Frasi celebri dei Film, Telefilm e Serie TV




Oz (Serie TV 1997–2003)


Trama della serie tv "Oz" (1997-2003) con Harold Perrineau: frasi celebri, spiegazione del finale, curiosità, colonna sonora, attori e personaggi.

Oz è una serie televisiva statunitense di genere thriller-drammatico, creata da Tom Fontana ed interpretata da Ernie Hudson, Terry Kinney, Harold Perrineau. La serie tv è costituita da 6 stagioni andate in onda dal 1997 al 2003.






Trama

OZ racconta i tentativi di McManus di mantenere il controllo sui detenuti di Oswald, prigione di massima sicurezza, sul commercio di droga e sulla violenza. In particolare l'attenzione è rivolta, al quinto braccio, ovvero nella sezione speciale chiamata Il Paradiso, dove si dà voce alle testimonianze di detenuti ed ex detenuti. I prigionieri sono reclusi non in cella ma in stanze con muri di plexiglass, per essere sempre visibili ai secondini. Il protagonista e narratore della storia è Augustus Hill, un detenuto sulla sedia a rotelle. Le storie trattate sono le più varie come quella di Miguel Alvarez, pugnalato al petto mentre stava per varcare le porte di Oz o Tobias Beecher, un avvocato debole ed ingenuo, accusato di aver ucciso una giovane ragazza mentre guidava sotto gli effetti dell'alcool...

Paese: Stati Uniti d'America
Durata: 55 min (episodio)
Voto: 8,8
Guarda il 🎬 TRAILER ►



Commento

È un telefilm "diverso", dall'ambientazione particolare, e del tutto basato su personaggi e dialoghi.
La cosa più interessante è che ci costringe a guardare azioni e situazioni che normalmente bolleremmo (forse in modo un po' superficiale) come immorali o perlomeno discutibili, ed osservarle con occhio diverso.
Oz ci mette nei panni del criminale, del prigioniero carcerato.
E sospendendo il nostro senso morale per la durata di un episodio ci permette di scoprire un microcosmo di emozioni, sentimenti, passioni che non ci aspetteremmo di vedere in un simile contesto.
A chi piace questa serie consiglio di scegliersi due personaggi preferiti (nel mio caso erano Augustus Hill e Ryan O'Reily) e poi sperare che sopravvivano fino alla fine. Nel caso dovessero morire quelli che avete scelto, rimpiazzateli coi meno peggio rimasti in vita e continuate così fino alla fine della serie.

Avvertenza [VM18]: Lo stupro carcerario è uno dei temi principali dello spettacolo. Sebbene non troppo espliciti, i volti e il didietro della vittima dello stupro sono quasi sempre mostrati, e a volte vediamo le conseguenze. Ci sono anche scene di di nudo femminile (più rare rispetto a quelle maschili), i prigionieri possiedono riviste pornografiche e spesso li vediamo nudi nella doccia o quando vengono sbattuti sprovvisti di vestiti nella cella di isolamento. Linguaggio inappropriato, uso e abuso di alcol e droghe, violenza e omicidi sono altri temi forti per cui crediamo che questa serie non sia consigliata a un pubblico di età inferiore ai 18 anni.



Spiegazione




Interpreti e personaggi

Ernie Hudson (Leo Glynn), Terry Kinney (Tim McManus), Harold Perrineau (Augustus Hill), Eamonn Walker (Kareem Said), Kirk Acevedo (Miguel Alvarez), Rita Moreno (Sorella Peter Marie Reimondo), J. K. Simmons (Vern Schillinger), Lee Tergesen (Tobias Beecher), Dean Winters (Ryan O'Reily), Adewale Akinnuoye-Agbaje (Simon Adebisi).



Curiosità

Alcune curiosità contengono spoiler.

- La serie prende il nome dall'Istituto Correzionale Statale Oswald, conosciuto anche come il Penitenziario Statale Oswald, una prigione di massima sicurezza (livello 4) situata in un luogo segreto degli Stati Uniti d'America.

- Gran parte della serie è ambientata a Bayonne, in New Jersey, ma nella serie non si è fatto mai riferimento alla reale posizione del carcere. Idealmente, l'ambientazione è l'intero territorio statunitense, e lo prova il fatto che nello show siano utilizzati indistintamente tutti i metodi di pena capitale, cosa che nella realtà non avviene in nessuno penitenziario del Paese.

- Nel serial Oz i prigionieri si lamentano dell'assenza della televisione via cavo, perché non possono vedere la serie con "le ragazze sexy di Sex and the City".

- Alcuni membri del cast che hanno interpretato i prigionieri hanno notato che, durante tutta la serie, se si fossero presentati in ritardo sul set, la loro punizione sarebbe stata che il loro personaggio sarebbe morto o violentato la settimana successiva.

- Il braccio che viene tatuato nei titoli di testa appartiene al creatore della serie Tom Fontana.

- È il primo dramma, della durata circa di un'ora per episodio, prodotto da HBO.

- Il personaggio di Shirley Bellinger era basato sull'assassina di bambini, che della vita reale corrisponde a Susan Smith.

- Molti dei tatuaggi sui personaggi, come Keller, Pancamo e O'Reilly, erano reali.

- I due detenuti che erano fratelli, Ryan e Cyril O'Reilly, erano fratelli anche nella realtà, infatti sono stati interpretati rispettivamente dai fratelli Dean Winters e Scott William Winters. Anche l'altro fratello Bradford Winters è stato uno degli sceneggiatori dello spettacolo.

- Chuck Zito (Pancamo) e Craig muMs Grant (Poet) erano gli unici membri del cast che per davvero sono finiti in prigione per qualche tempo.

- Terry Kinney (Tim McManus) e Kathryn Erbe (Shirley Bellinger) si sono sposati nella vita reale durante le riprese della serie. Hanno divorziato nel 2006.

- Craig MuMs Grant (Arnold 'Poeta' Jackson) ha davvero scritto tutte le poesie che ha letto nella serie.

- 11 membri del cast sono apparsi nella serie televisiva The Wire.

- I numeri dei detenuti iniziano con due cifre che indicano l'anno in cui sono stati incarcerati, seguiti da una lettera, che è la prima lettera del loro cognome. L'unica eccezione sono i detenuti il ​​cui cognome inizia con O, come Ryan O'Reilly. Poiché i funzionari della prigione ritenevano che un O potesse essere facilmente scambiato per uno zero, hanno usato la lettera P per i detenuti il ​​cui cognome inizia con O.

- Durante tutta la serie, Kareem Said, Timmy Kirk, James Robson e Jeremiah Cloutier sono gli unici detenuti e padre Ray Mukada e sorella Peter Marie sono gli unici funzionari a pronunciare correttamente il cognome di Vern Schillinger. Anche Alva Case nella seconda stagione lo pronuncia correttamente.

- Chuck Zito (Pancamo) ha fatto il primo provino come centauro, essendo membro veterano del Hell's Angels Biker Club. Tuttavia, a causa della sua carnagione e del pesante accento newyorkese, Tom Fontana pensò che si sarebbe adattato meglio nel gruppo degli italiani.

- Prima delle scene di boxe della terza stagione, il creatore della serie Tom Fontana chiese agli attori coinvolti se avessero avuto qualche esperienza di boxe. Tutti risposero di sì, ma risultò che solo Chuck Zito aveva fatto un vero e proprio incontro di boxe.

- La maggior parte degli attori che hanno interpretato i detenuti nello show, hanno vestito i ruoli del poliziotto in altre serie.

- Quattro membri del cast sarebbero poi apparsi su Dexter (2006): David Zayas, Lauren Velez, Scott William Winters ed Erik King.

- Dean Winters (Ryan O'Reilly) e JK Simmons (Schillinger) hanno entrambi partecipato a spot pubblicitari assicurativi: Winters nei panni di "Mayhem", il portavoce di Allstate, e Simmons nel ruolo di Farmers Insurance Professor.

- In contrasto con molti film carcerari (come Le ali della libertà, 1994), nessuno dei prigionieri è innocente. Perfino Jason Kramer (il gay difeso da Kareem Said) a cui viene annullata la condanna per cattiva condotta della polizia, in realtà è colpevole. Il creatore della serie, Tom Fontana, ha detto che questa decisione di avere soltanto personaggi colpevoli è stata fatta deliberatamente al fine di evidenziare meglio i temi della redenzione nella serie.

- Durante i titoli di testa, i volti di tutti i personaggi; in particolare, i personaggi principali o ricorrenti vengono tagliati dalla fotocamera in modo che non possano essere identificati.

- Kristin Rohde è stata inizialmente ingaggiata per apparire in soli due episodi. Ma il cast e la troupe si sono divertiti a lavorare con lei così tanto che il suo ruolo è stato ampliato e lei è rimasta fino alla fine della serie. È morta del 2016, era malata di cancro.

- Secondo Tom Fontana, Dean Winters aveva una cotta per Luna Lauren Velez e ha chiesto una scena di sesso da filmare con i loro personaggi. Alla fine è stata girata una scena in cui O'Reily immagina di fare sesso con Nathan... per la gioia di Winters.

- Tom Fontana nominò la prigione Oswald dopo Russell Oswald, che fu il vero guardiano dell'Attica quando scoppiò la famigerata rivolta carceraria.

- Donald Groves, il prigioniero che uccide sua madre e suo padre e mangia la loro carne, è interpretato dal defunto Sean Whitesell. Oltre ad apparire nella prima stagione, ha anche scritto due episodi per la quinta stagione. Questi episodi erano "Laws of Gravity" e "Dream and Little Dream For Me". È tristemente scomparso di cancro nel 2015.

- JK Simmons (Vern) si è infortunato sul set, quando una telecamera in movimento è caduta e ha colpito la sua testa.

- La dottoressa Nathan scopre che l'infermiera Carol Grace aveva già lavorato al St. Eligius, che era il nome dell'ospedale della serie televisiva A cuore aperto (1982). Tom Fontana era uno degli scrittori di quello show.

- L'attore di Game Of Thrones, Peter Dinklage (AKA Tyrion Lannister in GOT), interpreta una vittima omicida senza nome, che viene gettata da un tetto su uno dei personaggi durante una presentazione di "Augustus Hill" di quel personaggio.

- Il nome di Kareem Said prima della sua conversione all'Islam era Goodson Truman. Il nome di Zahir Arif prima della conversione era Jerome Van Dyke.

- Mike Doyle interpreta il fortemente omofobico Adam Guenzel nella quinta stagione. Nella vita reale, Doyle è apertamente gay.

- Ernie Hudson Jr., figlio di Erne Hidson (direttore di Oz), è apparso nella serie come il detenuto Hamid Khan. È il musulmano che muore nell'incontro di Boxe.

- Sebbene Oz sia stato creato per descrivere la vita carceraria come è nella realtà, molti fan e alcuni membri del cast che sono stati in carcere, hanno dichiarato che non era per niente come la serie. Al contrario, quasi tutte le prigioni degli Stati Uniti mantengono i detenuti segregati e bloccati nelle loro celle per la maggior parte del tempo.

- Kirk Acevedo (Alvarez), Ernie Hudson (Glynn) e Adewale Akinnuoye-Agbaje (Adebisi) sono quelli che hanno guadagnato di più nel corso della serie.

- Christopher Meloni (Keller) ha lasciato lo show verso la fine della quarta stagione perché stava anche lavorando su Law & Order: Unità Speciale (1999) e sentiva che non poteva più fare entrambi gli spettacoli contemporaneamente. Nello show, è stato spiegato che Keller è stato trasferito in un'altra prigione. Ma a un certo punto a Meloni è mancato Oz e ha deciso di ritornare.

- L'episodio finale della serie che dura 100 minuti si intitola "Exeunt Omnes", che in latino significa "tutti escono". È un termine di teatro che indica che tutti i personaggi escono di scena (dal palco).

- Nella prima parte della quarta stagione è stato spiegato che l'agente Diane Wittlesey (Edie Falco) si è trasferita a Londra, GB. Nella vita reale, Falco ha lasciato lo show per recitare nella produzione londinese della commedia "Side Man". Ha poi interpretato Carmela Soprano in I Soprano (1999), un'altra produzione HBO.

- Cinque prigionieri vengono giustiziati durante la corsa dello show e quasi tutti con metodi diversi: Jefferson Keane e Richard L'Italien muoiono per l'iniezione letale nella prima stagione; Donald Groves sceglie il plotone di esecuzione nella prima stagione; Shirley Bellinger sceglie l'impiccagione nella stagione 4; e Cyril O'Reilly muore nella sedia elettrica nel finale della serie.

- Kirk Acevedo (Alvarez) era assente per gran parte della prima metà della quarta stagione perché lavorava alla miniserie televisiva statunitense Band of Brothers: Fratelli al fronte (2001). Nello show, è stato spiegato che Alvarez era fuggito sfruttando la via di fuga di Busmalis. Acevedo è tornato per la seconda metà della quarta stagione. Poco dopo che la produzione è iniziata, nella seconda metà, ha ottenuto un ruolo ricorrente nella serie televisiva Squadra emergenza (1999) e ha dovuto lasciare di nuovo. Questa volta, è stato spiegato che Alvarez era stato messo in isolamento. In alcuni episodi, è stato riutilizzato il materiale di repertorio di Acevedo degli episodi precedenti.

- Con l'eccezione di Jason Cramer e Jackson Vahue, nessuno dei detenuti sopravvissuti fino alla fine della serie è mai uscito da Oz. Quelli che sono stati liberati, Beecher e Poeta, sono tornati alla prigione poco dopo essere stati rilasciati. I due fuggitivi, Alvarez e Busmalis, sono stati anch'essi riacciuffati.

- Jefferson Keane viene giustiziato a metà della prima stagione perché l'attore che lo ritraeva, Leon, si rifiutava di impegnarsi per l'intera serie. Quando Leon chiese a Tom Fontana perché fosse stata decisa la morte del suo personaggio, Fontana gli disse che era perché aveva detto che non avrebbe resistito più di quattro episodi. Leon rispose che le sue parole siano state fraintese e che in realtà avrebbe voluto restare.

- Il set della prigione era in realtà un vecchio magazzino che Tom Fontana aveva preso in affitto. Il contratto aveva una durata di 10 anni, ecco perché Tom Fontana decise di far finire la quarta stagione con un'esplosione di fuoco. In questo modo, nel caso in cui non fosse stato in grado di rinnovare il contratto avrebbe sfruttato questa scena per spiegare il cambio di location. Per sua fortuna, è riuscito a trovare un magazzino dall'aspetto simile nel New Jersey...

- Al momento del finale della quarta stagione, non sapevano se sarebbero stati rinnovati e così Tom Fontana ha scritto due finali: uno in cui Beecher è stato rilasciato e uno in cui non lo ha fatto. Se lo spettacolo fosse stato cancellato, si sarebbe concluso con la felice nota che Beecher sarebbe stato rilasciato. Lo spettacolo è stato rinnovato, ma a Fontana è piaciuta così tanto la sequenza di parole di Beecher che l'ha usata come sequenza nell'ultima stagione.

- James Robson è l'unico membro degli Ariani che sopravvive fino la fine della serie.

- La moglie di JK Simmons, Michelle Schumacher, è apparsa come Norma Clark (la donna che vede Busmalis). I loro personaggi non interagiscono in alcun modo, ma Vern osserva che la lettera di Norma è "puzza di profumo economico" durante una scena di consegna della posta.

- I detenuti non vengono mai visti all'aperto - nel cortile della prigione - e quindi apparentemente non vengono mai esposti alla luce del sole durante il loro tempo a Oz. In realtà solo le scene in cui gli spettatori vedono i prigionieri che fanno esercizio quotidiano sono al chiuso. Un'eccezione è la scena in cui viene mostrato Alvarez vagare per le strade buie nella notte.

- Dopo la morte dei suoi figli, Vern Schillinger si fa un tatuaggio con scritto "Andrew & Hank RIP".

- Adewale Akinnuoye-Agbaje (Adebisi) ha lasciato lo show per lavorare nel film La mummia - Il ritorno (2001).

- Eamonn Walker (Kareem Said) ha lasciato lo show per prendere parte al film L'ultima alba (2003).

- Nella terza stagione, il reparto medico è stato privatizzato e rilevato da una società chiamata The Weigart Corporation. La Weigart Corporation è anche il nome della società che ha acquistato l'ospedale di St. Eligius nella serie A cuore aperto (1982), di cui il creatore Tom Fontana ne era lo scrittore.



Colonna sonora

  1. Behind the Walls (Kurupt feat. Nate Dogg)
  2. What You in Fo (Wu-Tang Clan feat. Streetlife)
  3. Land of Oz (Snoop Dogg feat. KoKane)
  4. What Is the Law (Pharoahe Monch)
  5. Shackled Up (Krayzie Bone)
  6. Locked Up (Master P)
  7. Can't Wait (Devin the Dude)
  8. Oz Theme 2000 (Kool G Rap, Lord Jamar & Talib Kweli)
  9. Ain't No Sunshine (East Side Cult feat. Ria Alexander)
  10. Can I Live (Cypress Hill)
  11. Some Niggas (Jadakiss & Styles P)
  12. Thug Niggas Don't Live That Long (Trick Daddy)
  13. Tonight (Drag-On)
  14. Incarcerated (Fiend, Magic & BlaXuede)
  15. War Wit Us (Three 6 Mafia)
  16. What Ya Gonna Do (Tez & Tajiee)



Frasi celebri

Continua a leggere su Le più belle frasi di Oz



Nessun commento :

Posta un commento

Commentate ed esprimete il vostro giudizio personale sul film... ma senza spoilerare.
Usate un account Google/Gmail per commentare o la modalità "anonimo".