrando nel paese, uno dei soldati americani cerca di applicare una "bomba appiccicosa" sul carro armato, venendone poi ucciso. Si può notare nello stacco delle inquadrature come sia stato usato un manichino per la scena dell'esplosione, in quanto l'abbigliamento dello stesso non combacia con quello del soldato precedentemente inquadrato.



Colonna sonora

  1. Solitude (Irving Mills)
  2. Tu es Partout (Édith Piaf)
  3. C'était une Histoire d'Amour (Édith Piaf)



Frasi celebri

Continua a leggere su Le più belle frasi del film Salvate il soldato Ryan


CONDIVIDI SU 👇

Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".